Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Copy of IL FUMO

No description
by

giulia bertolini

on 10 February 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Copy of IL FUMO

IL FUMO
ADDOLESCENZA E FUMO
I mutamenti esterni e interni che avvengono durante l'adolescenza, generano insicurezza e fragilità nell’adolescente e spiegano la comparsa di atteggiamenti e sentimenti contraddittori: timidezza e comportamenti aggressivi provocatori, sensibilità alternata a durezza, ribellioni e sottomissioni, solitudine, euforia e tristezza.
Durante l'Adolescenza mutano i rapporti sia con i genitori che con i pari. Il rapporto con i genitori comporta un processo di separazione, caratterizzato da tensione e conflittualità. Il gruppo dei pari costituisce un supporto a livello emotivo (distanza emotiva), psicologico (confronto) e comportamentale (identificazione).

STORIA DEL FUMO
EFFETTI DEL FUMO
PERCHÈ SI FUMA?!
Diventare un fumatore è una
scelta che spesso non nasce da reali bisogni.
E' però una scelta che una volta presa è difficile cambiare. In genere si inizia a fumare da adolescenti, per vari motivi che possono essere:
desiderio di apparire affascinante/più grande, per superare difficoltà scolastiche, problemi famigliari, solitudine, noia, depressione, rabbia, senso di ribellione, oppure, per condividere con altri un rituale.
Molti iniziano perché vedono amici o famigliari fumare e continuano per i motivi di cui sopra. Inoltre, solitamente, i fumatori conoscono i rischi legati al fumo, ma tendono a rimuoverli o evitano di pensarci.

ADOLESCENZA= fase dell’età evolutiva, tra la fanciullezza e l’età adulta, caratterizzata da una serie di modificazioni somatiche, neuro-endocrine e psichiche, che accompagnano e seguono l’età puberale. (dizionario Trecani)
Può essere collocata tra gli 11 e i 22 anni. Si può dividere in 3 fasi: -
pre-adolescenza:
compresa tra gli 11 e i 14 anni, caratterizzata dai cambiamenti dello sviluppo fisico;
-
adolescenza
: 14-17 anni caratterizzata dall’identificazione con i coetanei e gli adulti; -
post-adolescenza:
17-22 anni caratterizzata dall’assunzione di un preciso ruolo sociale.
Tali periodi sono influenzati dalle differenze individuali, dal sesso, dalla condizione sociale, lavorativa, economica e dallo studio.
I fumatori nel mondo sono circa un
miliardo e la maggioranza si concentra nelle fasce di popolazione a basso reddito. In Italia fuma circa il
26,2%
della popolazione adulta: il 30% degli uomini e il 22,2% delle donne. Il 55,3% dei fumatori fuma più di 15 sigarette al giorno.
La dipendenza dal fumo è riconosciuta come una condizione patologica.

Per le prime civiltà il fumo era sacro
,
uno strumento puramente religioso. Il tabacco veniva impiegato in vari modi: poteva essere
masticato, sniffato in polvere, usato per i suoi poteri curativi, come gomma da masticare
. Quando Cristoforo Colombo scoprì l'America, portò in Europa la pianta del tabacco, che fu promossa come
pianta medicinale
dall'ambasciatore portoghese Jean Nicot nel 1560. Tuttavia il tabacco venne ben presto consumato abitualmente da marinai e soldati. Nel corso del XVII sec. in Inghilterra l'uso del tabacco si diffuse anche tra gli intellettuali e perfino tra le donne. Le sigarette vere e proprie vennero inventate dai soldati musulmani nel 1832. Durante la Rivoluzione Industriale tutti i Paesi europei cominciarono a produrre le sigarette, che in seguito divennero una sorta di doping per i soldati al fronte. Successivamente furono inventate e sperimentate nuove composizioni di tabacco, più leggere o aromatiche, ma che comunque provocavano effetti di dipendenza. Nonostante le numerose tassazioni sul consumo di tabacco che effettuarono i vari governi, tutti negli anni Cinquanta e Sessanta fumavano. Le sigarette divennero una droga di stato e trasformarono l'usanza sacra e saltuaria del fumo in vizio quotidiano.

Chi non fuma ha un'aspettativa di vita di 10 anni superiore rispetto ai fumatori
-si respira meglio-aumenta la resistenza fisica-migliorano i riflessi-maggiore concentrazione e calma-sonno migliore-diminuisce la possibilità di malattie circolatorie

