Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Ricomincio Slow: turismo e tradizioni in Trexenta

Presentazione della mia tesi di Laurea
by

Ilenia Atzori

on 5 May 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Ricomincio Slow: turismo e tradizioni in Trexenta

Turismo e tradizioni in Trexenta
Ricomincio Slow
Progetto che comprende:
1. Un itinerario turistico, costruito in un’ottica Slow Tourism;
2. Una proposta per una struttura ricettiva quale l’Albergo Diffuso, che recuperi la specificità architettonica della Trexenta
-segue l’evoluzione delle tipologie tombali in Trexenta, dall’età prenuragica (IV Millennio a.C.) all’epoca Romana (IV secolo d.C.);

- suggerisce una rete fra la Trexenta ed i territori limitrofi: per completare il quadro storico delle sepolture bisogna visitare due complessi archeologici situati a Goni (Sarrabus-Gerrei) ed Orroli (Sarcidano);
Itinerario:
L’Albergo Diffuso:
- recupererebbe le numerose abitazioni abbandonate, fornendo i posti letto necessari all’ospitalità, senza dover costruire nuove strutture;

- sarebbe in armonia con le altre costruzioni del nostro centro storico
Com'è stata costruita questa tesi?
Si compone di tre parti, seguite dalle conclusioni e da un'appendice ("Pensieri sparsi sulla terra cruda" dell'architetto Noemi Casula)...vediamone i dettagli!
Prima parte: check risorse
non trovandomi in Sardegna, ho dovuto lavorare al territorio in cui sono cresciuta soprattutto attraverso il filtro di internet
fonti utilizzate:
- “Viaggio in Trexenta”
- canali internet ufficiali (regionali e comunali)
Ho dovuto vestire alternativamente i panni del turista e dell’operatore turistico
Risultati:
- informazioni non sempre aggiornate, spesso frammentarie o inesistenti
- Scarsa attenzione per la valorizzazione delle proprie risorse da parte dei Comuni
Rischio maggiore:
Un turista potrebbe rivolgere altrove la propria attenzione
Fonte principalmente utilizzata:
“Senorbì, note per una storia” di Mons. Antioco Piseddu
Integrazione con ricordi ed esperienze personali
II parte: Sviluppo e storia Trexenta attraverso sviluppo e storia Senorbì
1. Opinioni su intero elaborato;

2. Progetto ArcHeritage, critiche personali:
- più coinvolgimento locali
- la necropoli di Ortacesus è ancora ancora chiusa al termine del progetto!
- più dialogo tra istituzioni, operatori e residenti
Conclusioni:
III parte:
Presentazione itinerario, partendo dall’idea di turismo che mi sono costruita negli anni
Necropoli viste come specchio della storia del territorio;
l'obiettivo di questo lavoro è ottenere due risultati:
- residenti:
più consapevolezza
stimolo per nuove attività o recupero vecchie
- turisti:
interesse verso interno
interesse verso turismo destagionalizzato
Albergo Diffuso
- recupero case abbandonate (intervista a Dall’Ara)
- valorizzazione làdini (intervista ad arch. Noemi Casula)
Full transcript