Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

grazia deledda

No description

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of grazia deledda

Ella nacque a Nuoro il 27 settembre 1871,quinta di sette figli e figlie,in una famiglia benestante . Il padre,Giovanni Antonio Deledda,aveva studiato legge ma era un imprenditore. Si interessava di poesia e componeva versi in sardo,aveva fondato una tipografia e stampava una rivista. La madre era Francesca Cambosu.
biografia
temi principali
il bene e il male
la condizione dell'uomo e della sua insondabile natura,lacerata tra bene e male,che agisce entro la limitata scacchiera della vita

sentimento religioso
di fronte al dolore,all'ingiustizia e alle forze del male l'uomo può scegliere il rischio della fede e il mistero di Dio.

personaggi
vengono descritti personaggi da tragedia. Solo chi accetta il limite dell'esistere e conosce la grazia di Dio non teme il proprio destino. Induce il lettore a riflettere.

pietas
partecipazione compassionevole verso tutto ciò che è mortale,come comprensione delle debolezze umane.
stile
il fato
le vite degli uomini sono
canne al vento
e la sorte è concepta come
malvagia sfinge.

il peccato e la colpa
"la coscienza del peccato che si accompagna al tormento della colpa e alla necessità dell'espiazione del castigo,la pulsione primordiale delle passioni e l'imponderabile portata dei suoi difetti,l'ineluttabilità dell'ingiustizia e la fatalità del suo contrario,segnano l'esperienza del vivere di una umanità primitiva,malfamata e dolente,'gettata' in un mondo unico,incontaminato,di ancestrale e paradisiaca bellezza,spazio del mistero e dell'esistenza assoluta"


premio nobel per la letteratura(1926)
Grazia Deledda
Dopo aver frequentato le scuole elementari fino alla classe quarta,Grazia Deledda venne seguita privatamente da un professore che le diede lezioni di italiano,latino e francese. Proseguì la sua formazione da autodidatta. Lo scrittore Enrico Costa per primo comprese il talento della ragazza e la aiutò nei primi anni della sua carriera. Un tumore al seno di cui soffriva da tempo la portò alla morte nel 1936. La sua casa natale,nel centro storico di Nuoro,è adibita a museo.
per la sua potenza di scrittrice ,sostenuta da un alto ideale,che ritrae in forme plastiche la vita quale è nella sua appartata isola natale e che con profondità e con calore tratta problemi di generale interesse umano
temi principali
Grazia Deledda parla dell'isola intesa come luogo mitico e archetipo di tutti i luoghi,terra senza tempo e sentimento di un tempo irrimediabilmente perso. Ella decide di stabilire un ponte tra la propria lingua sarda e quella italiana,è una scrittura moderna che ben si adattava alla narrazione cinematografica.
riconoscimenti
cratere di 32km sul pianeta venere
traghetto che porta il suo nome
il compositore Ignazio Pes le ha dedicato composizioni ispirate a romanzi e poesie
l'artista Maria Lai le ha dedicato il monumento '
omaggio a Grazia Deledda
'
la centrale termoelettrica dell'Enel di Portoscuso porta il suo nome
a Cervia le è stato dedicato un monumento in bronzo di Angelo Biacini
Full transcript