The Internet belongs to everyone. Let’s keep it that way.

Protect Net Neutrality
Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

La psicologia della salute

Elaborato del corso di Psicologia della salute e bioetica [95008] - Università degli Studi di Bergamo a.a. 2016/2017.
by

Martina Doneda

on 10 January 2017

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of La psicologia della salute

La psicologia della salute
Where,
when, who?
Caratteristiche fondative
Mainstream Health Psychology
Spiegazione dei
comportamenti
di salute
Relazione tra
personalità
e salute
Relazione tra
stili di vita
e qualità della stessa
Benessere
soggettivo
Benessere collettivo
Stress
e
coping
Compliance
Prevenzione
e
promozione
della salute
Cosa è la psicologia della salute?
“[...] è l’insieme dei contributi specifici (scientifici, professionali, formativi) della disciplina psicologica alla
promozione
e al
mantenimento

della salute
, alla
prevenzione
e al
trattamento

della malattia
e all’identificazione dei correlati eziologici, diagnostici della salute, della malattia e delle disfunzioni associale. Un ulteriore obiettivo consiste nell’analisi e miglioramento del sistema di cura della salute e nell’
elaborazione delle politiche
della salute.”
Origini ed orizzonti critici
Martina Doneda, matr. 1040722 ITS
Joseph Matarazzo, 1980-82
Corso di psicologia della salute e bioetica a.a. 2016/2017
Perché una psicologia specifica per la salute?
Trasformazione dello scenario epidemiologico
Tre stagioni storiche
Crisi del paradigma biomedico
Crescente pressione socioeconomica sui sistemi sanitari
secondo
dopoguerra
1. La stagione della povertà
Industrializzazione
Sovraffollamento
urbano
Precarie condizioni
igieniche e sanitarie
Denutrizione
Il
miglioramento
delle
condizioni igienico-sanitarie
e la
diminuzione
dei
dazi doganali
sulle importazioni di granaglie dall'estero ridussero la mortalità per infezioni e malnutrizione: questo squilibrio nel naturale numero di decessi portò ad una fase successiva delle epoche di salute.
Interessi capitalisti nel ridurre la pressione sociale delle campagne
Pellagra, scorbuto
2. Stagione delle grandi pandemie
Influenza spagnola (1918)
Malattie batteriche
Penicillina
(A. Fleming, 1928)
Vaccino antipolio
(1954/55 B. Sabin)
Debellazione vaiolo
Emergenza nelle aree povere
La mortalità diminuisce ma la natalità no: il risultato netto è un'esplosione demografica
Falcidiazione delle età forti della popolazione
3. Stagione degli stili di vita
Incremento del benessere economico complessivo
Specializzazione e tecnologizzazione della scienza biomedica
Centralità degli stili di vita
Eliminazione delle malattie "acute"
Cronicizzazione
delle malattie, diffusione delle
malattie invalidanti
, progressivo
allontanamento delle concause
dal manifestarsi dello stato patologico
primo
dopoguerra
inizio XX secolo
USA,1976
APA -
American Psychological Association
gruppo di lavoro
"Health Psychology"
Orientamento
pragmatico
Debole substrato ideologico
Ovvero risolventesi con sopravvivenza o morte del soggetto
(in %PIL)
Inclusività
Carattere
aggregante
Focus sull'individuo
nel suo
fisico
Behavioural medicine
Social cognition
Scoperte in ambito clinico
Personalità e salute
Secondo (1974) Meyer Friedman e Ray H. Rosenman, esistono due tipi di personalità, ciascuno incline ad una serie di patologie. Studi ulteriori hanno incluso i tipi C e D.
Tipo A
: aggressive e attive, prone ad infarti, CHD, malattie cardiovascolari
Tipo B
: pacate e passive, prone a patologie oncologiche
Tipo C
: (Temoshok e Fox, 1984): passività, trasandate, prone a patologie oncologiche
Tipo D
: (Denollet, Sys, Brutsaert, 1995): tendenza all'introversione e alla tristezza, minor insorgenza di malattie coronariche
Uso di mini-teorie e di modelli comportamentali
Self-efficacy
Collective efficacy
I modelli comportamentali*
Teoria dell'azione ragionata
(M. Fishbein & I. Ajzen, 1975)
*si suppone la razionalità delle persone
Precaution
adoption process
(Neil D. Weinstein, 1988)
Modello delle
emozioni anticipatorie
1. Definizione dello scopo
2. Emozioni anticipatorie relative allo scopo prefissato
3. Determinazione
4. Comportamenti strumentali al fine di raggiungere lo scopo
5. Raggiungimento scopo
6. Emozioni derivanti dal raggiungimento dello scopo
(Bagozzi, Baumgartmere & Pieters, 1998)
La personalità interviene nell'autopercezione dello stato di malattia e nell'automedicazione, che può così risultare erronea
A ciò si collega un approccio prettamente
psicosomatico
, ecco qualche esempio:
Georg Groddeck (1866-1934) sostiene che le patologie sono dovute a contenuti simbolici rimossi
Per William Reich (1897-1957) il cancro è causato da congelamenti emotivi sessualmente sbloccabili
Secondo Franz Alexander (1950) le malattie derivano da sovra o sotto stimolazioni del sistema nervoso autonomo (SNA)
Influenza della psiche sul sistema immunitario
Tutti sono approcci riduzionisti, esattamente come quelli che escludono la personalità dalle cause di malattia. Dagli anni '90, due filoni di ricerca.
Personalità come mediatori emozioni negative che inducono stati di malattia
Fumo
Abuso
di alcohol
Inattività
fisica
Scorretta
alimentazione
Fattori
di rischio

