Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

RUGGENTI, CRITICI, NUOVI: gli anni Venti attraverso il romanzo

No description
by

Romano Guatteri

on 26 June 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of RUGGENTI, CRITICI, NUOVI: gli anni Venti attraverso il romanzo

Gli anni Venti attraverso il romanzo
RUGGENTI, CRITICI, NUOVI
Società conflittuale
L'uomo, mistero da indagare
Tecniche non tradizionali
Il tempo soggettivo
La società americana degli anni Venti (o anni ruggenti), vissuta in prima persona da Fitzgerald e abilmente ritratta in The Great Gatsby, si rivela illusoria: lo testimonia la vita dell'autore e del personaggio.
Svevo vive a Trieste e la ama come crocevia di culture. La scelta di usare uno pseudonimo che si riferisce sia all'Italia e che alla mitteleuropa testimonia la fusione di queste identità. Anche la lingua ne risente.
Joyce didn't take part to the Irish fight for independence and considered himself more European than Irish. In his novel Dublin is precisely described in its moral paralysis.
L'uomo, che si guarda dentro, è un mistero che neanche la psicanalisi può effettivamente sciogliere.
The characters are presented through their thoughts. Human nature is represented by the protagonists in two aspects: intellect (Stephen Dedalus) and flesh (Molly Bloom). Leopold Bloom, uniting the extremes, is the whole of mankind.
Joyce produced a new type of model. He uses several different techniques to express the free course of human mind (he added musical score, lists, play scripts...). The most important development is in the stream of consciousness.
Già il titolo ci avvicina al personaggio principale, che attraverso il narratore, Nick Carraway, scopriamo lungo il libro. Nick è osservatore della psiche degli altri personaggi e noi con lui. Ma alla fine continuiamo a chiederci "Chi è Gatsby?".
La prosa di Fitzgerald diventa quasi poetica e passa attraverso il narratore. Lo scrittore esprime così la brillantezza e contemporaneamente l'evanescenza del sogno americano, con una rappresentazione concreta e sognante, simile a quella di Chagall.
Il personaggio di Svevo, Zeno, ci appare inattendibile, grazie all'introduzione del diario psicoanalitico che lui non vuole scrivere, indirizzato a un destinatario che lui non stima (il Dottor S.).
Il cambiamento nella percezione del tempo è legato a tutti gli altri aspetti. La teoria della relatività di Einstein è l'apice di questo mutamento.
Il tempo è percepito soggettivamente, cambia a seconda dell'osservatore.
E' Nick Carraway, il narratore, a spiegare come il tempo sia trascorso in modo inusuale. Il passato ha grande importanza nelle vicende di Gatsby e come tema generale del romanzo.
Il diario ha una struttura diacronico-sincronica. I capitoli sono divisi secondo diversi temi analizzati lungo tutta la vita di Zeno.
Il fumo
La morte di mio padre
La storia del mio matrimonio
La moglie e l'amante
Storia di un'associazione commerciale
Psico-analisi
The time is subjective and follows mind passages. It's an interior time: a sensation or a feeling can drive the character's attention to a thing or event in a different time.
This is expressed using the epiphany and it's frequent during the stream of consciousness.
"Gatsby, che rappresentava tutto ciò per cui io provavo un disprezzo totale."
"Le luci si fanno più luminose mentre la terra s'allontana barcollando dal sole, e adesso l'orchestra sta suonando musica gialla da cocktail, e il coro delle voci si fa di un tono più alto. Il riso si fa più facile di minuto in minuto, spillato con prodigalità, lasciato in mancia a ogni parola spiritosa."
"Vide qualcosa di tremendo nella stessa semplicità che non riusciva a capire."
"Era gente sbadata, Tom e Daisy - rompevano cose e persone e poi si ritiravano nei loro soldi e nella loro enorme noncuranza o qualunque cosa fosse che li teneva insieme, e lasciavano che fossero altri a pulire lo sporco che lasciavano..."
"Attraversammo un atrio spazioso ed entrammo in un salone luminoso color rosa, fragilmente legato alla casa da porte finestre ad ogni lato. Le finestre erano socchiuse e luccicavano bianche contro l'erba fresca che sembrava crescere fin dentro casa."
"E' una valle di cenere: una fantastica fattoria dove le ceneri crescono come frumento creando alture e colline e giardini grotteschi; dove le ceneri prendono forma di case e camini e fili di fumo, e, infine, con uno sforzo trascendente, di uomini che si muovono confusamente e in procinto di sgretolarsi nell'aria polverosa."
"Era uno di quei rari sorrisi dotati di eterna rassicurazione [...]. Fronteggiava - o sembrava fronteggiare - l'intero mondo esteriore per un istante, e poi si concentrava su di
te
con un irresistibile pregiudizio a tuo favore. Ti capiva fin dove volevi essere capito, credeva in te fin dove ti sarebbe piaciuto credere in te, e ti assicurava di avere ricevuto da te esattamente l'impressione migliore che speravi di dare.
"Jordan Baker evitava istintivamente uomini intelligenti e furbi e adesso capivo perché si sentiva più al sicuro in un ambiente dove le infrazioni a un codice erano ritenute impossibili. Era incurabilmente disonesta."
"Voleva nientemeno che Daisy andasse da Tom e gli dicesse: “Non ti ho mai amato“."
Rileggendo quello che ho scritto finora, vedo che ho dato l'impressione di essere stato preso da eventi di tre notti lontane diverse settimane tra loro. Al contrario, sono state eventi casuali in un'estate pena"
"“Non puoi rivivere il passato“. “Non si può rivivere il passato?“, esclamò incredulo. “Certo che si può!“."
"Così remiamo, barche contro corrente, risospinti senza sosta nel passato."
"Si chiamava Guido Speier. [...] Cortesemente egli mi disse che riconosceva che al nome tutti potevano crederlo tale. Invece i documenti della sua famiglia provavano ch'essa era italiana da varii secoli. Egli parlava il toscano con grande naturalezza mentre io e Ada eravamo condannati al nostro dialettaccio."
"Debbo scusarmi di aver indotto il mio paziente a scrivere la sua autobiografia; gli studiosi di psico-analisi arricceranno il naso a tanta novità. [...] Dottor S."
"Dal Maggio dell'anno scorso non avevo più toccato questo libercolo. Ecco che dalla Svizzera il dottor S. mi scrive pregandomi di mandargli quanto avessi ancora annotato."
"Good puzzle would be cross Dublin wihout passing a pub."
"I want to give a picture of Dublin so complete that if the city suddenly disappeared from the earth it could be reconstructed out of my book." (Said in conversation with Frank Budgen, Zurich, 1918)
"Mr Leopold Bloom ate with relish the inner organs of beasts and fowls. He liked thick giblet soup, nutty gizzards, a stuffed roast heart, liverslices fried with crustcrumbs, fried hencods' roes."
"Far away a donkey brayed. Rain. No such ass. Never see a dead one, they say. Shame of death. Also poor papa went away."
"...and the sailor playing all birds fly and I say stoop and washing up dishes they called it on the pier and sentry in front of the governors house..."
The sins of your past are rising against you. Many. Hundreds.

