Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

CONCORSO ALAGIA

No description
by

Michele Alagia

on 26 August 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of CONCORSO ALAGIA

CONTESTO SCOLASTICO

DESTINATARI

CLASSE II DI SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

CLASSE: 20 ALUNNI

10 MASCHI

10 FEMMINE

ANALISI DEI BISOGNI:
COMPETENZE ATTESE
SCELTE ORGANIZZATIVE
TITOLO UDA: LIBERI DAL DOPING

TEMPI: marzo-aprile (8 ore)

SPAZI: Aula, Laboratorio di informatica

STRUMENTI: Lim, Pc.

RISORSE UMANE: Docenti (S.M.; Tecnologia; Inglese)

Il candidato proponga una unità di apprendimento sul Doping secondo il WADA, lista delle sostanze e metodi proibiti in competizione, indirizzata ad alunni della classe 2 di Scuola Secondaria di 1 grado.
CANDIDATO: Alagia Michele
PREMESSA
COMPETENZE CHIAVE
IN RIFERIMENTO ALLA NORMATIVA EUROPEA, LE COMPETENZE CHIAVE EUROPEE E DI CITTADINANZA SONO:
RACCOMANDAZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO DEL 18 DICEMBRE 2006 RELATIVO ALLE COMPETENZE CHIAVE PER L'APPRENDIMENTO PERMANENTE
IN RIFERIMENTO ALLA NORMATIVA ITALIANA
LE COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA SONO:
IN RIFERIMENTO ALLE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA E DEL PRIMO CICLO D'ISTRUZIONE

Decreto Ministeriale 254 del 16 novembre 2012
Comunicazione nella madrelingua
Comunicazione nelle lingue straniere
Competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia
Competenza digitale
Imparare ad imparare
Competenze sociali e civiche
Spirito di iniziativa e imprenditorialità
Consapevolezza ed espressione culturale

Imparare ad imparare
Progettare
Comunicare
Collaborare e partecipare
Agire in modo autonomo e responsabile
Risolvere problemi
Individuare collegamenti e relazioni
Acquisire e interpretare l’informazione.
COMPETENZE DISCIPLINARI

OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO
Salute e benessere, prevenzione e sicurezza

Il gioco, lo sport, le regole e il fair play

CONOSCENZE
ABILITA'
INTERDISCIPLINARIETA'
COMPITO UNITARIO
In riferimento alla normativa del D.P.R. 122 del 2009
la
valutazione
ha come oggetto il processo di apprendimento, il comportamento e il rendimento scolastico complessivo.
VALUTAZIONE
MACROAMBITI DI COMPETENZA
SCHEDA DI LAVORO
AUTOVALUTAZIONE
RISULTATI
Oggettiva
Intersoggettiva
Soggettiva
Concorso personale docente D.D.G. N° 106 del 23 Febbraio 2016

AD 02. Ambito disciplinare 2

Scienze motorie e sportive nella scuola secondaria di I grado (A049)
Scienze motorie e sportive nella scuola secondaria di II grado (A048)

Cassino, 25/08/2016
Il principio fondamentale del Codice é che le considerazioni etiche insite nel “gioco
leale” (fair play) non sono elementi facoltativi, ma qualcosa d’essenziale in ogni attività
sportiva.

7^ Conferenza dei Ministri europei responsabili dello Sport. Rodi, 13 – 15 maggio 1992
CODICE EUROPEO DI ETICA SPORTIVA
FAIR PLAY
IL MODO VINCENTE
Composta da 20 alunni, 10 femmine e 10 maschi.
Il clima all'interno della classe è positivo, nonostante vi sia una lieve tendenza alla rivalità. E' presente un' alunna straniera che parla poco l'italiano con conseguente difficoltà a relazionarsi con i compagni.

Alunna straniera
BES
Area dello svantaggio socio – economico, linguistico e culturale
Direttiva Ministeriale 27 Dicembre 2012
Strumenti di intervento per alunni con Bisogni Educativi Speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione scolastica

D.M. 139 DEL 22 AGOSTO 2007
Praticare attivamente i valori sportivi (fairplay) come modalità di relazione quotidiana e di rispetto delle regole.
L'alunno deve dimostrare di aver acquisito consapevolezza riguardo la prevenzione dalle dipendenze da doping


