Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

I regimi fascisti in Europa

No description
by

susanne lenz

on 26 June 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of I regimi fascisti in Europa

I regimi fascisti in Europa
Anni '20 - '30
La Germania negli anni
'20
stava attraversando un periodo di fortissima crisi economica dovuta all'esito negativo della prima guerra mondiale ed alle sanzioni che la Francia le aveva inflitto.
Proprio per questo,
Adolf Hitler
(un filosofo (?) tedesco) nel 1922 tentò un colpo di stato, ispirato a quello di Mussolini, ma finì in carcere in seguito al fallimento di questo tentativo di presa del potere.
La crisi in Germania
Dittatura nazista
La nascita del Nazismo
Il movimento nazista nasce quando, nel
1924
, Hitler scrive in carcere il suo libro: “
Mein Kampf
" (la mia battaglia).
Nel suo libro Hitler rende pubbliche molte delle sue idee, tra cui anche quelle antisemitiche.
Nel
1932
Hitler vince con il partito nazista le elezioni in Germania e nel
1933
il presidente della repubblica Hindenburg lo nomina cancelliere.
Il Nazismo al potere
Un'ascesa inarrestabile
Nel
febbraio 1933
si incendiò il Reichstag (parlamento tedesco), di cui vennero incolpati i comunisti.•
Nel
1934
muore il presidente Hindenburg. Hitler diventa “Führer e cancelliere”.
Pieni poteri al governo
Sviluppo economico e riarmo
Organizzazioni giovanili
Vietati i partiti politici e i sindacati
Censura (rogo dei libri)
Propaganda
Aboliti i diritti fondamentali
Polizia segreta e guardia nazista
Campi di concentramento
Idee razziste e nazionaliste
Persecuzioni antisemite
Il razzismo
Per favorire la diffusione delle ideologie naziste nasce un ministro della propaganda (
Joseph Goebbels
).
Le idee:
odio per gli ebrei;
superiorità della razza ariana.
Le leggi:

leggi di Norimberga.
La propaganda
Fascismo in Austria
Negli anni '20 la Spagna fu dominata dal regime dittatoriale del genrale
Primo de Rivera
, il cui governo non riuscì però a fronteggiare la crisi del
1929
.
Essa si abbattè sulla fragile industria spagnola, provocando inoltre un rapido abbassamento dei prezzi dei prodotti agricoli.
La situazione in Spagna
Il
Fronte Patriottico
(il nome del partito fascista in Austria) fu il più grande alleato del Partito Nazionale Fascista italiano.
Fu fondato nel 1933 da
Engelbert Dollfuss
, che divenne cancelliere nel 1932. Lo scopo dell'oranizzazione politica era raccogliere tutti i “patrioti austriaci".
Alla fine del
1937
il Fronte Patriottico contava 3 milioni di membri (sui 6,5 milioni di abitanti dell'Austria), ma solo pochi erano veramente attivi e fedeli. Ecco spiegato il perché della sua difficoltà a sostenere il confronto con gli avversari politici.
Dopo la morte di Dollfuss (
il 25 luglio 1934
) il comando del partito venne preso dal principe
Ernst Rüdiger Starhemberg
.
L'organizzazione venne poi sciolta dai nazisti tedeschi dopo l'annessione (Anschluss) dell'Austria alla Germania hitleriana, alla vigilia della seconda guerra mondiale (
1938
).
La fine del partito
La reazione conservatrice
In vista delle elezioni del
'36
, i partidi di sinistra si riunirono in un
Fronte Popolare
, che vinse le elezioni e che apportò alcune riforme sociali ed economiche, scatenando l'opposizione dei conservatori, guidati da
Francisco Franco
.
Nonostante il tentativo del governo, fu impossibile evitare lo scoppio di una guerra civile.
La guerra civile divise la Spagna per 3 anni: dal
1936 al 1939
. Da una parte c'era l'esercito repubblicano, dall'altra le truppe della Falange, guidate da Franco.
Arrivarono in aiuto anche le brigate internazionali (in aiuto alla Spagna repubblicana, gruppi di antifascisti) e le brigate fasciste (in aiuto della Falange).
La Guerra Civile
La Dittatura
La guerra civile fu vinta dai franchisti, che il
28 marzo 1939
conquistarono Madrid.
Al posto della repubblica venne instaurata una dittatura fascista che rimase al potere fino al
1975
.
La repubblica spagnola chiese aiuto a quella francese, ma questa si limitò a promuovere un patto internazionale di non intervento, firmato da Italia, Francia, Germania e Gran Bretagna. I due stati governati dalle dittature inviarono comunque segretamente truppe ed armate alla
Falange
.
Alla crisi di natura economica ne seguì poi una politica, che si concluse con la proclamazione della repubblica nel
1931
. Seguirono anni di di scontri molto violenti tra le forze della sinistra ed i conservatori. Tra questi ultimi, emerse il movimento della
Falange
, che si ispirava agli ideali fascisti.

