Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

La comunicazione interpersonale

a cura del prof. Simone Grassetto
by

prof. Simone Grassetto

on 8 November 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of La comunicazione interpersonale

Che cos'è la comunicazione?
Un atto SOCIALE
Un atto RECIPROCO
Un atto MEDIATO
comunicare
VS
informare
Mentre si COMUNICA si INFORMA
EMITTENTE
Come si COMUNICA?
La comunicazione interpersonale
a cura del prof. Simone Grassetto
RICEVENTE
CODICE
Gli elementi della COMUNICAZIONE
EMITTENTE
RICEVENTE
CONTESTO
Ogni comunicazione avviene sempre in un contesto caratterizzato da quattro dimensioni:

> Dimensione fisica: SPAZIO FISICO
> Dimensione temporale: SPAZIO TEMPORALE
> Dimensione sociale: posizioni sociali e ruoli
> Dimensione psicologica: “clima”
EMITTENTE
RICEVENTE
è il soggetto da cui parte il messaggio,
è quello che lo riceve.

L’ emittente si trasforma continuamente
in ricevente e, viceversa, il ricevente
diventa a sua volta emittente (feedback).
EMITTENTE
e
RICEVENTE
MESSAGGIO
ciò che viene comunicato

CODICE
insieme di regole condivise
attraverso cui è strutturato il messaggio

CANALE
supporto fisico della
comunicazione

FEEDBACK
è la comunicazione “di ritorno” (risposta).

RUMORE
qualcosa che disturba la
comunicazione.

COMUNICAZIONE VERBALE e COMUNICAZIONE NON VERBALE
il 9% LINGUAGGIO VERBALE
il 38% LINGUAGGIO PARAVERBALE
il 53% LINGUAGGIO NON-VERBALE

CONTESTUALITÀ
Avviene sempre in un preciso contesto

COMUNICATIVITÀ
comunica sempre qualcosa

RAGGRUPPAMENTO
sono sempre presenti più comportamenti

CREDIBILITÀ
è sempre più credibile della comunicazione verbale

LA COMUNICAZIONE
NON VERBALE
IL LINGUAGGIO DEL CORPO
1. ASPETTO ESTERIORE

2. PORTAMENTO/ATTEGGIAMENTO

3. MIMICA FACCIALE
4. GESTUALITÀ

5. VOCE

6. DISTANZA
1 Caratteri somatici, abbigliamento, trucco, …

2 La postura del corpo

3 I fenomeni osservabili sul volto
4 Tutti i gesti degli arti superiori

5 Volume, Tono e intonazione, Ritmo (Velocità e Continuità)

6 Gestione dello spazio
(Intima/ personale/ sociale/ pubblica)

IL LINGUAGGIO DEL CORPO
COMUNICAZIONE EFFICACE
QUANDO C'E' UNA
CONGRUENZA
TRA IL
PIANO VERBALE E QUELLO
NON VERBALE.

Il linguaggio NON verbale e
il linguaggio verbale sono
interdipendenti
.
GLI STILI COMUNICATIVI
P
A
S
S I V I T
A '
AG
G
R
ES
SIVITA'
ASSERTIVITA'
1. lasciare che vengano violati i propri
diritti e che gli altri ne traggano
vantaggio
2. non raggiungere i propri obiettivi
3. lasciare che gli altri scelgano per se
stessi
STILE PASSIVO
STILE AGGRESSIVO
1. violare i diritti altrui per trarne
vantaggio
2. raggiungere i propri obiettivi a spese
degli altri
3. stare sulla difensiva e attaccare l’altro
4. intromettersi nelle scelte altrui
1. proteggere i propri diritti e decidere
per se stessi
2. raggiungere i propri obiettivi senza
offendere gli altri
3. avere un senso di autostima equilibrato
4. essere socialmente ed emotivamente
espressivi
STILE ASSERTIVO
E' lo stile della
COMUNICAZIONE EFFICACE
.
E' la tendenza a
comunicare, in modo chiaro e diretto
, la volontà
di affermare i propri diritti e le proprie posizioni rispettando e tenendo conto dei diritti altrui.
E' basata su una filosofia di
responsabilità personale
e sulla consapevolezza dei diritti di tutte le persone
A S S E R T I V I T A '

E
ssere

sincero
con sé e con gli altri.

E
ssere
capace di dire apertamente
ciò che
si vuole, che si prova, o di cosa si ha bisogno,
ma non a scapito degli altri.

E
ssere sicuro
di sé ed
essere positivo
, capire
i punti di vista degli altri.

C
omportarsi in modo razionale
ed adulto.

R
eagire in modo appropriato
in base alla cultura,
alla situazione e alle altre persone.

E
ssere soddisfatto
del modo in cui si è
gestita una situazione anche quando non si è
riusciti ad influenzarne il risultato.

ASSERTIVITA'
1. Tutto è comunicazione. È Impossibile non comunicare.

2. La comunicazione ha un aspetto di contenuto e uno di relazione.

3. La natura delle relazioni dipende dalla punteggiatura delle sequenze
comunicazione dei comunicanti. Ogni individuo ha un proprio punto di vista,
un proprio modo di leggere un fenomeno.

4. La comunicazione può essere di contenuto e di relazione

5. Tutti gli scambi di comunicazione po
sson
o essere
simmetrici o complementari
Gli ASSIOMI
della
COMUNICAZIONE
Full transcript