Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Cicerone

No description
by

Giuseppina Cocozza

on 10 May 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Cicerone

Cicerone
Arpino 3 gennaio 106 a.C
Formia 7 dicembre 43 a.C
E' il simbolo della tradizione etico-politica latina!
Le opere:
Le orazioni...
Opere
retoriche
Opere
politiche
Opere
filosofiche
Linea del tempo ...
http://www.timerime.com/es/linea_de_tiempo/2421757/La+vita+di+Cicerone/
Epistolario
Pro Sexto Roscio Amerino ;

Le Verrine;

Pro lege Manilia\ De imperio Gnaei Pompei;
Le Catilinarie;

Pro Murena.
Le orazioni anticlodiane:
Pro Sestio;

Pro Caelio ;

Pro Milone;

Filippiche.

De inventione;
De oratore;
Orator;
Brutus.
De re publica;
De legibus .
Paradoxa Stoicorum;
Hortensius;
De finibus bonorum et malorum;
Tusculanae disputationes;
De officiis;
Cato maior de senectute;
Laelius de amicitia.
Ad familiares;
Ad Atticum;
Ad Quintum fratrem;
Ad Marcum Brutum.
Questo è stato un processo difficile e pericoloso per Cicerone.
Ma grazie alle sue doti da oratore riesce a difendere Roscio,non accusando nessuno tra le potenti figure dell'entourage di Silla,colpevoli dell'omicidio del padre di Sesto Roscio.
Dopo il processo a difesa di Roscio, Cicerone decide di allontanarsi da Roma per alcuni anni (79-77a.C),la ragione di questo viaggio fu anche quella di approfondire lo studio della retorica nelle scuole dell'Asia Minore e di Rodi.
Ritornato dopo la morte di Silla,Cicerone divenne questore in Sicilia(75),dove dovette sostenere l'accusa nel processo contro Verre(difeso da Ortensio Ortalo).Durante il processo Cicerone non riuscì a pronunciare solo una delle due "actiones in Verrem" e la "divinatio in Caecilium".Verre fuggì dall'Italia e fu condannato in contumacia. Successivamente Cicerone pubblicò l'orazione "Actio secunda in Verrem".
Cicerone entra in senato come pretore nel 66,in questo stesso anno attraverso la "Pro lege Manilia" che appoggiava la legge presentata da Manilio,che prevedeva la concessione a Pompeo di poteri straordinari su tutto l'oriente,in realtà sostenere questa legge significava difendere gli interessi degli equites,i quali avevano avviato molte attività commerciali che ora Mitridate minacciava.Cicerone successivamente "ripudia" quest'orazione.
Nel 63 Cicerone è console,durante il consolato pronuncia le 4 "Catilinarie" :
1 Attacca Catilina di fronte al senato;
2 Ritrae Catilina e i suoi seguaci
tra le 2 "Catilinarie" deifese Lucio Licinio Murena
Nel 58 in base ad una legge presentata da Clodio,Cicerone dovette andare in esilio tra Tessalonica e Durazzo.Richiamato nel 57 a Roma dovette difendere Sestio (accusato da Clodio di atti di violenza)
Concordia ordinum...
Consensus omnium bonorum
Nel 56 Cicerone si trova a difendere Marco Celio Rufo,accusato di aver tentato di avvelenare Clodia(sorella di Clodio).
Mos maiorum
Nel 52,dopo l'uccisione di Clodio,Cicerone prende le difese di Milone accusato di quest omicidio. L'orzione non fu pronunciata di fronte ai giudici,poichè si presentarono in aula i "Clodiani" armati e i nervi di Cicerone cedettero di fronte a tale situazione.
Dopo la morte di Cesare,Cicerone voleva indurre il senato a muovere guerra contro Antonio,quindi nel 44 pronunciò contro di lui le "Filippiche".
In gioventù Cicerone inizia un trattato di retorica: il " De inventione".( Eloquenza + sapientia)
Nel 55 compone il "De oratore",è un dialogo fra Marco Antonio e Crasso ambientato però nel 91 nella villa di campagna di un nobile romano,si rifà sicuramente al dialogo platonico ambientato nelle strade ateniesi.In quest'opera Cicerone afferma che il talento,la tecnica oratoria e le regole retoriche non bastano per la formazione di un oratore, è infatti indispensabile una formazione culturale,la probitas e la prudentia.
(Eloquelza+formazione culturale+probitas (integrità)+prudentia (saggezza) )

Nel 46 riprende gli argomenti del "De oratore" e li riassume nell'"Orator".
Nel "Brutus" Cicerone dialoga con Bruto e Attico.Secondo Cicerone ogni situazione richiede un diverso registro linguistico e il successo di un oratore è dato proprio dal successo di fronte all'uditorio.
I tre generi dell'oratoria:
Giudiziario;
deliberativo;
dimostrativo.
Le 5 parti dell'orazione:
Exordium;
propositio;
narratio;

Come si costruisce un'orazione:
Inventio;
dispositio;
elocutio;
memoria;
actio.
argumentatio;
peroratio.
Gli scopi dell'ars dicendi:
Probare\docere; (umile)
delectare; (medio)
movere. (sublime)
Il "De re publica" è un'opera in forma dialogica ambientata nella villa si Scipione Emiliano ,dove vari personaggi discutono per identificare la migliore forma di stato nella costituzione romana.
Monarchia
Aristocrazia
Democrazia
Degenerazioni
Tirannide
Oligarchia
Oclocrazia
A Roma
Consoli (monarchia) +
Senato (aristocrazia) +
Comizi (democrazia) =
Forma mista
Il "De legibus" è un'opera in forma dialogica in cui si discute dei fondamenti del diritto e delle leggi dello stato. Il dialogo avviene nella villa di Cicerone tra Quinto e Attico.
La legge si basa sulla ragione innata--> data da dio;
la tradizione legislativa romana fa riferimento al diritto pontificio e sacrale;
leggi riguardanti i magistrati e le loro competenze
Un'operetta in cui sono esposte le tesi stoiche in contrasto con l'opinione comune.
Un testo quasi del tutto perduto che esortava allo studio della filosofia.
Scopo delle opere filosofiche:
Offrire un riferimento etico-culturale alla classe dirigente romana;
cercare la conseguenza,la ricaduta e la causa dei problemi teoretici;
ricucire il pensiero ellenistico per trarre una struttura ideologica operativa nei confronti della società romana.
Cicerone accoglie l'Accademia e lo stoicismo moderato
rifiuta l'epicureismo e lo stoicismo radicale
E' considerato da alcuni il capolavoro filosofico di Cicerone.L'opera è divisa in 5 libri comprendenti 3 dialoghi in cui tratta del problema del sommo male e del sommo bene,valutando la teoria degli epicurei.degli stoici e dei peripatetici.Cicerone riconosceva che lo stoico forniva la base morale più solida all'impegno dei cittadini verso la collettività.
La morte:
il dolore:
la tristezza;
i turbamenti;
la virtù come garanzia della felicità.
SUMMA
dell'etica antica
(dedicato a Bruto)
Honestum
utile
honestum vs utile
per Cicerone l'utile è conseguenza diretta dell'honestum
(dedicato al figlio Marco)
Cicerone vestendo i panni di un anziano che conserva autorità e prestigio, si rifugia nel passato per proiettarsi nella figura dell'antico Censore.
gusto per l'otium e l'impegno politico
Rievocando la figura di Scipione Emiliano,Lelio ha modo di intrattenere gli interlocutori sulla natura e sul valore dell'amicizia
Giuseppina Cocozza II D
Full transcript