VANTAGGI DEL NON FUMARE
LA COMPOSIZIONE DELLA SIGARETTA
VARI TIPI DI TABACCO
COME SMETTERE
Le patologie correlate al fumo sono responsabili del
10%
dei decessi nella popolazione adulta. I fumatori sono maggiormente esposti ai seguenti
tumori: della cavità orale, del polmone, dell'esofago, dello stomaco, del pancreas, del colon, della vescica, delle vie urinarie e dei reni
; inoltre si stima che il fumo sia responsabile del 60% delle
malattie cardiovascolari.
Inoltre il fumo è dannoso non solo per i fumatori ma anche per chi sta loro accanto: è quello che si chiama
FUMO PASSIVO
. I rischi che il fumo passivo comporta non sono di poca importanza: il rischio di
cancro ai polmoni è del 30-40% più alto in coloro costantemente esposti a fumo passivo. Le malattie cardiache, asmatiche e respiratorie peggiorano se si vive in ambienti inquinati dal fumo.
Il fumo
nei bambini
causa varie malattie:
bronchite,

bronchiolite, polmonite, sinusiti, faringiti e riniti con tosse e catarro, otiti, asma e riduzione della funzionalità respiratoria.
Nicotina
: agisce sul cervello che ne diventa in breve tempo dipendente;
Monossido di carbonio
: lo stesso contenuto dei gas di scarico delle automobili;
Catrame
: si raccoglie prevalentemente nei polmoni;
Sostanze irritanti
: acetone (usato per rimuovere lo smalto dalle unghie); formaldeide (disinfettante per ambiente); arsenico (veleno); metanolo e butano (combustibili); DDT (insetticida proibito); acido cianidrico (gli USA lo usano nelle esecuzioni capitali).

In Europa, prima della scoperta dell'America, venivano fumate altre sostanze come la marijuana, i Sumeri impiegavano l'oppio, mentre in Oriente si fumava l'hashish. L’oppio si trasformò poi in piaga sociale nella Cina coloniale dove, nella prima metà dell'Ottocento, si scatenò la guerra dell'Oppio.
COSA SI FUMAVA PRIMA DEL TABACCO?
RITI ADOLESCENZIALI
Gli adolescenti, tipicamente, vogliono mettersi alla prova e commettono atti ritenuti trasgressivi o che la famiglia vieta.
L'adolescenza è la tappa prima dell'età adulta, infatti, i ragazzi tendono a mettersi alla prova nel ruolo di adulti: la prima sigaretta, marinare la scuola, le corse in motorino, ecc..
E' proprio questa, infatti, l'età durante la quale è maggiore il rischio di dipendenza (fumo, alcol, droghe).
ADOLESCENZA E...
Negli
UOMINI
, inoltre, il fumo può ridurre la fertilità e, col tempo, può causare problemi di erezione.
Nelle
DONNE
; le donne fumatrici che utilizzano pillole anticoncezionali, hanno una probabilità 10 volte più alta di morire per malattie cardiocircolatorie. Procreazione e gravidanza sono influenzate negativamente dal fumo che danneggia gli organi genitali, il sistema immunitario e influenza il ciclo mestruale. Nelle donne fumatrici la fertilità si riduce di circa un terzo e aumenta del 40% la possibilità di una gravidanza extra-uterina. I componenti del tabacco danneggiano facilmente il feto causando malformazioni, aborto e parto prematuro.

BURLEY. Un tabacco poco dolce, ad alto contenuto di nicotina, a combustione lenta, che ha di per sé poco sapore, è spesso usato come base per gli aromatici oppure per modificare le caratteristiche di combustione di una miscela naturale.
-CAVENDISH. Generalmente un Cavendish è "addolcito" in qualche modo o da una data procedura tecnica o da additivi o da entrambi.
-ATAKIA un tabacco speziato, conciato con fumo di particolari tipi di legno. Il Latakia ha un sapore distintivo "fumoso" e un aroma pungente, quasi di incenso, che alcuni trovano molto gradevole e altri no. Il Latakia aggiunge corpo e spessore al sapore di molte miscele naturali.
ORIENTALI. Per definizione gli Orientali sono quei tabacchi indigeni del Vicino Oriente, inclusi i vari tabacchi turchi e Latakia. Viene coltivato in Turchia, Grecia, Bulgaria e Macedonia. Viene generalmente essiccato esponendolo al sole ed è caratterizzato da un aroma intenso.
PERIQUE.Un altro tabacco speziato che cresce solo nella Louisiana, è sottoposto a pressature estreme che gli consentono di fermentare durante la concia, risultando un tabacco molto potente e di carattere. Analogamente al peperoncino di Cayenna, anche un solo pizzico incide molto sul gusto.
VIRGINIA. Malgrado il nome, i Virginia crescono in numerose località. Ci sono diverse varietà di Virginia, ma tutte caratterizzate da un relativamente alto contenuto di zucchero. I Virginia sono spesso usati come base di miscele di tabacco, ma vengono fumati anche "puri". I Virginia puri subiscono, analogamente ai vini pregiati, dei cambiamenti di sapore in base all'età. Di corposità inferiore rispetto alle miscele orientali, essi hanno una sottile complessità di sapore che li rende i favoriti di molti fumatori esperti.
Tabacco aromatico Fire-cured: Il tabacco aromatico Fire-cured è una varietà di tabacco dall'aroma molto forte che si usa principalmente come ingrediente nella composizione dei tabacchi misti da pipa (pipe blend). Negli Stati uniti viene coltivato principalmente nel Tennessee e nel Kentucky occidentali e in Virginia. Quello cresciuto nelle prime due zone è adoperato anche per produrre tabacco da masticare, da fiuto e sigarette. Ha un sapore molto pieno e lievemente floreale e aggiunge corposità e aroma alle misture.
Tabacco Shade: Si trova nel nord degli Stati Uniti.Molto tempo prima che gli europei arrivassero nella zona, i nativi raccoglievano le piante di tabacco selvatico che crescevano lungo le sponde del fiume Connecticut. Oggi la vallata di questo fiume che si trova a nord di Hartford è nota come Tabacco Valley (valle del tabacco). La varietà che cresce qui è nota come Shade Tobacco (tabacco scuro) e le sue foglie vengono usate per avvolgere alcune delle migliori qualità di sigari del mondo.
-l'
auto-osservazione
, serve a rendere più consapevoli di alcuni comportamenti: bisogna analizzare gli aspetti negativi e positivi del fumo, i costi, la “storia di fumatore” e la composizione delle sigarette fumate; inoltre, sono disponibili molti test per verificare il livello di dipendenza o la motivazione a smettere; infine si può tenere un “diario del fumatore”.
-l'
azione
, smettendo di fumare si verificano i sintomi dell'astinenza, specialmente dopo le prime 24 ore e nei primi 4 giorni, anche se le sensazioni di malessere possono durare per alcuni mesi.

