Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

La musica nel Medioevo

No description
by

Clarissa Sudano

on 20 March 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of La musica nel Medioevo

La musica nel Medioevo
Il
Medioevo Europeo
è un periodo storico che copre circa mille anni, dal 476 (caduta dell'Impero Romano d'Occidente) al 1492 (scoperta dell'America).
Alto Medioevo
(secoli V-X): Società dominata dai signori feudali e dal clero; ruolo fondamentale dei monasteri nella produzione di una nuova cultura legata ai valori cristiani.
Basso Medioevo
(secoli XI-XV): Rinascita delle città e del commercio; borghesia come nuova classe sociale; nascita delle prime Università; Arte romanica e stile gotico.
La
SALMODIA
: intonazione dei salmi, si svolgeva in forma:
-
antifonale
, quando si alternavano due cori
-
responsoriale
, quando il coro si alternava al solista.
S. Gregorio Magno
(540-604), papa dal 590, raccolse i canti sacri in un
Antifonario
(libro che raccoglie le antifone, cioè i canti liturgici). Istituì la
schola cantorum
(= scuola dei cantori), che aiutò a diffondere in tutto il mondo cristiano l'Antifonario. Il canto della Chiesa si chiamò, da allora, "
canto gregoriano
".
Caratteristiche del Canto Gregoriano
A partire dal secolo X - si sviluppa la
POLIFONIA
L'unico documento di musica profana che ci sia giunto è la raccolta di canti degli studenti universitari tedeschi intitolata
Carmina Burana
: risale all'XI-XII secolo e ha per tema il gioco, il vino, l'amore e l'ottimismo dei giovani. Alcuni testi dei
Carmina Burana
sono stati musicati nel 1937 da Carl Orff.
Nel XIV secolo in Francia si sviluppò
l'ars nova
, che aveva come forme tipiche:
- la
ballata
, da cantare e danzare;
- la
caccia
, brano che aveva per testo episodi di caccia;
- il
madrigale
, composizione di carattere pastorale o amoroso su un testo poetico.
La musica profana
- Stile
monodico
: eseguito da più voci all'unisono;

-
Non è accompagnato
da strumenti musicali;

- La melodia non è divisa in battute perché il
ritmo è libero
, cioè prevale l'accento della parola;

- Prima della nascita della scrittura musicale (anno Mille), la
melodia veniva tramandata oralmente
;

- Il testo è in
lingua latina
.
La polifonia è una
combinazione simultanea di più voci
, nella quale ciascuna voce svolge un
disegno melodico indipendente
. Le prime forme polifoniche sacre furono chiamate
organum.

Le forme polifoniche erano attuate con il
contrappunto
, cioè "punto contro punto", "nota contro nota".
Il primo esempio di messa polifonica fu la
Messe de Notre-Dame
di Guillaume de Machault (1300-1377).
Full transcript