Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

IL MEDIOEVO

No description
by

susanne lenz

on 13 September 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of IL MEDIOEVO

PERIODIZZAZIONE
Il Medioevo è una delle quattro grandi epoche (antica, medievale, moderna e contemporanea) in cui viene tradizionalmente suddivisa la storia dell'Europa. Comprende il periodo dal V secolo al XV secolo. Segue la Caduta dell'Impero Romano d'Occidente nel 476 e precede l'Età moderna.
Una suddivisione utilizzata è Alto e Basso Medioevo.
Alto Medioevo
Basso Medioevo
"Alto Medioevo" (detto anche, impropriamente, "secoli bui"), che va dal V al X secolo ed è caratterizzato da condizioni economiche disagiate e da continue invasioni da parte di Slavi, Arabi, Normanni e Magiari.
"Basso Medioevo" o "Tardo Medioevo", un periodo intermedio, che vede lo sviluppo di forme di governo basate su signorie e vassallaggio, con la costruzione di castelli e la rinascita della vita nelle città; poi un crescente potere reale e la rinascita di interessi commerciali, specie dopo la peste del XIV secolo.
IL CASTELLO
LE ARMI
IL MEDIOEVO
IL CANONE ESTETICO FEMMINILE
Il corpo della donna deve essere esile e acerbo per dimostrarne la castità e la purezza, con i fianchi stretti, il seno appena abbozzato, ma il ventre prominentre, indice di un futuro fecondo come madre.
Era di moda la bocca piccola e le donne ambivano ad avere occhi grandi e tondeggianti con sopracciglia ad arco e pelle bianchissima.
La chiesa consigliava alle donne di non adornarsi con gioielli e di non cambiare il colore dei capelli, e di non indossare parrucche perchè si temeva che potessero impedire alla benedizione di giungere sulla testa.
IL TRUCCO
Il volto e i denti dovevano essere bianchissimi, le sopracciglia erano rasate del tutto così come la fronte: i volti risultavano quindi privi di intensità, percui le donne ricorrevano ad un velo di rosso sulle gote, mentre le sopracciglia venivano ripassate con il nero.
L'ABBIGLIAMENTO
MITI E LEGGENDE
LA SPADA DELLA ROCCIA
Si narra che un dì l'Inghilterra fiorì
di audaci cavalier;
il buon re morì senza eredi e così
agognaron tutti al poter.
Soltanto un prodigio poté salvar
il regno da guerre e distruzione:
fu la spada nella roccia che un bel dì
laggiù comparì.
L'abbigliamento femminile era composto da tre capi: la camicia, la tunica (o gonnella) e la guarnacca (sopraveste). La camicia era una specie di sottoveste lunga fino ai piedi, priva di bottoni e tasche; su di essa le donne infilavano la tunica, un abito lungo che presentava spacchi profondi sui fianchi per lasciare intravedere la camicia sottostante. La guarnacca era aperta sul davanti con ampie maniche foderate di pelliccia.
Accessori fondamentali erano copricapi e cinture.
ARTE
ALIMENTAZIONE
LA VITA NEL BORGO MEDIEVALE
LA MAGIA
Nel medioevo la magia si divide in due grandi rami: naturale (o magia divina) e demoniaca (o nera). Gli operatori magici si dividono in: alchimista o mago, ovvero colui che interpreta la natura ma nello stesso tempo può anche essere l'operatore dell'occulto; la strega invece è colei che pratica la magia nera sotto il potere di satana.
Nel Medioevo era difficile vivere a causa delle invasioni e di continue guerre tra feudatari. Si viveva in piccoli villaggi protetti dal castello. In caso di pericolo tutti si rifugiavano nel castello che era pronto alla difesa grazie alle imponenti mura, al fossato, alle torri, al ponte levatoio. C'erano molti sistemi per difendersi.
Dalle feritoie gli arcieri e i balestrieri lanciavano le loro frecce.

