Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

La Rivoluzione Russa

No description
by

Annarosa Marberio

on 27 April 2017

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of La Rivoluzione Russa

La Rivoluzione Russa...
...e lo Stalinismo
Lo zar Nicola II tenta l'intervento armato, ma i soldati che avevano ricevuto l'ordine si unirono agli operai.
2 marzo 1917
Lo zar abdica a favore del fratello Michele, il quale si rifiuta di salire al trono.
Viene formato un governo provvisorio di stampo liberale, guidato dal principe L'Vov.
Il governo provvisorio:
avrebbe dovuto avviare al più presto la convocazione di una
assemblea costituente;
decide di rimanere in guerra;
abolisce la censura e la pena di morte;
proclama la libertà di culto e la fine dei privilegi aristocratici;

PREMESSE
La Rivoluzione russa fu un evento di portata epocale che ebbe luogo tra il febbraio e l'ottobre del 1917;
Si passò dall'abbattimento del regime zarista al primo "sistema politico comunista" della storia che ben presto si tramutò in una dittatura.
La Rivoluzione di febbraio
Situazione russa:
Il 23 febbraio 1917 viene proclamato uno sciopero generale che coinvolse gran parte degli operai della capitale.
Guerra aggrava la già pessima situazione economica del paese;
La partenza dei contadini dalle campagne per recarsi al fronte aveva generato una profonda
crisi agricola
;
Cominciano a mancare i beni di prima necessità: si dovette ricorrere al
razionamento del pane;
Nelle campagne, i contadini rimasti vivevano in condizioni di enorme miseria: l'abolizione della servitù della gleba non aveva migliorato la situazione;
Le poche industrie, in crisi, licenziavano gli operai;
La prima delle due rivoluzioni ebbe origine a Pietrogrado nel febbraio del 1914.
Pietrogrado
=
San Pietroburgo.
I Russi la ribattezzano utilizzando la parola "
grad
" (in russo: città) e non il corrispettivo tedesco "
burg
".
In pochi giorni il paese è scosso dalla rivolta e lo zar, di fatto, si vede privato di ogni autorità, poichè tutti si rifiutavano di eseguire i suoi ordini.
Parallelamente rinascevano i
SOVIET
nei quali trovavano voce operai, contadini e soldati e che contendevano il potere al governo provvisorio di L'vov.
SOVIET:
Termine russo che significa "consiglio"; assemblee formate da rappresentanti dei lavoratori eletti a suffragio universale.
4 aprile 1917
Ritorna a Pietrogrado, dopo l'esilio, il
bolscevìco Lenin.
Sin dalla sua nascita il Partito socialdemocratico russo (basato sulle idee marxiste) si era spaccato in due correnti:
menscevìchi
= maggioranza; convinti della necessità di un cambiamento sociale da attuare tramite riforme moderate affidate ad un governo democratico;
bolscevìchi=
minoranza; era necessario un sovvertimento totale della realtà sociale russa attraverso una
rivoluzione.

Pubblica un documento noto come
TESI D'APRILE
in cui teorizza il programma politico bolscevico, in opposizione al governo menscevico guidato da
Kerenski
, che aveva appena sostituito L'vov.
Tesi di Aprile:
Tutto il potere ai soviet;
Ritiro dalla guerra;
Confisca delle terre dei proprietari fondiari e affidamento ai soviet dei contadini --> formazione di comunità agricole collettive;
nazionalizzazione delle banche;
nazionalizzazione di tutte le industrie;
Le tesi di Aprile generano una nuova ondata di rivolte.
I bolscevichi aizzano la folla e, ancora una volta, le rivolte vengono soppresse nel sangue.
Kerenski si era comportato esattamente come lo zar.
Ad aggravare ancor di più la situazione : la guerra prosguiva e con esiti disastrosi.
COLPO DI STATO
24/25 ottobre 1917
Le truppe bolsceviche,
guardie rosse
, occupano tutti i punti strategici di Pietrogrado (poste, telegrafi, stazioni ferroviarie, banche, ministeri) compreso il Palazzo d'Inverno (residenza degli zar e poi del governo provvisorio );
Il governo provvisorio cessa di esistere senza alcuna resistenza e Karenski è costretto a fuggire;
Si forma un governo rivoluniozionario sovietico : basato sul potere dei soviet bolscevichi;
Questi eventi passano alla storia come
RIVOLUZIONE D'OTTOBRE
.
Uno dei primi provvedimenti di Lenin fu quello di uscire dal conflitto mondiale.
Dicembre 1917: armistizio.
Marzo 1918: trattati di pace con la Germania.
Pagamento di un risarcimento di guerra ;
rinuncia ai Paesi Baltici, Finlandia, Polonia e all'Ucraina;
Condizioni ritenute gravi: territori importanti da un punto di vista economico --> perdita di campi e risorse minerarie;
Lenin le accetta perchè prevede la sconfitta dei tedeschi nella guerra.
Altri provvedimenti del governo:
Nazionalizzazione delle banche;
Soppressione della stampa contraria al nuovo governo;
Creazione della Ceka, una polizia incaricata di idividuare e imprigionare gli oppositori di Lenin;
abolizione di tutti gli altri partiti russi;
I
soviet
vengono

desautorati;
Di fatto nasce una dittatura del partito bolscevico che assume il nome di PARTITO COMUNISTA SOVIETICO.
Per combattere questa dittatura e le condizioni di pace ritenute troppo permissive:
Si scatena una vera e propria GUERRA CIVILE tra le Armate Rosse bolsceviche e le Armate bianche, stenitrici di un ritorno ad un governo liberale o addirittura allo zarismo.
Mandano aiuti alle Armate bianche anche alcune potenze europee ed internazionali come inglesi, francesi e gli statunitensi, impauriti da un possibile diffondersi in europa delle idee bolsceviche.
La guerra civile si protrae fino al 1921 e causa più di 7 milioni di morti.
Entrambe le armate avevano scatenato il Terrore (rappresaglie, fucilazioni, violenze e requisizioni)

