Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

L'arte barbarica

No description
by

Chiara Luce Breccia

on 17 December 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of L'arte barbarica

Linea del tempo

I barbari (da barbaros, balbettante) erano tutti quei popoli non romananizzati.
Essendo nomadi, non avevano la possibilità di trasportare grandi strutture, e quindi la loro produzione artistica riguardò soprattutto le cosiddette arti minori:
La piccola scultura in legno( di cui non restano tracce)
l'orificeria
la decorazione


I barbari
La decorazione
La ornamentazione si riscontra in alcuni Vangeli miniati provenienti dall'Irlanda e datati intorno al 680 d.C.
I coloro usati sono soprattutto il rosso il blu e il verde.
I Vangeli sono 3:
di Durrow
di Lindisfarne
di Kells
Le miniature irlandesi
Caratteri specifici:
Policromia
Frantumazione delle superfici da decorare
L'orificeria
Sitografia
L'arte barbarica
500 d.C
527 d.C
568 d.C
565 d.C
493 d.C
476 d.C
FIBULA A FORMA DI AQUILA
MORTE DI GIUSTINIANO
ARRIVO DEI LONGOBARDI IN ITALIA
CADUTA DELL'IMPERO ROMANO
REGNO OSTROGOTO IN ITALIA
GIUSTINIANO DIVENTA IMPERATORE
Cornice di nastri
a girali e di
labirinti circolari
Astrattismo religioso:
i capelli di Gesù
sono trasformati
in nastri

4 angeli circondano Gesù
Il pavone è simbolo della resurrezione e della vita eterna
Il libro di Kells
Negli anni si susseguirono due diversi stili:
Stile policromo:
- uso di pietre levigate (spesso di colore rosso
o granato incastonate nell'oro
Stile animalistico
-Le figure geometriche invadono tutta la superficie
-Presenta elementi zoomorfi che a seconda del periodo sono stilizzati o realistici
Le fibule
Manufatto simbolo dell'arte barbarica

Motivi a intreccio,a cerchietti o a curve concentriche.
Utilizzo di granati almandini, perle e pietre dure verdi e azzurre
Motivo a croce entro una calotta sferica.
Alveoli quadrangolari e circolari ricolmi di granati rosso cupo
La fibula è stata trovata presso un corredo funebre a San Marino

Era utilizzata soprattutto dalle donne
come ornamento dell'abbigliamento
La croce di Agilulfo
Decorata da pietre preziose e decorazioni di Cristo
I pendenti sono in oro
Era probabilmente incastonata nella corona di Agilulfo
i bordi presentano piccoli rilievi
Bibliografia
''Il Cricco di Teodoro itinerario nell'arte, dall'arte paleocristiana a Giotto'' Terza edizione versione gialla, edizione 2016
https://iragazzidellaprimac.files.wordpress.com/2011/11/l-sto-linea-tempo-ostrogoti-e-renovatio-imperii.gif
http://it.wikipedia.org/wiki/Croce_di_Agilulfo
http://it.wikipedia.org/wiki/Libro_di_Kells#Storia
http://win.leperledelcuore.it/public/forum/topic.asp?TOPIC_ID=23266&whichpage=8
http://it.wikipedia.org/wiki/Arte_barbarica#Caratteristiche
http://www.cultorweb.com/VA/img/The%20Book%20of%20Durrow_Irlanda.jpg
Ornamentazioni vegetali
Motivi a intreccio, a nastri, a festoni
Full transcript