Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

DIOCLEZIANO E LA TETRARCHIA

No description
by

Gaia Rattighieri

on 29 April 2017

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of DIOCLEZIANO E LA TETRARCHIA

Tenere il territorio sotto controllo
La tetrarchia - il governo dei quattro
Diocleziano imperatore dal 284 al 305 d.C
DIOCLEZIANO IMPERATORE
Diocleziano
e la tetrarchia

Politica economica di Diocleziano
Un esercito numeroso e costoso
Con il regno di Diocleziano si chiuse il periodo di anarchia militare



Divisioni interne
all'esercito romano
Dal 285 erano presenti due Augusti:
Diocleziano
è l'Augusto d'Oriente, a cui viene affiancato un altro Augusto,
Massimiano
, l'Augusto d'Occidente

Dal 293 un "Cesare" venne affiancato a ciascun Augusto
Galerio
è il Cesare d'Oriente
Costanzo Cloro
è il Cesare d'Occidente

Di fatto l'Impero è diviso in quattro zone d'influenza, due controllate dagli Augusti, due controllate dai Cesari, si ha così la nascita di una tetrarchia
Diocleziano raddoppiò il numero delle Province, che vennero però ridotte di dimensione, passando da 50 a circa 100
le raggruppaòin 12 grandi circoscrizioni
chiamate diocesi
e
Censimento delle Province con valutazione del livello di produttività
A ciascun contadino o lavoratore è assegnata un'imposta fissa, da pagare indipendentemente dalle entrate reali
I contadini vengono obbligati a risiedere sul terreno di lavoro, per evitare lo spopolamento delle campagne
I cittadini produttivi non possono abbandonare la città, e i loro figli devono continuarne l'attività, per evitare che si perdano le tasse imposte sui loro guadagni
Editto dei prezzi: viene fissato il prezzo massimo dei beni e delle prestazioni lavorative
Il Cristianesimo
Ultima grande persecuzione dei cristiani nel 303 d.C.
obbligo di culto pagano per i cristiani
rogo dei libri sacri dei cristiani
martirio dei cristiani che non abiurano


305 d.C. Diocleziano si ritira a Spalato


Lascia anche Massimiano
Galerio e Costanzo Cloro diventano Augusti e a loro volta nominano dei Cesari ad affiancarli
si rese conto che non c'era la possibilità di restaurare l'antico principato, mise in atto varie riforme
A Diocleziano fu affidato l'Oriente, a Galerio tutta l'area Balcanica e Danubiana, Massimiano
ebbe l'Italia e l'Africa, Costanzo la Britannia, la Gallia e la Spagna.
I
tetrarchi
aumentarono il numero delle persone presenti nell'esercito e trasformarono la leva militare in una specie di
imposizione fiscale
, poichè i proprietari terrieri erano obbligati a fornire una parte dei coloni per l'esercito.

Venne aumentata l'importanza dei corpi speciali di cavalleria
Le
DIOCESI
erano territori molto ampi, che potremmo ricondurre alle odierne nazioni europee, che venivano amministrate da un vicario imperiale
In seguito vennero raggruppate in 4 prefetture, al cui capo stava un prefetto
Domiziano proibì la predicazione del Manicheismo, una dottrina nata nell'impero sassanide
Nel 303 ci fu una grandissima persecuzione di cristiani, e i cristiani vennero esclusi da tutte le tipologie di cariche
Full transcript