Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

L'AQUILA SIGNORINA RACCONTA ENRICO FERMI

No description
by

Enrico Martinuz

on 29 March 2017

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of L'AQUILA SIGNORINA RACCONTA ENRICO FERMI

Gruppo di collaboratori: Rasetti, al quale si aggiunsero Segrè, Amaldi, Majorana e Pontecorvo.

L'AQUILA SIGNORINA RACCONTA ENRICO FERMI
Roma, 1901 - Chicago 1954
Studia al liceo ed entra alla normale di Pisa
Studia in modo autonomo lavori di fisica moderna Fisico autodidatta!
Si laurea con una tesi sui raggi X
Pubblica "La statistica di Fermi"
Acquisizione di una grande fama
Teoria ed esperimento inseparabili
Nuova prospettiva: STUDIO DEL NUCLEO ATOMICO
(1933, scoperta del
neutrone
1934, scoperta della
radioattività provocata bombardando nuclei stabili con particelle alfa
)

Neutroni: "proiettili" più efficaci poichè non dotati di carica elettrica
Scoperta della grande efficacia dei
neutroni lenti

(ottenuti per collisione dei neutroni veloci con nuclei leggeri, soprattutto idrogeno) nel produrre le reazioni nucleari.
1938, Stoccolma Premio Nobel
1944 Scoperta la fissione nucleare
In fisica nucleare la fissione o scissione nucleare è un processo in cui il nucleo di un elemento chimico pesante (ad esempio uranio-235) decade in frammenti di minori dimensioni, ovvero in nuclei di atomi a numero atomico inferiore, con emissione di una grande quantità di energia e radioattività

realizzazione del primo reattore nucleare
Nel 1945 si espresse contro l'uso della bomba atomica su bersagli civili
1945, studio sulle particelle elementari
1951, studio sperimentale della collisione pione-protone
primo stato isobarico del nucleone
Il 29 novembre 1954 Fermi morì di tumore dello stomaco
Uno dei fisici moderni più completi
NEUTRONE
Particella priva di carica elettrica
Massa di 1,67 x 10 -27
Bombarda lamine di berillio con particelle alfa
Emissione radiazioni secondarie che non risentivano nè di un campo elettrico nè di un campo magnetico

Ripetè l'esperimento su altri materiali
NEUTRONE
NEUTRONI LENTI
Neutroni che, portati a collidere con nuclei stabili leggeri (idrogeno), "rallentano" la loro corsa poichè i nuclei leggeri non producono reazioni nucleari. In questo modo si aumenta la probabilità di collisione una volta che l'esperimento verrà eseguito con nuclei pesanti.
ACQUA BUON MODERATORE
FISSIONE NUCLEARE
L'uranio 235 colpito dal neutrone lento, si fissiona in bario e cripto e 3 neutroni. i 3 neutroni sono neutroni veloci. con l'uso di un mezzo moderatore, che può essere l'acqua, i 3 neutroni possono essere utilizzati per colpire altri nuclei di uranio 235 e dare il via a una reazione a catena. Il
REATTORE NUCLEARE

si basa su questo principio
, presentando un processo di fissione nucleare controllata.

L'alto tasso di energia derivato dalla fissione è spiegabile attraverso l'equazione di Einstein E = mc2 perchè paragonando la massa dei reagenti (uranio + neutrone) con la massa dei prodotti (neutroni + bario + cripto) si nota un difetto di massa. I prodotti quindi pesano meno dei reagenti. Questa massa è stata convertita in energia. La velocità della luce è il cosiddetto tasso di cambio.
Colpendo un nucleo stabile con un neutrone, il nucleo va incontro a decadimento beta. Al termine del processo il numero atomico dell'elemento sarà aumentato di 1.
Ma l'ultimo elemento?
Mussolinio?
Coniugi
Curie
Full transcript