Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Arcola-Ameglia, 27/02/2015: Il baule della classe "techno"

Durata: 3 ore
by

Anna Rita Vizzari

on 14 October 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Arcola-Ameglia, 27/02/2015: Il baule della classe "techno"

Il baule della classe "techno".
Insegnare in modalità BYOD

di Anna Rita Vizzari
http://www.lavagnataquotidiana.org

Nel 2009, Cl@ssi 2.0:
Dalla tecnologia alla didattica
La LIM
Alunno di Cadeo sdraiato su iPuf
La Prof. mentre mostra il video dei ragazzi di Cadeo.
Progetto Europeo
iTEC
(
Innovative Technologies for an Engaging Classroom
)
Come si lavorava
Che cosa si è fatto
Pretesto per disseminare fra i colleghi
Cicli brevi (3 mesi)
rispetto ai 3 anni di Cl@ssi 2.0: più abbordabili.
Un gemellaggio
Gemellaggio
unofficial
e "in amicizia" fra una mia classe e una dell'I.C. di Cadeo.

Intento: lettura collaborativa di "Amici virtuali" e creazione di contenuti digitali sul tema.
Come si lavorava
Confronto e rappresentazione
Questo il gemellaggio visto da un alunno:
Che cosa si è fatto
Lettura "separata" del libro,
individuazione di parole chiave,
sviluppo di contenuti per un abbecedario virtuale (blog che è sia prodotto che documentazione dei processi).
- in classe virtuale su Edmodo (per gruppi misti su tutti i fronti),
- interazioni quotidiane,
- skypata iniziale e finale.
Engagement Against Violence
(Percorso internazionale)
Social (media e network) per trattare tematiche "umanitarie" secondo percorsi strutturati (per le superiori) che abbiamo testato.
Che cosa si è fatto
Interazioni immediate: arricchimento e motivazione
Percorso di metariflessione e uso critico del digitale.
Produzione di elaborati di tipologie differenti.
Regolare documentazione: http://primaeetecnologia.blogspot.it
Come si lavorava
Che cosa si è fatto
Adolescenti Digitali
Che cosa si è fatto
Documentazione serrata
http://geeksestu3.blogspot.it
https://sites.google.com/site/geeksestu
Video finale: http://www.scuola-digitale.it/author/anna-rita-vizzari
Acquisti: 1 netbook per alunno, 1 notebook per docente, 1 LIM, 3 iPad.
30.000 euro per una classe.
In classe, con un setting d'aula a volte tradizionale e a volte particolare.
Come si lavorava
Così, in Aula Informatica.
Lavoro in coppia
"Prodotti didattici" di varia natura, dalle mappe (mentali e concettuali) agli articoli giornalistici).
Naturalizzazione dell'uso delle tecnologie.
Creazione di contenuti didattici di svariata natura.
Progetto didattico (Learning Story composta da Learning Activities)
Individuazione della tecnologia utile allo scopo.
http://itecsestu.blogspot.it - http://itecsestu3.blogspot.it - http://itec4sestu2ae.blogspot.it - http://itec5sestu.blogspot.it
Compiti autentici + metariflessione.
Apertura all'esterno:
- visite dell'INDIRE,
- esperti.
Documentazione serrata nei blog.
https://tagboard.com/Diruomo/161819
Come si lavorava
Maria Ranieri: "
percorso formativo realizzato ... con l’obiettivo di farli esercitare nella produzione di messaggi multimediali ... in modo da sensibilizzarli a un uso civicamente orientato dei social media.
"
http://www.giuntiscuola.it/psicologiaescuola/educazione/un-tweet-per-i-diritti-umani/
Ricorrendo ai gruppi secondo il sistema consolidato con iTEC
Usando particolarmente i social, facevamo
Mobile learning
, quindi anche in spazi esterni.
Condivisione in tempo reale nei social con feedback di genitori, dirigente, esperti, colleghi lontani.
In gruppi equi-eterogenei formati da apposito webware (che poi useremo insieme).
Modalità BYOD.
Presentazioni
di gruppo
http://cadeosestuamicivirtuali.blogspot.it
(Il progetto di Guastavigna e Ranieri:
http://www.noiosito.it/med/wqita).
Che cosa dire che non sia stato detto, sulla LIM?
Quella manualità che costituiva il punto di forza della LIM è ormai demandata ai dispositivi come smartphone e tablet.
LIM "on-line": meglio ricorrere a Webware e Cloud.
I ragazzi quindi vanno alla LIM soprattutto per:
- presentazioni individuali o collettive,
- visioni d'insieme dei lavori che i ragazzi svolgono dai rispettivi dispositivi.
LIM "off line": necessari i software (della LIM e altri).
Mia mappa sw e app utili: http://tinyurl.com/mappasw
Con il BYOD, la LIM passa in secondo piano, visto che i ragazzi lavorano sui rispettivi dispositivi in svariate situazioni.
È rappresentato dalla manualità, dalla manipolazione.
Il trailer fatto con la Terza