Il regime portoghese
António de Oliveria Salazar
instaurò in Portogallo un regime che si ispirava alle ideologie fasciste e che dominò sullo stato
dal 1932 al 1968
.
L'ingresso in politica del dittatore avvenne quando Salazar venne nominato ministro delle finanze (
1928
) e riucsì a risanare l'economia del paese.
... Il regime portoghese
Nel
1931
Salazar fondò l'
União Nacional

(= unione nazionale), l'unico partito ammesso nel regime.
Nel
1932
nasce l
'Estado Novo
, con il dittatore portoghese che nello stesso anno venne eletto presidente del consiglio.
Nel
1933
naquece la polizia segreta repressiva
Pide
.
Durante la guerra civile spagnola il Portogallo fu di facciata neutrale, ma appoggiò con uomini e armi il regime franchista.
Durante la seconda guerra mondiale Salazar assume il
ministero degli Esteri
. Il Portogallo restò quindi neutrale e cercò di convincere la Spagna a fare lo stesso. Il Portogallo imitò i visti agli ebrei che vollero partire dall'Europa.
Nel
1949
entrò nella
NATO
ma il motto è “fieramente soli".
Nel
1974
la dittatura finì con la
rivoluzione dei garofani
.
...il regime portoghese
Nel
1936
le truppe di Hitler occuparono la Renania, e nel
1938
vi fu l'annessione allo stato nazista (Anschluss) dell’Austria.
Sempre nello stesso anno, alla conferenza di Monaco, pur di mantenere la pace l’Inghilterra concesse a Hitler una parte della Cecoslovacchia, la regione dei Sudeti. Ma il dittatore tedesco non si accontentò, annettendosi tutta la Cecoslovacchia nel
1939
.
L'Imperialismo tedesco
Le alleanze del nazismo
Nel
1936
venne firmato l'Asse Roma-Berlino (Italia-Germania)
Nel
1937
venne firmato Patto anti-comintern (Germania-Giappone-Italia)
Nel
1939
venne firmato Patto d’acciaio (Italia-Germania)
Nel
1939
venne firmato un Patto di non aggressione tra Germania e URSS, che prevedva inoltre una spartizione della Polonia.
PATTO MOLOTOV-RIBBENTROP
Leggi di Norimberga
Le leggi di Norimberga altro non erano che emendamenti discriminanti nei confronti della comunità ebraica tedesca. Le persone che discendevano da quattro nonni tedeschi erano considerate di "sangue tedesco", mentre veniva considerato ebreo chi aveva tre/quattro nonni ebrei. Le persone con uno/due nonni ebrei erano considerate persone di "sangue misto".
Inizio anni 20
: la Germania aveva iniziato lentamene a riprendersi economicamente, ma la seconda crisi aveva spostato l’opinione pubblica verso l’estrema destra.
1930
: l'estrema destra diventa il secondo partito della Germania. Intanto Hitler stringeva rapporti con l’esercito, con l’industria e con i grandi proprietari terrieri.
Il Nazismo al potere
Chiude i giornali di opposizione e le sedi sindacali e reintroduce la pena di morte per crimini contro lo Stato;
Scioglie tutti gli altri partiti tranne quello nazionalsocialista.
Mette fuori legge il partito comunista, abolisce ogni libertà e garanzia costituzionale e ogni dissenso;
Le conseguenze del governo di Hitler
Full transcript