Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Il palafreniere del re Agilulfo

No description
by

Francesco Sanchini

on 12 February 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Il palafreniere del re Agilulfo

Tematiche
Topos dell'industria
: il palafreniere, pur essendo di bassa estrazione sociale, compete con il re sia sul piano erotico che nell'ingegno. La sua industria non solo glielo permette ma lo rende superiore al proprio sovrano, il quale riconoscerà "l'alto senno" del giovane alla fine della novella.
<< Un pallafrenier giace con la moglie d'Agilulf re, di che Agilulf tacitamente s'accorge; truovalo e tondelo; il tonduto tutti gli altri tonde, e così campa della mala ventura. >>
Il palafreniere:
"uomo quanto a nazione di vilissima condizione, ma per altro da troppo più che da così vil mestiere e della persona bello e grande così come il re fosse".
Agilulfo:

"re de' longobardi" conosciuto "per la vertù e per lo senno".
Teodolinda:
"bellissima donna, savia e onesta molto ma male avventurata in amadore".
Il palafreniere del re Agilulfo
III giornata, II novella.
La regina della giornata è Neifile e il tema da lei scelto riguarda chi ottiene o ritrova una cosa desiderata da tanto tempo, tramite il potere dell'igegno e dell'industria.
Il narratore è Pampinea.
Ambientazione
Tempo:
590-615 d.C.

Luogo:
Pavia, corte longobarda del re Agilulfo;

E' una delle 20 novelle non contemporanee all'epoca di Boccaccio

L'ambiente e i personaggi di questa novella sono giunti all'autore tramite l'Historia Langobardorum di Paolo Diacono
Trama
Un palafreniere del re Agilulfo, umile ma bello nella persona, si innamorò della regina Teodolinda e per conquistarla pensò di ricorrere all'ingegno. Spiò il re ripetutamente e notò che si recava nella camera della regina con un mantello e una torcia sempre alla stessa ora. Così una notte si vestì come il re, andò da Teodolinda ed ebbe un rapporto con lei. Quando si presentò il re, questa chiese perché fosse ritornato ed egli scoprì il tradimento. Pensò dunque, che al colpevole avrebbe dovuto ancora battere forte il cuore. Recatosi nel dormitorio dei servi, individuato il colpevole, decise di umiliarlo pubblicamente e gli tagliò una ciocca di capelli per riconoscerlo il giorno seguente. Il servo, accortosi del piano del re, tagliò una ciocca di capelli a tutti i suoi compagni, e così non venne mai scoperto.
Personaggi
Ripresa delle idee di Andrea Cappellano:
seguendo la poetica dell'amor cortese Boccaccio conferma il potere dell'amore, capace di attraversare ogni classe sociale e di rendere nobile l'animo di ogni uomo.
Rappresentazione della Pavia basso-medievale
Full transcript