Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Espressionismo

Percorso didattico. E. Munch - La corrente tedesca e francese
by

Rossella Niccolai

on 20 September 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Espressionismo

ESPRESSIONISMO
Il pittore norvegese è un importante PRECURSORE dell'ESPRESSIONISMO, avanguardia del 1905. Nelle opere dell'artista si legge la sua drammatica visione dell'uomo sopraffatto da dolore, tristezza e malinconia. Ne sono esempio i titoli di alcune sue opere: Ansietà, Il vampiro, Sera, Malinconia...
EDVARD MUNCH (1863-1944)
"Mia madre proveniva da una solida e robusta famiglia di agricoltori, ma la sua forza innata fu gradualmente corrosa dal tarlo della tisi. Mio padre proveniva da una famiglia di letterati, aveva la struttura del genio, ma era minacciato da una tendenza verso la follia. Io arrivai al mondo in tempo di morte e i miei genitori dovettero battezzarmi a casa il più presto possibile. Malattia e follia e morte m'inseguirono per tutta la vita. Così vissi con i morti... Mia madre, mia sorella, mio nonno, mio padre e, soprattutto con lui, tutti i ricordi, le più piccole cose mi tornano in mente."
Dai suoi scritti la vita
"La mia arte affonda le sue radici nella mia ricerca di una spiegazione alle incoerenze della vita. Perché non ero come gli altri? Perché ero nato quando non mi era stato chiesto? L'arte dava un senso alla mia vita. Cercavo luce attraverso di essa. Essa è il pilastro che ha sostenuto la mia vita."
L'artista scrive nel suo diario:
"Camminavo lungo la srada con due amici quando il sole tramontò, il cielo si tinse all'improvviso di rosso sangue. Mi fermai, mi appoggiai stanco morto a una palizzata. Sul fiordo nero-azzurro e sulla città c'erano sangue e lingue di fuoco. I miei amici continuavano a camminare e io tremavo di paura... e sentivo che un grande urlo infinito pervadeva la natura..."
Incontro con "L'urlo" del 1893, la sua opera più famosa
"Anch'io mi sono messo a gridare, tappandomi le orecchie, e mi sono sentito un pupazzo, fatto solo di occhi e di bocca, senza corpo, senza peso, senza volontà, se non quella di urlare, urlare, urlare... Ma nessuno mi stava ascoltando: ho capito che dovevo gridare attraverso la pittura, e allora ho dipinto le nuvole come se fossero di sangue, ho fatto urlare i colori. Non mi riconoscerete, ma quell'uomo sono io... L'intera scena sembra irreale, ma vorrei farvi capire come ho vissuto quei momenti... Attraverso l'arte cerco di vedere chiaro nella mia relazione con il mondo, e se possibile aiutare anche chi osserva le mie opere a capirle, a guardarsi dentro."
3 maggio 2012
Espressionismo
Die Brucke
Germania 1905-13
Fauves
Francia 1905-07
..
Die Brucke
Germania 1905-13
I fondatori sono un gruppo di giovani artisti che vogliono avviare un'arte libera dalle tradizioni e dalle convenzioni e dipingere la drammatica ESPRESSIONE del loro mondo interiore
REALIZZATO DALLA PROF.SSA ROSSELLA NICCOLAI
Descrivi come è rappresentato questo urlo cosmico (dell'uomo e dello spazio), i colori, le linee, lo sfondo, l'espressività del volto e delle figure...
Cosa vuole comunicarci Munch della sua vita?
Questo quadro è molto importante: perchè secondo te?
Senti il suo grido?
Anche tu vorresti urlare così? Quando?
All'aria aperta - 1910
Un gruppo di uomini e donne è in una radura.
Il NUDO diventa una passione per i giovani artisti. Vivere a contatto con la natura significa rifiutare
le convenzioni, le abitudini borghesi e cercare un rapporto più vero con la realtà. Le FORME appena abbozzate delle figure, i movimenti sciolti, i COLORI puri e accesi danno un senso di LIBERTA', di naturalezza, di assenza di vincoli e di regole.
Manifesto Die Brucke - 1906
xilografia di E.L.Kirchner
..
OBIETTIVI
Spiegare come rappresenta la realtà
Descriverne la pittura
Confrontare opere
Scena di strada a Berlino - 1913
Il dipinto fa parte della serie "Le scene di strada". Il ricorso al PRIMITIVISMO è qui evidente (per questo la critica etichettò le opere espressioniste "brutali"); l'artista, infatti, nel rappresentare i volti delle due prostitute, che nelle scene di strada sono spesso presenti, e dell'uomo a destra, richiama le MASCHERE AFRICANE che proprio nei primi del '900 iniziano ad essere considerate come vere opere d'arte.

