Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

La rinascita del potere scientifico

La falsa ineluttabilità della scienza nei primi anni dell'900 con diversi grandi promotori: K.Popper, A.Einstein, etc...
by

Claire Fields

on 27 June 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of La rinascita del potere scientifico

""La scienza non è un insieme di asserzioni certe, o stabilite una volta per tutte, e non è neppure un sistema che avanzi costantemente verso uno stato definitivo. La nostra scienza non è conoscenza (epistème).""

Logica della scoperta scientifica - Karl Popper
La rinascita del potere scientifico
La grande tragedia della scienza: il massacro di una bella ipotesi da parte di un brutto dato di fatto.

Thomas Henry Huxley, Saggi, 1893/94

Karl Popper
Principio di falsificazione:
Albert Einstein
Il segreto dell'Universo
Teorie sull'universo
Teoria della
relatività generale (1916)
Italo Calvino:
Un'asserzione è scientifica o empirica
Proposizioni sensate

Proposizioni non falsificabili

Metafisica
Proposizioni falsificabili=scientifiche
Secondo Popper non esiste un metodo logico per avere nuove idee, ne nessuna riscostruzione logica di questo processo. Ogni scoperta contiene “un elemento irrazionale” o ”un’intuizione creativa”.
O come disse Einstein:
“il compito supremo dello scienziato è la ricerca di quelle leggi altamente universali dalle quali possiamo ottenere un’immagine del mondo grazie alla pura deduzione. Non esiste una legge logica, queste leggi possono essere raggiunte solo tramite l’intuizione, basata su un alcunché che possiamo chiamare immedesimazione (einfühlung) con gli oggetti di esperienza”
Controlli deduttivi delle teorie:
1) confronto logico delle conclusioni tra loro;

2) L’indagine della forma logica della teoria;

3) Il confronto con le altre teorie;

4) Il controllo della teoria mediante le applicazioni empiriche delle conclusioni.
se è falsificabile, non più verificabile.
Conseguenze:
L'induzione non ha valore logico;

La conoscenza parte dai problemi reali;

La metafisica diventa fonte di domande - fornisce ipotesi alla scienza.
Il problema dell'induzione:
Le scienze empiriche presentano un metodo induttivo logica induttiva.

Inferenza induttiva: asserzione particolare/singolare asserzioni universali.

Il problema dell'induzione principio di induzione.

Contro logica della probabilità e alla dottrina dell’apriorismo.
""Avete l'impressione che la fisica contemporanea sia basata su concetti qualche volta analoghi al sorriso di un gatto che non c'è.""

""È difficile sapere cosa sia la verità, ma a volte è molto facile riconoscere una falsità"".
Le leggi fisiche sono invarianti rispetto a trasformazioni generali delle coordinate spazio-temporali, cioè hanno la stessa forma in qualunque sistema di riferimento.
Teoria della
relatività ristretta (1905)
Le leggi della fisica hanno la stessa forma in tutti i sistemi inerziali.

La velocità della luce nel vuoto è la stessa in tutti i sistemi inerziali, indipendentemente dallo stato di moto del sistema e della sorgente luminosa.
Postulati:
L'energia totale è data da:


Legge di conservazione della massa-energia.
In un sistema isolato si conserva.
In generale, l'energia cinetica e la massa non si conservano separatamente: l'una può trasformare l'altra.
La velocità della luce dipende quindi dal
sistema di riferimento.
Premesse:
Discussione sulla restrizione del principio di relatività ristretta ai soli sistemi inerziali.

Difficoltà a inserire la gravitazione nella teoria precedente.


Novità: equazioni che conservano la stessa formula matematica indipendentemente dal sistema scelto e dalle variabili spazio-temporali.
Grazie al modello matematico posso dirvi Come è nato l'universo: non chiedetemi il Perché!
Formulazione di tre modelli di Universo:

Aperto

Stazionario

Chiuso

Einstein: 1907 - un modello basato sulla teoria della relatività generale (spazio-tempo);

A.A.Fridman: le modalità d'espansione sono caratterizzate dalla densità media della materia;

G.Gamow: ipotesi di una grande esplosione come creazione dell'universo (Big Bang);
Alan Guth: Teoria dell'Inflazione -all'origine c'è una singolarità;
(Stephen Hawking)
Le cosmicomiche:
Dall'interesse per le scienze umane a quello per le scienze matematiche, naturali.

Serie di racconti ipotesi scientifiche.

L'universo senza l'uomo, con entità umanizzate.


Tutto in un punto - Il niente e il poco:
Voce narrante: Qfwfq, testimone dell'evoluzione del cosmo.

1)Racconto basato sull'ipotesi che l'origine dell'universo sia concentrata in un punto; 2)Origine dell'universo dal nulla in una frazione di tempo molto breve.

Comico: contrapposizione tra le teorie scientifiche e situazioni quotidiane.


""Chi vuole guardare bene la terra deve tenersi alla distanza necessaria""
Riflessione:
Scienza e Letteratura
Esse sono due mezzi autonomi smarrimento dell’uomo di fronte al mondo.

L’attitudine a costruire dei modelli interpretativi della realtà sempre in crisi.

La letteratura fornisce l'immaginazione alla scienza.

La scienza da nuove parole e una chiave di interpretazione alla letteratura.
Fine!
Presentazione
di
Chiara Prati
5^B
Full transcript