86% delle morti
75% della spesa sanitaria
100% prevenibili
La percentuale di spesa sanitaria cresce, ma l'economia è in contrazione
L'incremento lineare di spesa sanitaria non ha abbassato i tassi di morbidità e mortalità altrettanto linearmente
Le tecnologie mediche sono sempre più sofisticate, diffuse e costose.
Da
diagnosi
e
cura
A
prevenzione
e
riabilitazione
La situazione attuale in Italia
Prevenzione
Primaria
: interventi atti a ridurre i comportamenti a rischio, aspecificatamente nella popolazione
Secondaria
: diagnostica precoce, campagne di sensibilizzazione al monitoraggio personalizzate
Terziaria
: accompagnamento nello stato di malattia al fine di prevenire invalidità od effetti permanenti, riabilitazione
Regioni
ATS
Aziende Tutela Salute
ASST
Aziende Socio Sanitarie del Territorio
Il sistema sanitario nazionale (SSN) nasce con la legge 833 del'78, e dopo varie riforme è così strutturato
AO (Aziende ospedaliere)
Reti territoriali:
POT (Presidi Ospedalieri Territoriali)
PRESST (PREsidi SocioSanitari del Territorio)
AFT (Aggregazioni Funzionali Territoriali)
UCCP (Unità Complesse di Cure Primarie)
Unità di offerta delle cure (RSA...)
Non solo sanità: si occupa anche di
inquinamento
,
territorio
,
counseling
...
http://www.ats-bg.it/
Leggi regionali
lombarde
33/09 e 23/15 spingono verso l'
integrazione
delle politiche sanitarie con quelle sociali, prendendo come unità di riferimento la persona e la
famiglia
per la presa in carico della
persona nel suo complesso...
Promozione della salute
Un aumento dell'
aspettativa
di vita di per sé non ha molto significato, se non è collegato ad una buona
qualità
della stessa, anzi, grava economicamente sul SSN.
Per questo bisogna unire
prevenzione
e
trattamento
mettendo i
singoli
individui
in grado di effettuare scelte di salute
.

Contributo della psicologia della salute
Presa in carico della persona nel suo complesso
(Soft skills
oppure
NTS, Non Technical Skils)
Valutazione multidimensionale dei suoi bisogni
Definizione di piani personalizzati di assistenza e di cura (idoneità psicologica al trapianto)
Promozione e tutela della “salute mentale”
Sostegno psicologico entro i processi “clinici”, anche agli stessi operatori
Integrazione dei servizi sociali destinati alla persona
Responsabilizzazione della persona e della famiglia
Promozione della salute e della prevenzione
Nel sistema delle cure primarie
Integrazione delle funzioni e dei servizi ospedalieri, territoriali, delle unità di offerta socio-sanitaria e con i servizi socio-assistenziali.