THE SINS OF THE PAST
(In a medley of voices.) He went through a form of clandestine marriage with at least one woman in the shadow of the Black Church.
"The task I set myself technically in writing a book from eighteen different points of view and in as many styles, all apparently unknown or undiscovered by my fellow tradesmen, that and the nature of the legend chosen[,] would be enough to upset anyone’s mental balance."(Letter to Harriet Shaw Weaver, 24 June 1921; Selected Letters, 1975)
"Avviene di ricordarsi con più fervore del passato quando il presente acquista un'importanza maggiore."
"Ecco che ho registrata l'origine della sozza abitudine e (chissà?) forse ne sono già guarito."
"Insomma io, accanto a lui, rappresentavo la forza e talvolta penso che la scomparsa di quella debolezza, che mi elevava, fu sentita da me come una diminuzione."
"Ma io avevo mescolato tanto intimamente la realtà ai sogni che non riuscivo a convincermi ch'essa mai m'avesse baciata."
"Cominciò con una scoperta che mi stupì: io amavo Augusta e lei amava me,"
Bibliografia e videografia:
Italo Svevo,
La coscienza di Zeno
, Bilbioteca economica Newton.
James Joyce,
Ulisse
, Mondadori.
F. Scott Fitzgerald,
Il grande Gatsby
, Newton Compton.
C. Bologna, P. Rocchi,
Rosa fresca aulentissima
, vol. 6, Loescher.
M. Spiazzi, M. Tavella,
Only Connect... New Directions
, vol. 3, Zanichelli.
Svevo,
Scritti su Joyce
, a cura di G. Mazzacurati.
video: Angelo Cacciola Donati,
Dagli anni ruggenti alla crisi del 1929: una macchina che smise di funzionare
Full transcript