Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Etichettatura dei Prodotti Alimentari - Reg.UE 1169/11

L'aggiornamento della legislazione sull'etichettatura obbliga ad alcune variazioni nelle modalità con cui si etichettano gli alimenti. Variazioni più incisive per prodotti confezionati disciplinati direttamente dal regolamento e modeste per gli sfusi
by

Aurelio Trevisi

on 4 February 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Etichettatura dei Prodotti Alimentari - Reg.UE 1169/11

Allergeni non evidenziati
Manca QUID prugna
Scadenza invece del TMC
e dal 13-12-16 info nutriz.
Qualche esempio
prima e dopo
i Prodotti sfusi che vengono individuati e definiti come quelli:
1. non preconfezionati in quanto offerti in vendita al consumatore finale o alle collettività senza confezione;
2. confezionati sui luoghi di vendita su richiesta del consumatore o generalmente venduti previo frazionamento, anche se originariamente preconfezionati;
3. preconfezionati sui luoghi di vendita ai fini della vendita a libero servizio, definiti "preincartati"
muniti di un
apposito cartello
, o altro sistema equivalente, applicato ai recipienti che li contengono oppure nei comparti in cui sono esposti,
da tenere bene in vista e a disposizione dell'acquirente
, su cui riportare le informazioni obbligatorie
a.
denominazione dell’alimento
;
b.
elenco degli ingredienti con allergeni in evidenza
(grassetto o sottolineati o maiuscolo ecc), cioè le stesse modalità dei prodotti confezionati;
c.
condizioni di conservazione per i prodotti deperibili
;
d. la data di scadenza per le paste fresche ripiene e non (legge dei 5 giorni DPR n. 187 del 9/2/2001
e. il titolo alcolometrico volumico per bevande con alcol superiore a 1,2% in volume;
f. la percentuale di glassatura, considerata tara, per i prodotti ittici congelati glassati;
g. le prescrizioni particolari per i prodotti della pesca e dell’acquacoltura
h.
la designazione «decongelato», nel caso di alimenti venduti decongelati
i. eventuali altre indicazioni obbligatorie prescritte, per singole categorie di prodotti da altra normativa specifica
--
indicazione sulla presenza di allergeni
(nelle stesse modalità dei prodotti confezionati, ovvero evidenziati)
Rispetto alla legislazione vigente vengono aggiunti:
-- prescrizioni di cui al regolamento 1379/2013 per i
prodotti della pesca e dell'acquacoltura
cui esso si applica; (ovvero:
denominazione commerciale
della specie e il suo
nome scientifico
; il
metodo di produzione
, la
zona
in cui il prodotto è stato catturato o allevato; se il prodotto è stato
scongelato
; il termine minimo di conservazione, se necessario)
-- designazione "
decongelato
" nel caso di alimenti che sono stati congelati prima della vendita e sono venduti decongelati
Prodotti alimentari Preincartati

preconfezionati sui luoghi di vendita ai fini della vendita a libero servizio
Dovranno riportare su un'etichetta o sul preincarto le seguenti informazioni
a. la
denominazione
dell’alimento;
b. la
quantità
netta;
c. la
data in cui il prodotto è stato preincartato
nel punto vendita;
d. indicazioni del termine minimo di conservazione o della
data di scadenza

e. l’indicazione eventuali
allergeni

ATTENZIONE: per l'inserimentodegli allergeni nelle etichette dei prodotti preincartati si sta discutendo di una deroga di un anno
ciò non toglie l'obbligo delle informazioni al momento della vendita su un cartello o registro
ALTRA NOTA INTERESSANTE:
La bozza attuale prevede inoltre la possibilità che i prodotti preincartati siano posti in vendita nei medesimi banchi o spazi in cui sono esposti i prodotti preconfezionati, a condizione che siano distinti mediante l'impiego di appositi separatori o cartelli
Prodotti della gelateria, pasticceria, panetteria e gastronomia
devono essere aggiunti gli allergeni
minime modifiche
si può continuare ad utilizzare il
CARTELLO UNICO DEGLI INGREDIENTI
oppure il LIBRO INGREDIENTI
con la semplice aggiunta (evidenziata) degli
ingredienti con ALLERGENI
è possibile anche avvisare sul cartello che il prodotto contiene allergeni che possono poi essere consultati / visionati in apposito libro o registro
Prodotti non preconfezionati
serviti dalle collettività

somministrazione e ristorazione
obbligo di riportare l'indicazione degli allergeni su menù o registro o apposito cartello o altro sistema equivalente, da tenere bene in vista, prima che l'alimento venga servito al consumatore
Le collettività sono
"qualunque struttura (compreso un veicolo o un banco di vendita fisso o mobile), come ristoranti, mense, scuole, ospedali e imprese di ristorazione in cui, nel quadro di un'attività imprenditoriale, sono preparati alimenti destinati al consumo immediato da parte del consumatore finale".
Forniture – rapporti business to business (b2b)
a. la denominazione dell’alimento;
b. l’elenco ingredienti comprensivo di allergeni (evidenziati)
c. responsabile commerciale
d. lotto
non si applica l’obbligo di riportare le indicazioni in lingua italiana
Le informazioni devono essere sugli imballi oppure su un documento di accompagnamento
ENTRATA IN VIGORE
PRODOTTI CONFEZIONATI 13/12/2014
INFO NUTRIZIONALI 13/12/2016
PRODOTTI SFUSI --> 90 gg dopo pubblicazione decreto
PREINCARTATI -->
forse
dopo un anno
per allergeni in etichetta
La contaminazione accidentale non viene considerata nel regolamento
Sarà frutto di futuri provvedimenti
GRAZIE
e BUON
ETICHETTA
a TUTTI
Focus sui prodotti non confezionati
in attesa di una normativa nazionale
per ora abbiamo solo una bozza
La nuova etichettatura dei prodotti alimentari
ESEMPI
Modalità errata di indicazione degli allergeni
non "FARINA di grano tenero" ma "farina di GRANO tenero
modalità corretta
OVERVIEW GENERALE DEI PRINCIPALI CAMBIAMENTI
dott. Aurelio Trevisi

cell. 347-0649887
fax 0522.0151314
web www.3dquaser.it
mail a.trevisi@3dquaser.it
mail info@3dquaser.it
mail aurelio.trevisi@gmail.com
REGGIO EMILIA DICEMBRE 2014
Full transcript