Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Obiettivo adolescenza: conoscere per educare

No description
by

alberto cagnin

on 24 May 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Obiettivo adolescenza: conoscere per educare

Obiettivo adolescenza: conoscere per educare
Pianeta adolescenza

(Prof. Ernesto Gianoli)
I appuntamento
Come riconoscere gli atti di bullismo e affrontarli
II appuntamento
"Bullismo oggi"
Famiglia ed internet:
istruzioni per l'uso
III appuntamento
PRE-ADOLESCENZA: dai 10 ai 14 anni
ADOLESCENZA e
ADOLESCENZA SOCIALE: fino a 40/45 anni
... sono suddivisioni convenzionali...
... ovviamente!
le tre parole che caratterizzano l'adolescenza
identità
sperimentare
separazione
l'adolescente costruisce la sua propria identità,
anche a costo di "opporsi per porsi"
l'adolescente ha bisogno di sperimentare, di provare sensazioni e misurarsi con esse
l'adolescente si allontana dai suoi genitori
tuttavia...
i papà, le mamme,
gli insegnanti e
tutti gli educatori
rappresentano
per l'adolescente:
una base sicura da cui partire
... e un porto sicuro
dove potere
ritornare
PERMESSI
E
REGOLE
di essere
se stessi
di avere un sesso
di essere intimi
diamo poche regole che proteggano
dai pericoli reali
non entrare mai in una macchina in cui il guidatore è ubriaco
non guidare quando sei ubriaco
non drogarti mai e per nessun motivo
...
ad esempio:
ATTENZIONE:
troppe regole possono tarpare le ali all'essenza dell'esperienza, si rischiano conseguenze socialmente letali: le persone possono perdere amore.
L'educatore deve sempre saper
rispondere al bisogno dell'adolescente, che deve
essere da quest'ultimo avvertito ed espresso
QUINDI, cari genitori, insegnanti, allenatori, educatori tutti:
facciamo rete, tutti insieme, per proteggere e accompagnare i nostri ragazzi verso la loro piena realizzazione e felicità!
per concludere:
Con la dott.ssa Maria Negri
Dirigente medico Seps
creare spazi di ascolto e aggregazione
fornire informazioni chiare
lavorare sull'affettività e sulle relazioni







far crescere l'autostima
far sì che
i ragazzi non si sentano invisibili
ai loro genitori
dare sanzioni che tendano al recupero sociale
competizione senza attenzione ai bisogni degli altri
cultura della non responsabilità
cultura del "fregare" gli altri
consumismo sfrenato
complicità dei componenti della famiglia nel giustificarsi a vicenda
incentivazione di comportamenti arroganti e provocatori
difficoltà a porre regole ai ragazzi
difficoltà di negoziazione con i ragazzi
sottovalutazione dei gesti e degli scherzi
visione parziale dei comportamenti
riduzione delle distanze generazionali
Caratteristiche familiari che possono ingenerare atteggiamenti da bulli
Atteggiamenti degli adulti che facilitano
un comportamento da bulli:
fattori
di
prevenzione
Come
"intromettersi"
?
Sì!
No!
non creare clima "interrogatorio", o "caccia alla gang", o "caccia al bullo"
non parlare per sentito dire
non criminalizzare la famiglia del bullo
interventi educativi
ricostruzione di fatti reali
interpellare i diretti interessati
lavorare
in
rete!!
Atteggiamenti sbagliati!
Atteggiamenti corretti:
Pianeta

adolescenza

Bullismo oggi
famiglia

&

internet

con l'ing. Andrea Vianello di Informatici senza frontiere
e
la dott.ssa Monica Bertolin, criminologa
23 maggio 2014
9 maggio 2014
15 maggio 2014
INTERNET è entrata prepontemente
nelle nostre case
nuove
categorie
"emarginati
digitali"
oltre i 55 anni:

immigrati
digitali
tra i 25 e i 55 anni:
nativi digitali
E' il nostro mondo...
...non si torna indietro
un mondo virtuale...
...amplificato dalla potenza di comunicazione
che contraddistingue internet!
La rete non è negativa
è l'uso che ne facciamo
che può diventare
pericoloso
e
scorretto!
serve

CONSAPEVOLEZZA
:

perché

la sicurezza in rete non esiste
serve
RISPETTO DELLA LEGALITA'

perché

anche i minori possono violare le leggi
coinvolgendo così i loro genitori-tutori
Violazione del diritto d'autore
=
pirateria informatica
SENSIBILIZZARE
AI RISCHI
DELLA
NAVIGAZIONE IMPRUDENTE
FRODI
ACQUISTI ON LINE
MATERIALE
PEDOPORNOGRAFICO
medicinali e sostanze dopanti
sigarette
abbigliamento contraffatto
materiale proveniente da malvagi/malati
ma anche
autoprodotto spesso inconsapevolmente
dagli stessi ragazzi
PUBBLICITA' INGANNEVOLE
la pubblicità attira bambini e ragazzi

spesso è veicolo ideale per gli adescamenti
IL DEEP WEB
internet "nascosto"
e pericolosissimo
internet "ufficiale"
sintesi a cura
di Alberto Cagnin
(ad esempio)
Full transcript