Deve saper raccogliere informazioni e condividerle con i compagni con senso critico.
Migliorare i rapporti relazionali.
Conoscere il WADA
Conoscere le varie sostanze e le pratiche dopanti
Conoscere la storia del doping
Conoscere stili di vita sani e saper praticare attività sportive con fair play
Saper prevenire eventuali situazioni di rischio
Saper utilizzare il proprio corpo e conoscerne i limiti
Saper rispettare le regole senza cercare a tutti i costi la vittoria, ma cercare piacere nel gioco e nello sport
SCIENZE MOTORIE

INGLESE
TECNOLOGIA
Creare una presentazione multidemediale con Power Point o Prezi sul tema del Doping.
Ciascun gruppo dovrà individuare le sostanze proibite per un determinato sport tenendo in considerazione le indicazioni del WADA
FASE 1
Cos'è il Doping?
Consiste nella somministrazione o
assunzione di sostanze
appartenenti alle classi proibite di
agenti farmacologici o nell’uso di
vari metodi proibiti
partendo da una domanda...
Fase 2
Il termine doping può derivare da “doop”, un miscuglio di
sostanze energetiche che i marinai olandesi già quattro
secoli fa ingerivano prima di affrontare una tempesta sull’Oceano.
La parola doping può derivare dall'"oop",
miscela di oppio, tabacco e narcotici somministrata ai cavalli da corsa nell' 800.
Dope” è anche un vocabolo di antica origine sudafricana
che indicava una bevanda alcolica primitiva usata come
stimolante nelle danze cerimoniali.
Origine del termine
Da “doop” si è arrivati nel Novecento al verbo Inglese “to dope” e al sostantivo “doping” cioè un additivo
che modifica il rendimento
Fase 4
Ricerca mirata su internet del materiale utile per produrre un Prezi o Power Point
Fase 3
Lezione sull’uso di Power Point e Prezi con docente di Tecnologia
Didattica laboratoriale
learning by doing
Cooperative learning
4 gruppi da 5
Fase 5
COMPITO UNITARIO
Fase 6
Studente al centro dell'azione didattica
Presentazione lavoro alla classe
Valutazione attraverso un test a risposta multipla, V/F, completamento.
Perchè "doparsi"?
....
Creata per volontà del Comitato Olimpico Internazionale (CIO), il 10 novembre 1999 a Losanna, per
coordinare la lotta contro il doping nello sport
Classi di sostanze vietate solo in
particolari sport

ALCOOL (solo in gara)
Il valore soglia è pari a 0.10 g/l uguale per tutte le
Federazioni Internazionali:
Aeronautica
Tiro con l’arco
Automobilismo
Biliardo
Karate
Pentathlon moderno
Motociclismo
Motonautica
Classi di sostanze vietate


AGENTI ANABOLIZZANTI
ORMONI PEPTIDICI,
FATTORI DI CRESCITA
Sostanze stimolanti l’Eritropoiesi (eritropoietina (EPO),
BETA-2 AGONISTI
ORMONI E MODULATORI METABOLICI
DIURETICI
STIMOLANTI
NARCOTICI
CANNABINOIDI
GLUCOCORTICOSTEROIDI
BETA BLOCCANTI (proibiti soloin gara)
Aeronautica
Ginnastica
Tiro con l’arco
Motociclismo
Automobilismo
Pentathlon moderno (tiro con la pistola)
Biliardo
Bowling a 9 birilli
Bob
Vela
Bocce
Tiro
Bridge
Sci,salto,snowboard
Wrestling
Curling
Golf
Motonautica
M1. MANIPOLAZIONE DEL SANGUE E DEI COMPONENTI DEL SANGUE
(EPO)

M2. MANIPOLAZIONE CHIMICA E FISICA

(Campioni raccolti in occasione di controlli Antidoping.
sostituzione e/o alterazione dell’urina)

M3. DOPING GENETICO
Sono proibiti tutti quei metodi che hanno la capacità di migliorare la
performance atletica:

METODI PROIBITI
Heidi Krieger,
medaglia d’oro nel
lancio del peso ai
Campionati Europei
del 1986, a 21 anni
Andreas Krieger (a 39
anni) con sua moglie
Ute Winter
Valutazione del processo attraverso osservazioni sistematiche con rubrica
GRAZIE PER L'ATTENZIONE
Mission
PERCHE' VENGONO UTILIZZATI?
CHI GIOCA LEALMENTE E'
SEMPRE VINCITORE
LOTTA CONTRO L'IMBROGLIO
kim Jong Su Pechino 2008
Maradona 1992
Ben Johnson Seul 1988
Alex Schwazer Londra 2012
Marija Šarapova 2016
Full transcript