BENEFICI
-in
20 min
. Normale pressione arteriosa;
-in
8 h
. livello normale di ossigeno, si dimezza il livello di nicotina e di monossido di carbonio nel sangue;
-in
24 h
. il monossido di carbonio viene eliminato e i polmoni cominciano ad autodepurarsi da muco e detriti;
-in
48-72 h
. la nicotina viene eliminata e il respiro migliora;
-in
2-12 sett.
Si normalizza la temperatura di mani e piedi, migliora la circolazione sanguigna e la respirazione, la pelle ritorna più luminosa e l'alito più gradevole;
-in
3-12 mesi
, migliorano la tosse e i problemi respiratori e si riduce il rischio di fatali malattie cardiovascolari;
-in
10-15 anni
, il rischio di tumore polmonare è paragonabile a quello in un non fumatore
LE RICADUTE
probabilmente, durante la fase di "allontanamento" dalle sigarette si può cedere alla tentazione, bisogna stare attenti ad alcune circostanze in particolare:
-stati d'animo negativi
-conflitti interpersonali
-pressioni sociali
ATTENZIONE
la nicotina è un anoressizzante (facilita il consumo energetico), quindi, smettendo di fumare è inevitabile
aumentare di peso
. Per evitare un aumento di peso:
-ridurre la quantità di cibo per pasto;
-pasti più frequenti (3-5);
-bere molti liquidi e ridurre l'alcol;
-consumare cibi con poche calorie
-mangiare meno dolci;
-mangiare più frutta e verdura;
-aumentare l'attività fisica.
COSA DICONO LE LEGGI
1934: DR n.2616 art. 25: divieto vendita tabacchi ai minori di 16 anni
1962: L165: divieto pubblicità diretta prodotti da fumo
1975: L584: divieto fumo in determinati luoghi e su mezzi di trasporto pubblicità
1983: DL n.4: divieto pubblicità prodotti da fumo (diretta e indiretta); i proventi destinati a programmi di informazione, educazione e ricerca sul fumo
1989: Direttiva CEE/CEEA/CE n.622 sull'etichettatura dei prodotti del tabacco
1990: D.P.R. 309 art.104: promozione di studi e ricerche relative al tabacco e di corsi di educazione alla salute
1991: D.M. n.425: divieto pubblicità televisiva anche indiretta
1992: L142: divieto di commercializzazione sigarette con contenuto di catrame (condensato di fumo greggio anidro, esente da nicotina) superiore a 12mg.
1994: L146: divieto di commerciare alcuni prodotti del tabacco per uso orale e disposizioni relative all'etichettatura dei prodotti da fumo, conformi alle disposizioni dell'UE; si fissa anche la sanzione amministrativa: da 3 a 90 milioni
1995: Direttiva Ministeriale: divieto di fumo in locali della Pubblica Amministrazione cioè tutti gli uffici e i locali destinati a ricevere continuativamente il pubblico, quali segreterie, sale di attesa e ingressi.
1996: Sentenza n.399: fissa misure per la tutela della salute dei non fumatori contro i danni del fumo passivo sul luogo di lavoro
1998: Approvazione Direttiva CEE che vieta ogni forma di pubblicità o sponsorizzazione
2001: Circolare Ministero Sanità n.4: interpretazione e applicazione delle leggi vigenti relative al fumo.
www.spiderscribe.net/app/?b7c99e3dbe6b0c4d3d05f53c6ba39966

RIASSUMIAMO...
GRAZIE PER L'ATTENZIONE
LIBRO...
Full transcript