Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

I cinque pilastri dell'Islam

No description
by

Luca Giovanni Vergani

on 10 July 2018

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of I cinque pilastri dell'Islam

Il Corano ha fissato in modo chiaro gli obblighi fondamentali per un credente musulmano.
Essi sono chiamati
“i cinque pilastri dell'Islam”.
La testimonianza della fede
La testimonianza della fede si attua dicendo con convinzione: “La ilaha illa Allah,
Muhammadur rasoolu Allah”.
Questo significa: “Non esiste vero dio fuorché Dio (Allah), e Muhammad è il suo profeta”.
La preghiera
Fare Zakat (aiutare i bisognosi)
Il pellegrinaggio alla Sacra Casa,
a La Mecca
Osservare il digiuno durante il mese del Ramadan
Ogni anno durante il mese del Ramadan, tutti i musulmani digiunano dall'alba al tramonto, astenendosi dal cibo, dal bere e dalle relazioni sessuali.
Tutte le cose appartengono a Dio, e le ricchezze sono perciò mantenute dagli esseri umani in custodia. Fare zakat significa ‘dare una specifica percentuale di certe proprietà a certe classi di persone bisognose’.
Ogni musulmano in possesso dei mezzi fisici e materiali deve recarsi almeno una volta nella vita a La Mecca.
Approfondisci
Per diventare musulmani basta pronunciare la professione di fede (asc-Sciahada) davanti a dei "virtuosi testimoni musulmani". Nello spirito del Corano quest'atto personale e volontario ha valore di contratto e nessuno ne può mettere in dubbio la sincerità.
Approfondisci
Il significato originale della parola zakat è sia ‘purificazione’ che ‘crescita.’ Una persona può anche dare quanto ha piacere, come elemosina o carità volontaria.
I cinque pilastri dell'Islam
Approfondisci
Distaccandosi dalle comodità del mondo, anche se per un piccolo periodo di tempo, una persona che digiuna vive in sintonia con chi è affamato come lui e così cresce in lui la vita spirituale.
Approfondisci
Il pellegrino va incontro a Dio pronunciando una sola parola: "LABBAYKA", "Eccomi a te". Gira sette volte attorno al cubo sacro e bacia una volta la pietra nera che sta alla base del cubo.
I poveri, non avendo i messi per pagare il viaggio, sono dispensati da questo obbligo.
Approfondisci
Se il credente è a casa sua, sceglie un angolo pulito e prega generalmente su un tappeto o su una stuoia.
La preghiera nell'Islam è un collegamento diretto tra l'uomo e Dio. Non esistono intermediari tra Dio e l'uomo.
Un musulmano può pregare pressoché dovunque, come nei campi, uffici, fabbriche, o università.
I musulmani recitano cinque preghiere al giorno: all'alba, a mezzogiorno, a metà pomeriggio, al tramonto, e di notte. Prima della preghiera il credente compie le rituali abluzioni, che sono sono il simbolo del ritorno dell'uomo alla primitiva purezza e poi si rivolge verso La Mecca.
Full transcript