Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Come leggere un'opera d'arte

No description
by

Francesca santeusanio

on 14 October 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Come leggere un'opera d'arte

Come leggere un'opera d'arte
SOGGETTo
TECNICA
POETICA
L’arte esige un rapporto completo : una relazione che coinvolga occhi, mente e cuore. Visione, comprensione ed emozione devono agire contemporaneamente! Vediamo allora come fare per VIVISEZIONARE un'opera d'arte per OSSERVARLA, RACCONTARLA, COMPRENDERLA.
E' cio che è raffigurato in un dipinto,
in una scultura o la descrizione di una architettura.
Rispondo alla domanda: Cosa rappresenta?
E' la modalità con cui viene realizzata l'opera. Riguarda l'aspetto fisico e meccanico.
Rispondo alla domanda: Come è fatto?
Si riferisce alle intenzioni espressive,
comunicative dell'autore o del movimento.
Rispondo alla domanda: Cosa comunica?
Cosa trasmette? Cosa mi dice?
Descrivo cosa rappresenta o cosa racconta l'opera. Per i dipinti si far riferimento al GENERE. (natura morta, tema religioso, quadro storico, paesaggio, ritratto etc.)

Naturalmente ognuno di questi soggetti assume significati diversi nel tempo mentre altri sono specifici solo di alcune epoche. La natura morta, ad esempio, genere quasi assente fino alla fine del Cinquecento, assume connotati e significati molto diversi col passare dei secoli.

Così, se nel Seicento la natura morta allude alla transitorietà delle cose terrene, in alcuni autori tende a diventare puro esercizio di virtuosismo.

Scompare con il Neoclassicismo e il Romanticismo (ma alcune tele di Goya dimostrano che la natura morta non era affatto morta!) per ricomparire alla grande nella seconda metà dell’Ottocento coniugata, di volta in volta, secondo la visione impressionista, quella di Cézanne, di Van Gogh e poi, nel Novecento, in versione cubista, pop, iperrealista etc. etc.

Se stiamo analizzando una architettura la mia analisi vertrà sulla descrizione dell'opera architettonica. Inserisco anche la FUNZIONE E L'USO
http://www.wikiart.org/en/paintings-by-genre
Per sapere qualcosa di più sui generi pittorici
In ambito pittorico le tecniche possono essere la
TEMPERA SU TAVOLA, l’AFFRESCO, l’OLIO SU TELA e l’INCHIOSTRO SU CARTA,
giusto per citare quelle che si trovano più spesso nel libro di storia dell’arte. Ma, se siete curiosi di saperne di più, su WikiArt ne trovate oltre un centinaio…

Se sto analizzando una scultura devo fare riferimento ai
MATERIALI, ALLA TECNICA DI REALIZZAZIONE; AGLI STRUMENTI UTILIZZATI PER SCOLPIRE.

SE analizzo una architettura prenderò in considerazione
MATERIALI DA COSTRUZIONE, TECNICHE COSTRUTTIVE.
http://www.wikiart.org/en/paintings-by-technique
Le tecniche
È interessante notare però come, all’interno della stessa tecnica, esistano profonde differenze stilistiche che consentono di individuare facilmente l’autore o, comunque, il movimento d’appartenenza.

Ad esempio, alcuni dettagli di dipinti realizzati ad olio su tela. Il tipo di stesura, la densità delle pennellate e la loro forma identificano in modo inequivocabile i relativi autori e ci raccontano una sensibilità diversa, un sentire nuovo, una necessità impellente dell’artista.
PENSATE VOI A DEGLI ESEMPI.


Se in alcuni casi tutto sommato la tecnica è simile e cambiano il soggetto e la poetica, in alcuni esempi (Monet e Van Gogh) la stesura del colore rivela l’urgenza di catturare un’impressione di luce o uno stato d’animo.

Dunque, sebbene abbia presentato la tecnica come aspetto, appunto, “tecnico” dell’opera d’arte, ecco che scopriamo che la sua scelta o la sua personalizzazione fanno già parte del significato dell’opera.

Si può arrivare, in casi estremi, ad opere il cui soggetto e il cui significato risiedono proprio e soltanto nella tecnica (l’action painting di Pollock è il tipico esempio).


È un concetto spesso istintivamente abbinato alla letteratura, e in particolare alla poesia (questione di assonanza…), ma in realtà la poetica riguarda tutte le modalità artistiche e si riferisce alle intenzioni espressive dell’autore o di un movimento. In pratica è la risposta alla domanda: qual è il senso di quest’opera? Cosa trasmette? cosa vuole cogliere?

È un aspetto che, assieme alla tecnica (com’è fatto?) e al soggetto (cosa rappresenta?) completa la comprensione dell’opera (cosa comunica?).
La poetica, tuttavia, non è un codice segreto nascosto dentro l’opera. La sua essenza, infatti, si manifesta attraverso il linguaggio (fatto di luce, colori, forme e composizione) con cui il soggetto viene trattato.

Tornando, ad esempio, alle nature morte viste sopra, si tratta del medesimo soggetto capace di comunicare, però, “messaggi” diversi. Se le fette di salmone di Goya sembrano intrise di una percezione macabra e passionale del mondo, la fruttiera di Lichtenstein traduce in fumetto bidimensionale, un prodotto visivo popolare e di consumo, quella che per secoli era stata un’esibizione di estremo realismo.

La stessa poetica è evidente nei rispettivi autoritratti…
LUCE

COLORI

FORME
COMPOSIZIONE
Full transcript