La vittoria finale andò ai bolscevichi i quali potevano contare sull'appoggio delle folle contadine che accettavano di buon grado la rivoluzione che aveva assegnato loro delle terre e in più temevano il ritorno al potere dello zar.
L'intera famiglia Romanov fu giustiziata per paura che diventassero il punto di riferimento dei contro-rivoluzionari.
Quello che avrebbe dovuto essere un movimento di massa, proletario ed egualitario si trasformò in un regime dittatoriale fondato sulla repressione e sul sospetto.
Lenin proclamò il COMUNISMO DI GUERRA : abolizione della proprietà privata. Lo stato poteva requisire prodotti agricoli, fabbriche, abitazioni ecc...
Un situazione di tale tensione non poteva però essere sostenuta a lungo: se voleva consolidarsi, il regime bolscevico doveva restituire ai russi mi gliori condizioni di vita materiale. Lenin lo comprese appieno e assunse una decisione clamorosa, superando l’opposizione di quanti nel partito auspicavano la socializzazione radicale e immediata dell’economia. Nel marzo 1921, al congresso del partito comunista sovietico, vietò tutte le correnti interne e impose ai compagni la
NUOVA POLITICA ECONOMICA
rimasta in vigore fino al 1928

NEP:
Nazionalizzazione delle industrie più grandi, delle banche, dei trasporti e dei commerci con l'estero;
Privatizzaizone delle piccole e medie imprese (quelle con meno di 20 addetti);
Riammesso il libero commercio;
Buoni risultati:
cessazione della carestia;
riavvio dell'agricoltura e dell'industria;
le banche, seppure controllate dallo stato, concedono dei prestiti;
Dicembre del 1922
Per unire le diverse etnie che abitavano gli immensi territori russi viene scelto il FEDERALISMO
Viene creata l'URSS : Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche.
Federazione che riuniva quattro repubbliche slave principali (Russia, Ucraina, Georgia e Bielorussia) e altre repubbliche minori.
L'autorità sovrana di tutta la federazione rimaneva il
Congresso dei Soviet dell'Unione;
La federazione scelse come vessillo la bandiera rossa con la falce, il martello e la stella ( Stato sovietico);
Nello stesso anno, Lenin si ammala (ictus). Comincia ad abbandonare progressivamente la politica:
tra i suoi collaboratori si apre un'aspra lotta per la successione.
IN OPPOSIZIONE A
TROCKIJ
Si sviluppano due linee politiche alternative
Applicazione del motto marxista: "Proletari di tutto il mondo unitevi!";
Finanziare e armare la
rivoluzione permanente
in tutta Europa e nel mondo;
Distruzione globale del capitalismo e affermazione del
COMUNISMO
.
Capo delle Armate Rosse dal 1917.
Stalin
L'Urss devencentrarsi sul consolidamento del comunismo solo nell'Unione;
Realizzare il progetto econimico di Marx: lo
stato socialista deve essere forte e basarsi sull'industria gestita da una classe operaia compatta e unita;
Segretario del Partito Comunista dell'Unione Sovietica
Stalin riesce ad imporre la sua autorità sia grazie alla sua posizione di Segretario del partito, sia riuscendo ad allontanare i suoi oppositori politici: TrockiJ viene deposto dal suo incarico nel
1927
, mandato in esilio e ucciso da un sicario nel 1940.
Dal 1927 comincia lo STALINISMO : controllo e gestione dell'URSS da parte di Stalin.
PRIMO OBIETTIVO: avviare le industrie per non rimanere indietro rispetto alle altre potenze mondiali.
La NEP aveva funzionato, ma non ai livelli voluti da Stalin.
Tutto ciò sarebbe dovuto avvenire a qualsiasi costo e in pochi anni :
INDUSTRIALIZZAZIONE A TAPPE FORZATE.
1928: abolizione della NEP e della proprietà privata;
Vara un piano di produzione quinquennale (GOSPLAN) che dopo cinque anni avrebbe dovuto portare l'industria ai livelli europei;
Comincia una campagna di PROPAGANDA per convincere la popolazione della convenienza del suo piano;
Colletivizzazione dell'agricoltura per l'alimentazione degli operai nelle città;
Conseguenze:
Rivolta dei kulaki (agricoltori che erano riusciti a conquistare un pezzo di terra);
Deportazione dei kulaki nei gulag (campi di lavoro forzato);
Viene trascurata l'industria leggera (alimentazione, tessile ecc...) a favore dell'industria pesante (acciaio, ferro ecc...);
Grave carestia (1932);
Nasce lo stachanovismo;
Aleksej Stachanov era un minatore che a metà degli anni trenta divenne un simbolo dell’ideale lavoratore sovietico battendo ripetutamente i record individuali di estrazione del carbone durante un turno di lavoro: lo «stachanovismo» divenne allora un modello seguito in tutta l’URSS e ampiamente propagandato dal regime.
COMPLETO TRADIMENTO DELL'IDEALE MARXISTA: che fine aveva fatto il benessere della classe operaia se, chi veniva premiato, era colui che tralasciava il benessere fisico e psicologico per per produrre sempre di più?
Full transcript