Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

L'EMIGRAZIONE ITALIANA

No description
by

mara beber

on 19 November 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of L'EMIGRAZIONE ITALIANA

QUANDO
PERCHE'
CHI
DOVE
CONSEGUENZE
Persone provenienti dalle zone
più povere d’Italia:
- MEZZOGIORNO
- VENETO
- FRIULI
EMIGRAZIONE

trasferimento di persone in
un Paese straniero in cerca
di lavoro o per motivi politici

COSA?
Espatri dalle regioni italiane 1901 - 1915
Totale espatriati = 8.768.680
fonte: Centro studi emigrazione - Roma 1978
Espatri dalle regioni italiane 1876 - 1900
Totale espatriati = 5.257.830

fonte: Centro studi emigrazione - Roma 1978
Nessun Paese d'Europa contava alla fine del secolo scorso e nei primi anni del Novecento tanti emigranti come l'Italia.

130.000 all'anno nel 1880
540.000 nel 1901
872.000 nel 1913.
Il viaggio

Ci voleva quasi un mese per l’arrivo a New York.

Il viaggio di traversata spesso era effettuato con navi vecchie e malandate, adibite anche al trasporto di merci, con i ponti e le stive sovraffollate di persone, in condizioni igieniche disastrose. Così accadeva facilmente che scoppiassero epidemie e che alcune persone morissero durante il viaggio per le malattie, la fame o per soffocamento.
- VITA MIGLIORE PER CHI RESTA
- VITA MIGLIORE PERCHI EMIGRA

- MANCANZA DI LAVORATORI
GIOVANI E CAPACI

- RALLENTAMENTO DELLO SVILUPPO
ECONOMICO

Emigravano verso:

USA
ARGENTINA

AUSTRALIA
CANADA
PAESI EUROPEI

Emigrazione italiana per regione 1876-1900, 1901-1915

La seconda fase della storia dell'emigrazione italiana:
i primi anni del Novecento
Gli impieghi
USA
- manovalanza poco qualificata
- costruzione di strade e ferrovie
- raramente in agricoltura
. impossibile contadini indipendenti.

Brasile e in Argentina
- in agricoltura
- proprietari di aziende indipendenti
CRESCITA POPOLAZIONE
(2° rivoluzione industriale
+progresso medicina =
migliori condizioni di vita)


CRISI AGRICOLTURA
L'EMIGRAZIONE ITALIANA
Fine 1800
Inizi 1900

Gli emigranti spesso erano convinti a partire da:
- lettere inviate da qualche parente o compaesano, - propaganda dei numerosi "agenti" d'emigrazione, talvolta persone senza scrupoli, che approfittavano della disperazione e dell'ignoranza delle persone per compiere truffe a loro danno.
Le navi a vapore salpavano
dai porti di Genova e Napoli.
Leonardo
Sciascia
Il lungo
viaggio
Questione
immigrazione oggi
Mamma mia, dammi 100 lire
Ellis Island
https://www.ellisisland.org/
Chi?
in Italia
nordafricani, europei dell'est
mediorientali
asiatici (cinesi), latinoamericani
Perchè?
Povertà
Guerra
Lavoro
Dove?
Nord Italia
(perchè + lavoro)
Quanto?
4,8% di stranieri
Vantaggi?
- Utili in certi lavori manuali
- Utili per ringiovanire la popolazione (figli)
Svantaggi?
- lavoro nero o malavita per i clandestini
- diffidenza e paure
- difficoltà a gestire grandi numeri di immigrati
Full transcript