LA DIFESA
IL FEUDALESIMO
La storia europea fra il X e il XIII secolo è caratterizzata dal sistema del feudalesimo di concezione germanica. Il Feudalesimo era un sistema di organizzazione politica e sociale per il controllo del territorio da parte del sovrano, attraverso una rete di uomini fidati. Il sovrano concedeva un feudo ai suoi uomini fidati, cioè un diritto concesso in cambio di un servizio fornito in modo continuativo. La Società è di tipo feudale e ha una struttura gerarchica a piramide: al vertice dell’autorità e del potere c’è il sovrano da cui dipendono i vassalli (feudatari maggiori). In ordine seguono i valvassori (feudatari minori) e i valvassini. Alla base della piramide si trovano i servi della gleba, i contadini liberi e gli artigiani.
La Cultura feudale era prevalentemente religiosa; la lingua ufficiale è il latino (anche se verso il Mille iniziano a comparire i volgari scritti). La cultura è ristretta a poche persone, gli intellettuali dominanti fino al Mille sono i chierici; ad essi, dopo il Mille, si affiancano gli intellettuali laici e umanisti.
Il sistema feudale determina al tempo stesso l’organizzazione economica, politica e sociale del medioevo


I castelli erano circondati da possenti mura spesso coronate da merli che servivano per riparare i soldati che difendevano il castello nel caso di assalto nemico. Nelle mura si aprivano delle feritoie da dove i castellani scagliavano frecce contro i nemici.
I castelli erano infatti fortificazioni che servivano per la difesa dagli attacchi dei nemici, pertanto erano di solito costruiti in alto sui fianchi o sulla sommità delle colline.
Dal castello si poteva controllare un vasto territorio in modo che i nemici potessero essere avvistati da lontano.
Le mura dei castelli che sorgevano in pianura erano circondate da fossati che, si potevano attraversare solo quando dalle mura veniva abbassata un’alta porta che diventava un ponte e che per questo si chiamava “ponte levatoio”
All’interno delle mura sorgeva di solito la fortezza vera e propria che poteva essere costituita da una o più torri a pianta circolare o quadrangolare.
Nella torre più alta, chiamata “maschio” o “mastio”, vi si trovava di solito l’abitazione del signore.
Questa grossa torre fortificata – di altezza solitamente compresa tra i 12 e i 15 metri, dotata di mura molto spesse e finestre di piccole dimensioni – era destinata a ospitare e proteggere gli abitanti del castello nel caso in cui gli assalitori fossero riusciti ad aprirsi un varco nelle mura esterne: le scorte alimentari e le munizioni che vi erano conservate avrebbero permesso la loro sopravvivenza per molti giorni.
Su un vasto cortile si trovavano i numerosi alloggi dei servi, e degli artigiani: fabbri, falegnami, scalpellini, calzolai, lavoravano nelle botteghe dove fabbricavano tutto quanto era necessario alla vita della comunità.
C’erano anche le stalle, i canili dove venivano tenuti i cani che venivano utilizzati per la caccia, i magazzini, il forno dove si cuoceva il pane, le cantine dove si conservavano le provviste.

LA CHIESA
La Chiesa si trovò a esercitare non solo funzioni spirituali, di conforto e di protezione dei più deboli, ma anche un vero e proprio ruolo politico. Grazie alla sua solida organizzazione gerarchica, il clero aveva acquistato una funzione centrale nella conservazione del ruolo amministrativo, sociale e culturale della compagine imperiale, anche perché era quasi soltanto tra gli uomini di Chiesa che si potevano trovare persone istruite, in grado di svolgere le funzioni un tempo di competenza dello stato. Inoltre i vescovi diventarono un solido punto di riferimento per la popolazione, anche dal punto di vista amministrativo e politico.
IL SACRO GRAAL
Esistono tre possibile ipotesi approcciate al Sacro Graal. La prima considera il Graal la coppa che Gesu' utilizzo' per l'ultima cena; la seconda ipotesi vede il Graal come una coppa utilizzata da Morgana per creare un'esercito immortale e prendere il potere su Camelot; la terza ipotesi invece lo identifica come una pietra caduta dal cielo insieme a lucifero.
LA PESTE NERA
Vita nel
Medioevo
Full transcript