Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Urban Regeneration

Mapping practices of creative dissent, collaborative art projects at the intersection between public art and new social movements
by

paolo atzori

on 7 May 2010

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Urban Regeneration

Urban Regeneration subjective mapping of practices of creative dissent, collaborative art projects at the intersection between public art and new social movements >examples http://www.citymined.org/aboutus.php http://www.generalizedempowerment.org why? *delineare l'idea di un'ecologia della comunicazione: utilizzare le tecnologie digitali con coscienza critica e consapevolezza etica, verso un uso sostenibile dei media
*sviluppare progetti mirati per attivare ed Integrare nel sistema urbano nuove forme di produzione e rappresentazione culturale peculiari alle tecnologie dell'informazione sociale
*visualizzare su scala adeguata la topologia del network utilizzando tecniche di rappresentazione basate su Mappe Dinamiche Ipertestuali o Datascape
*avviare una ridefinizione del concetto di Sfera Pubblica, considerando le nuove forme di socialità che corrispondono al livello della comunicazione digitale
*riconquistare lo spazio pubblico per veicolare informazioni di pubblica utilità: individuare nel territorio urbano spazi per relazionare località, individui, comunità e flussi globali attraverso l'integrazione di strumenti e tecnologie che consentano una migliore condivisione degli spazi pubblici (sia reali che virtuali)
*programmare interventi di comunicazione nello spazio urbano, utilizzando per un breve periodo i canali dell'informazione metropolitana: rete, televisione, radio, manifesti, etc., per diffondere contenuti di pubblica utilità
*implementare spazi di conoscenza condivisa: creazione di "beni digitali" derivati da attivitá ed informazioni comuni, utilizzando tecnologie Peer2Peer
*stabilire dei canali aperti di comunicazione per la condivisione dell'esperienza urbana da parte di identità diverse e spesso inconciliabili. gdjdjj
Full transcript