Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Il nonsenso

No description
by

Viviana Grasselli

on 22 June 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Il nonsenso

Il nonsenso
Le multiformi accezioni del nichilismo
Un nonsenso è un’espressione che APPARE priva di significato. Capire il nonsenso significa andare ad indagare le radici di quest'ultimo per comprenderne il messaggio che esso cela.
Il nichilismo è uno stato in cui manca la risposta al "perchè?".
Egli si definisce il "primo perfetto nichilista d'Europa" in quanto supera il nichilismo
Il nichilismo di Nietzsche, pur essendo radicale, lo è in modo ma superare il NONSENSO della nostra realtà: il senso, non essendo dato, deve essere posto nella vita dal superuomo.
Il SUPERUOMO è in grado di accettare l'illogicità della vita e, nonostante questo, accettarla dionisicamente e di servirsi della volontà di potenza per SUPERARE IL NICHILISMO stesso.
IL DADA
IL NICHILISMO DI NIETZSCHE
"Dada non significa niente. Vogliamo cambiare il mondo con il nulla"
Richard Huelsenbeck

Locandina per una serata Dada,
Kurt Schwitters
Il Dada vuole negare la follia della guerra e per fare ciò deve azzerare tutte le ideologie e i valori di quella società che, di fronte al «mattatoio» della Prima guerra mondiale, perde ogni credibilità.

"Non è il Dada che è nonsenso, ma l'essenza della nostra epoca a essere nonsenso.

"Il Grande Vetro", o "La Sposa messa a nudo dai suoi Scapoli, anche"
A quest’opera Duchamp lavora dal 1915 al 1923, lasciandola poi “definititvamente incompiuta”.
L’opera è dall’interpretazione molto complessa, è una specie di rompicapo creato per disorientare il pubblico.
"Considero quella mia grande
pittura su vetro qualcosa che
non è necessario guardare
per apprezzarla."
Marcel Duchamp (28 July 1887 –
2 October 1968)
Marcel Duchamp è un stato un pittore e scultore francese, naturalizzato statunitense. Considerato fra i più importanti artisti del XX secolo, fu animatore del dadismo e prefigurò l'arte concettuale.
Non chiederci la parola che squadri da ogni lato
l'animo nostro informe, e a lettere di fuoco
lo dichiari e risplenda come un croco
perduto in mezzo a un polveroso prato.

Ah l'uomo che se ne va sicuro,
agli altri ed a se stesso amico,
e l'ombra sua non cura che la canicola
stampa sopra uno scalcinato muro!

Non domandarci la formula che mondi possa aprirti,
sì qualche storta sillaba e secca come un ramo.
Codesto solo oggi possiamo dirti,
ciò che non siamo, ciò che non vogliamo.
Eugenio Montale
Genova, 1896-MIlano, 1981
Dopo aver preso il diploma di ragioneria prosegue gli studi da autodidatta. Assume posizioni antifasciste e per questo viene rimosso dal Gabinetto Vieusseux a Firenze, di cui era direttore. Dopo la Seconda Guerra Mondiale inizia una collaborazione con il "Corriere della Sera". Nel 1975 riceve il Premio Nobel per la letteratura.
"Io sono un poeta che ha scritto un’autobiografia poetica senza cessare di battere alle porte dell’impossibile, convinto che la vita ha un significato che sfugge. Ho bussato disperatamente come uno che attende una risposta."
The theatre of the Absurd
Absurd is something out of harmony with reason, incongruous and illogical, "that which is devoid of purpose" so that "man is lost; and all his actions are senseless".
Waiting for Godot
ESTRAGON: You're sure it was this evening?
VLADIMIR: What?
ESTRAGON: That we were to wait.
VLADIMIR: He said Saturday. I think.
ESTRAGON: You think.
VLADIMIR: I must have made a note of it.
ESTRAGON: But what Saturday? And is it Saturday? Is it not rather Sunday? Or Monday? Or Friday?
VLADIMIR: It's not possible!
ESTRAGON: Or Thursday?
Non chiederci la parola
Eugenio Montale, Ossi di Seppia (1923)
Full transcript