Preferiamo/usiamo lo Smartphone per...
Che cos'è?
Bring
Your
Own
Device
Preferiamo/usiamo il tablet per...
Preferiamo il notebook per...
...le attività più lunghe e impegnative.
Il "Kit di sopravvivenza off-line"
"Porta il tuo dispositivo"
Vantaggi
Il software e il webware sono più agevoli delle app corrispondenti.
E infatti...
...arrivano momenti in cui chi ha il tablet lo accantona per lavorare collaborativamente con chi ha il netbook.
Mostrare lavori
Come ricostruzioni 3D su Minecraft o cose lasciate a casa per motivi d'ingombro/peso (plastici, per esempio).
Far ascoltare musica
Quando i ragazzi conoscono brani che richiamano i contenuti trattati.
Documentare e twittare
Tutti hanno almeno lo smart-
phone, tutti possono contribuire contemporaneamente.
Studiare prendendo appunti e/o creando mappe mentali
Fare giochi costruttivi
Girare video
di documentazione e per la metacognizione.
Varietà di dispositivi:
risorsa ma anche "problematicità" (da gestire con competenza).
In pause relax dopo il lavoro.
(Lo mostro come file a parte,
l'url è:
vimeo.com/82371802)
Dopo Cl@ssi 2.0,
abbiamo lavorato in modalità BYOD.