La composizione dinamica evidenzia la frenesia della vita cittadina. L'opera è una CRITICA ALLA SOCIETA' BORGHESE dell'epoca priva di valori morali e spirituali.
L'immagine malinconica dell'adolescente mostra il trapasso problematico dallo stato di fanciulla a quello di donna. La posizione instabile del corpo fragile indica il DISAGIO e l'INSICUREZZA della ragazza di fronte all'infelice destino che l'attende, in una società dominata dalle convenzioni e dall'ipocrisia. Appiattite e schematizzate le FORME. Pochi i TONI fondamentali: rossi e gialli, verdi e blu. Marcati e duri i CONTORNI.
Marzella - 1910
Caratteri

Forme DEFORMATE
COLORI PURI in TONALITA' VIOLENTE
LINEE spezzate, dure, spigolose
Rifiutati volume, prospettiva

Il linguaggio trasmette forti emozioni e rende evidenti i messaggi. In crisi il concetto di armonia.
Evidente influenza di Munch, Van Gogh, Gauguin.
Fauves
Francia 1905-07
Il gruppo di pittori francesi esprime una posizione ANTIMPRESSIONISTA in nome della libertà espressiva
I Fauves (Belve) riprendono l'idea di Van Gogh e Gauguin di non dipingere ciò che si vede, ma ciò che si "sente" di fronte alla realtà
La gioia di vivere - 1905
L'opera, esposta nel 1905 al Salon des Indépendants a Parigi, desta scandalo per le sue novità. Rappresenta dei nudi femminili dipinti a macchie e SENZA RISPETTARE I COLORI NATURALISTICI. L'artista armonizza e SEMPLIFICA LA FORMA e fonde uomo e natura in una sorta di ritorno al primitivo. Anche il paesaggio presenta colori innaturali, come ad esempio l'albero che è lo stesso colore utilizzato per la pelle delle persone, quasi a sottolineare l'unione tra uomo e natura.

Il quadro ritrae un esterno, ma non è dipinto dal vero: a Matisse non interessa l'aria aperta, preferisce il chiuso di una stanza.
Donna con cappello - 1905
E' un ritratto della moglie. Il COLORE è libero e ANTINATURALISTICO. Il viso e il busto sono costruiti con poche e SPESSE PENNELLATE senza ricorrere al disegno: il verde mette in risalto la fronte e il naso e divide il volto in due parti, una scura e l'altra più chiara; il rosso evidenzia i capelli, il collo e le labbra. L'abito, il cappello e lo sfondo sono un intarsio di vari colori: il punto di partenza è ancora "reale", ma serve per esprimere le "emozioni" dell'artista.
Il ponte di Charing Cross a Londra - 1906
Derain vuole sentirsi libero di "urlare" con il colore, senza i limiti imposti da una raffigurazione naturalistica. Nel CIELO si sommano rossi, arancioni, gialli e magenta. Gli EDIFICI hanno colori freddi, dal verde al blu. L'OMBRA dei magazzini è rossa. Il FIUME ha riflessi bianchi, gialli e rosa. Il risultato è una realtà reinventata, costruita con COLORI IRREALI, CALDI E FREDDI, accostati in modo contrastante, stesi con PENNELLATE LARGHE, PASTOSE E LIBERE.
Caratteristiche

Forme SEMPLIFICATE
FORZA ESPRESSIVA DEL COLORE e dei suoi contrasti, steso a larghe pennellate
LINEE di contorno marcate
Rifiutati volumi e prospettiva

Evidente influenza di Van Gogh e Gauguin
Quale differenza noti immediatamente confrontando un quadro di
autore espressionista con uno il cui autore è invece impressionista?
Confronti
FINE
..
Max
Pechstein
Henri
Matisse
André
Derain
Ernst Ludwing
Kirchner
Ernst Ludwing Kirchner
Henri
Matisse
Non ha un programma definito

Influenza l'Espressionismo tedesco
La pittura dei Fauves è espressione della GIOIA DI VIVERE e
non trasmette l'angoscia, la rabbbia degli espressionisti tedeschi

La loro è solo una ricerca formale,
senza alcun interesse per le questioni politico-sociali
Henri Matisse: " Il mio obiettivo è rappresentare un'arte equilibrata e pura, un'arte che non inquieti nè turbi. Desidero che l'uomo stanco, oberato e sfinito ritrovi davanti ai miei quadri la pace e la tranquillità."
ESPRESSIONISMO
"Non si possono dipingere eternamente donne che sferruzzano e uomini che leggono; voglio rappresentare esseri che respirano, sentono, amano e soffrono."
COLLEGAMENTI INTERDISCIPLINARI: Storia
L'associazione si chiama "Il Ponte" (Die Brucke) perchè vuole gettare simbolicamente un PONTE verso il FUTURO e RINNOVARE L'ARTE!
Rappresentano in modo espressivo il disagio dell'uomo moderno nella società borghese priva di valori
Le loro figure, deformate, s'ispirano alle SCULTURE AFRICANE I loro soggetti rappresentano SCENE DI VITA URBANA per alludere alla decadenza civile o NUDI inseriti in un paesaggio per sottolineare l'origine della natura dell'uomo
..
Full transcript