Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

La scultura gotica

No description
by

francesca contardo

on 15 March 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of La scultura gotica

Introduzione al Gotico - periodo compreso tra la fine del XII e l'inizio del XVI sec.
- nato nel nord della Francia si sviluppa in tutta Europa
- linee ascensionali, luminosità e realismo figurativo
- ricerca dell'equilibrio dinamico e del verticalismo
- diffusione del disegno per la progettazione di facciate e campanili
- riscoperta della natura nelle figure realistiche ed espressive
- statua-colonna sporgente ad altorilievo con forme allungate e rigide
- ricerca dell'armonia di linee e volumi
- statue dipinte a colori vivaci LA SCULTURA GOTICA Scultura gotica in Francia - apice tra il 1150 e il 1250
- slancio della figura in lunghezza
- attenzione dell'artista al naturalismo
- spigolosità delle forme e dei panneggi
- uso irrequieto degli effetti chiaroscurali Esempi di scultura gotica francese Statue del portale centrale della cattedrale di Reims:
- Visitazione: riferimenti alla scultura classica come il panneggio ricco di pieghe, antico chiasmo nella postura, viso inespressivo e delicato;
- Annunciazione: corpo sottile e allungato, postura poco percepibile, gesti aggraziati, viso sorridente. Nicola Pisano - cassa di forma esagonale
- sette colonne corinzie collegate da archi a tutto sesto trilobati
- colonne in granito rosso e capitelli e basi in marmo bianco
- colonna centrale poggiante su base ornata di figure accovacciate
- ornato con trilobati, capitelli, cornici e leoni stilofori. Pulpito del battistero di Pisa (1260) Pulpito della cattedrale di Siena (1265-1268) - base ottogonale
- sugli spigoli le figure sporgono maggiormente che nei pannelli
- il pulpito poggia su nove colonne con capitelli in stile corinzio
- quattro colonne laterali poggianti su leoni stilofori e le altre quattro sul terreno
- zoccolo ottogonale adornato con le figure delle arti liberali e della filosofia
- archi a tutto sesto tribolati Giovanni Pisano Pulpito di Sant'Andrea a Pistoia (1297-1301) - pianta esagonale
- pulpito sostenuto da archi gotici tribolati
- cinque pannelli
- Strage degli Innocenti: composizione giocata su una linea diagonale sull'angolo destro della quale è posto Erode; scena animata da una forte carica di pathos
ricerca del grande effetto drammatico
- pannello con rappresentazione della Crocifissione: il Cristo non ha staticità, si ripiega su sè stesso; esasperata deformazione espressiva dei volti e dei gesti. Il pulpito della cattedrale di Pisa (1302-1310) - riflette il rinnovamento ed il fervore religioso
- scolpiti episodi della Vita di Cristo
- struttura poligonale
- pannelli leggermente ricurvati
- presenza di cariatidi e telamoni
- adozione di mensole
- senso di movimento Arnolfo di Cambio - statua di marmo
- sobrio realismo
- tragica e mortale tragicità
- squadratura dei tratti somatici
- richiami alla maestosità romanica Carlo I d'Angiò (1277) Il Mausoleo del cardinale Guillaume De Bray (1282) - il catafalco accostato alla parete e sormontato da un baldacchino
- volto del cardinale morto realistico
- figura che sembra perdere massa
- composizioni essenziali
- statue di grandi dimensioni collocate nei punti focali
- semplicità della cornice architettonica Ciborio di Santa Cecilia in Trastevere (1293) - scena dell'Annunciazione si trovavano nei lati della base
- 4 colonne sostenenti arcate a tutto sesto
- 4 statue agli angoli
-rappresentati due profeti, 4 evangelisti e 2 figure femminili nei pennacchi
- rosoni sostenuti da angeli nei 4 timpani Bonifacio III - pontefice seduto e beneficente
- semplificazione dei volumi
- struttura piramidale
- una mano a riposo e l'altra nell'atto di benedire Madonna in trono - Vergine seduta
- i piedi poggiano su un cuscino
- mostra il figlio beneficente
- occhi di vetro Blanka Baracetti, Francesca Contardo,Elisa Trevisanut Grazie per
l'attenzione
Full transcript