Un BYOD proposto dai genitori prima che sapessimo che si chiamava così.
Che cosa stiamo per vedere oggi,
che cosa vedremo nei prossimi incontri.
I webware sono "software online": in genere previa registrazione (ma talvolta non serve) permettono di:
- creare contenuti,
- salvarli (nel cloud e anche su pc),
- condividerli e pubblicarli.
Che cosa sperimentiamo adesso
Analizziamo il lessico
Andiamo su http://www.wordle.net: con questo webware creeremo due nuvole di tag differenti con due scopi diversi.
Vedremo nei prossimi frame.
Un webware per la creazione di tag cloud
Un webware per la creazione di grafici
Analizziamo un testo
Procedura:
- Create -- > http://www.wordle.net/create
- Paste in a bunch of text:
- Go.
La cornice scolastica (ed extra-)
Comunicazione studenti-famiglie-docenti che abbatte i confini spazio-temporali.
Documentazione verso l'esterno con blog (contenenti embed o link delle risorse realizzate con i vari webware) e microblog (per la diretta).
La tavola periodica
Per un approccio "naturalistico" basato sulla classificazione.
Un modello
La tavola periodica degli stili di visualizzazione
http://www.visual-literacy.org/periodic_table/periodic_table.html
Un'emulazione
Tavola periodica degli elementi della frase
http://www.symbaloo.com/mix/tavolaperiodicainfieri
L'abbecedario
Per individuare parole-chiave con contenuti da approfondire.
Un modello
Una semplice immagine che circola da anni su Facebook.
Un'emulazione
Attività a distanza
http://cadeosestuamicivirtuali.blogspot.it/
Lo scaffale virtuale
Scheumorfismo digitale e metafore per la rappresentazione "visuale" dei lavori svolti dai ragazzi: vediamo degli esempi.
Web-app o Software online:
in genere previa registrazione permettono di:
- creare contenuti (anche a più mani),
- salvarli (nel cloud e anche su pc),
- condividerli e pubblicarli.
Un modello
http://www.anobii.com
Un'emulazione
http://geeksestu3.blogspot.it/p/i-nostri-booklet-su-calameo.html
La scrivania virtuale
Una visione d'insieme su diverse risorse cliccabili.
Un modello
La scrivania di JFK
Un'emulazione
Scrivanie virtuali per iTEC3
http://microsites.jfklibrary.org/presidentsdesk
http://bricks.maieutiche.economia.unitn.it/?p=3437
Un modello
http://www.digitalvaults.org/
Un'emulazione
La bacheca con post-it
http://linoit.com/users/annaritavizzari/canvases/Agenda%20di%20Luigi%20XIV
Che cosa sono
Modelli ed emulazioni
La "non adozione", in solitaria,
del libro di testo di Geografia.
Il sito alternativo
Pro e contro? Eccone alcuni...
Grossa mole di lavoro da sola (produzione di materiali originali che non contengano immagini con copyright) monetizzabile come molto più consistente del risparmio dei genitori.
Futura "resa dei conti" con le prove per classi parallele (introdotte dopo la non adozione).
Linearità nello studio di alcuni alunni (quelli più tecnologici, paradossalmente: il padre di uno di loro parla di "sbobinare la lezione").
Nuova sfida professionale e culturale.
Soluzione
L'unico è che collaborino tutti i docenti della stessa disciplina. Non è lavoro per lupi solitari ma per Dipartimenti Disciplinari.
L'anno prossimo dovremmo fare così.
Da consultazione:
repertori di risorse creati da me
Il blog creato ad hoc: http://www.lavagnataquotidiana.org
Archivio virtuale dei materiali e dei repertori: http://www.pearltrees.com/vizzanna/metarepertorio-repertorio/id13412650
Creiamo dei gruppi
Collaboriamo in una bacheca
Collaborare su un'immagine
Attività da svolgere
Nota per me --> link per il docente:
http://teamup.aalto.fi/?class_key=ArcoLab&teacher=1424112319405
1) Digita questo url:
http://teamup.aalto.fi/?class_key=ArcoLab
2) Scegli un numero-studente e scàttati una foto per identificarti.
3) Ora concordiamo le vostre caratteristiche per creare i gruppi.
Attività da svolgere
Attività da svolgere
1) Digita
http://padlet.com/vizzanna/arcolalab (password: liguria)
2) Inserisci un post-it sul seguente argomento: Pompei
Inserisci da un url
Carica un allegato
Cattura da webcam
Scrivi seguendo le indicazioni
1) digita sul browser
http://tinyurl.com/domuslab
2) "modifica" per inserire un TAG, dipende dal dispositivo:
Facciamo il quiz
Attività da svolgere
3) digitare il codice della room: vizzanna (la teacher deve attivare il quiz prima)
2) student login
1) App Student o http://www.socrative.com
4) inserire il proprio nome
5) rispondere alle domande.
(utile per: fare un brainstorming, raccogliere contenuti su una tematica, ricavarne un giornale in pdf etc.)
(utile per: inserire didascalie esplicative su tavole iconografiche o chiose a testi trasformati in immagini)
(utile per: fare quiz, giochi e verifiche)
Grazie!
Twittiamo?
hashtag:
#arcolalab
menzione:
@latiranna
Il menu di Twitter cambia a seconda dei dispositivi.
Twittiamo?
@latiranna
Che cosa pensi della non adozione di un libro di testo?
Twittiamo?
@latiranna
Il nostro BYOD qui e ora: scatta una foto (di dettagli, senza visi) e twittala con un commento.
Twittiamo?
@latiranna
C'è un webware che usi in modo particolare? Perché?
- se hai iPad o Tablet Android, aggiungi tag nuovi,
- se hai uno smartphone Android, modifica i tag esistenti.
L'App non fa collaborare ma solo caricare nuove immagini, per cui useremo il browser.
A volte il sistema impedisce la collaborazione sincrona (può capitare anche adesso): in genere va meglio per quella asincrona.
Per questo ora, in sincrono, proveremo due opzioni.
1a opzione:
Contribuire su immagine altrui
1) fai registrazione e/o login,
2a opzione:
Caricare immagine propria
2) segui questi passi:
Cerca
Aggiorna
Carica immagine
Invio
dell'immagine
(tutto il resto si può fare solo dal broswer, non dall'app).
Scegli l'immagine
Partecipazione attiva degli studenti che davvero costruiscono le conoscenze per tutta la classe.
Personalizzazione
del percorso, sempre nell'ottica delle Indicazioni Nazionali
Mettendo le mani avanti...
Potremmo avere delle difficoltà (tecniche o di connessione) che accadono anche in classe.

Significa che questo laboratorio sarà realistico: docente e alunni collaborano nella gestione dei problemi.

E, poiché le tecnologie devono aiutare e non ostacolare, le si possono anche accantonare momentaneamente.
hashtag:
#arcolalab
hashtag:
#arcolalab
hashtag:
#arcolalab
https://tagboard.com/arcolalab/search
Bacheca che raccoglierà i nostri tweet con hashtag #arcolalab
Esperienza in corso
https://geocompetenze.wordpress.com
Domanda
Il suo plusvalore
Passaggio di testimone?
Tutta colpa del BYOD
LIM e BYOD
Se il computer della LIM non è connesso?
Se abbiamo la connessione
Twittiamo?
@latiranna
Quale attività hai preferito fra quelle svolte? Perché?
hashtag:
#arcolalab
La mia Terza dell'anno scorso, quella del 1° BYOD!
https://tagboard.com/arcolalab/search
Che cosa vedremo questo pomeriggio?
Ci siamo fermati qui: grazie allo stimolante dibattito, le 3 ore sono volate via. Il resto non è stato trattato.
Grazie!
Full transcript