Fattori di salute
Individuali
Genetica
Età
Sesso biologico
Stili di vita
Professione
Ambientali
Clima
Inquinamento
Sociali
Condizioni socioeconomiche
Politiche di salute
Disuguaglianze sociali
Interventi di psicologia della salute
Presa in carico della persona nel suo complesso:
soft skills
o NTS -
Non Technical Skills
Valutazione
multidimensionale
dei suoi bisogni
Definizione di piani
personalizzati
di assistenza e di cura (es. idoneità psicologica al trapianto)
Promozione e tutela della “
salute mentale

Sostegno
psicologico entro i processi “clinici", anche agli stessi operatori (es.
burnout
)
Integrazione
dei servizi sociali destinati alla persona
Responsabilizzazione
della persona e della famiglia
Promozione della salute e della
prevenzione
Sistema delle cure primarie
Integrazione delle funzioni e dei servizi ospedalieri, territoriali, delle unità di offerta socio-sanitaria e con i servizi socio-assistenziali.
Non bisogna comunque
colpevolizzare
il paziente della sua malattia.
Locus of control
Misurato con la
Multidimensional Locus of Control Scale
(Wallston
et al
., 1978):
1.
Interno
: "Io controllo la mia salute
2.
Altrui
: "Gli altri (i medici, la mia famiglia) controllano la mia salute
3.
Esterno
: "La mia salute è controllata da Dio/dalla fortuna"
Fisiologica
: come il cervello e il sistema immunitario comunicano
Clinica
: approcci terapeutici;
coping
del dolore
Cognitiva
: modelli comportamentali
Dello
sviluppo
: rapporti stadi di vita/salute
Sociale
: cambiare il comportamento sociale, promozione ed educazione alla salute
Interculturale
: come la salute è vista nelle differenti culture
Aree della psicologia coinvolte
Discipline non psicologiche coinvolte
Antropologia medica
Sociologia medica
Sociologia della salute e della malattia
Etica medica
Politica sociale
Economia della salute
Epidemiologia
Salute pubblica
Medicina
Chirurgia
Dentistica
Dietistica
Infermieristica
Ingegneria
Terapia occupazionale
Terapia riabilitativa
Fisioterapia
Medicina comportamentale
Medicina psicosomatica
[...]
Empowerment!
Fonti
Lezioni del professor P. Braibanti, registrazioni e appunti
Bozza di "
La psicologia della salute nei contesti di cura. Soggettività, comportamenti, tecnologie e organizzazione
" a cura di P. Braibanti, Università degli Studi di Bergamo, 2016.
"
Health Psychology: A critical introduction
" di A. C. Lyons e K. Chamberlain, Cambridge University Press, 2013 e fonti ivi citate.
consultazione di Google e Wikipedia
Suddivisibile in
1. Psicologia della salute
clinica
: all'interno dei sistemi di cura
2. Psicologia della salute
pubblica
: incentrata sulla promozione della salute e prevenzione a livello della popolazione generale
3. Psicologia della salute
comunitaria
: costruita per lavorare con comunità precostituite al fenomeno di salute, ha risvolti sociali
4. Psicologia della salute
critica
: studio critico dei fenomeni di salute, analisi del potere, dell'economia, dei processi sociali, delle strutture e della psicologia della salute stessa
(Marks et al., 2002)
Self-efficacy
Concetto riguardante le aspettative:
Aspettative situazione-risultato
Aspettative azione-risultato
Aspettative di efficacia
E le
tecnologie per la salute?

Etica, coma
farmacologico, fine vita, possibilità terapeutiche al limite dell'esistenza
Rapporto
uomo-macchina in ambito
terapeutico
Tecnologie di prevenzione
Mobile health

e telemedicina
Terapia di malattie croniche e qualità di vita
Simulazione numerica
Full transcript