Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Le crociate: un'introduzione storica

No description
by

Edoardo Lupi

on 27 January 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Le crociate: un'introduzione storica

LE CROCIATE: UN'INTRODUZIONE
STORICA

di Edoardo Lupi
Il termine
crociata
viene usato per la prima volta all'inizio del Settecento, ben oltre quindi il periodo in cui esse si svolsero: la sua origine deriva dall'incrocio della parola
croisade
(1570 circa) del francese e della parola spagnola
cruzada
, entrambe derivate dal latino
crux
(
croce
).
Le guerre combattute per la liberazione dei luoghi sacri in Terra Santa furono chiamate
crociate
in quanto i soldati portavano una croce cucita sulle vesti, sulle armature, sugli scudi e sugli stendardi.
Tali guerre venivano intese dalla Chiesa e dai soldati come una sorta di pellegrinaggio armato e la croce era il simbolo dei voti contratti.
...etimologia...

La Terra Santa è un territorio compreso fra il Libano e l’Egitto che si affaccia sul Mar Mediterraneo sud-orientale.

La Terra Santa

Al tempo delle crociate la Terra Santa era occupata dai Musulmani: erano molto indeboliti dalle guerre che avevano fatto per la loro espansione e così fra i popoli cristiani maturò l’idea di riprendersi territori come Sicilia e sud della Spagna, fino ad arrivare poi alla Terra Santa.

C’erano due motivi:
apparente
: le crociate furono usate per convincere il popolo, attraverso motivi religiosi, a conquistare la Terra Santa per purificare le anime degli infedeli;
reale
: conquistare la Terra Santa, una zona di grande e fiorente commercio così da appropriarsi di ricchezze e territori extraeuropei.

Col termine
crociate
s'intendono le spedizioni militari e coloniali che i feudatari europei occidentali, appoggiati dal clero cattolico e grazie al sostegno economico dei ceti borghese e militare, condussero prevalentemente nei paesi del Mediterraneo orientale.
Le crociate iniziarono alla fine dell'
XI
sec. e proseguirono sino alla fine del
XIII
sec.
Possiamo sostenere che le crociate furono la prima esperienza di colonialismo cristiano da parte della chiesa cattolica.
PREMESSE


1) I più grandi feudatari (re, duchi, conti, ecc.) che volevano ingrandire i propri possedimenti, aumentare le entrate e consolidare la propria influenza in Europa.

2) I piccoli feudatari (o cavalieri), che costituivano il nucleo meglio organizzato e preparato delle forze militari crociate. Vi partecipavano nel tentativo di procurarsi dei feudi.

3) I mercanti più ricchi di molte città (Venezia, Genova e Pisa), che cercavano d'invadere i mercati del vicino Oriente, eliminando la concorrenza commerciale di Bisanzio e degli arabi.

4) La chiesa cattolica, che era la più grande proprietaria feudale, aveva come scopo quello di sottomettere la chiesa ortodossa, estendendo la propria giurisdizione nell'Europa orientale, e ovviamente quello di cacciare gli islamici dai territori mediorientali e africani: fu essa che si assunse il ruolo di promotrice ideologica delle crociate. Allo stesso tempo la chiesa cattolica intendeva dirottare in Oriente le violenze dei cavalieri Franchi, costantemente impiegati in lotte per il possedimento di feudi.

5) Infine ingenti masse proletarie e affamate che cercavano di uscire dalla miseria e che speravano nella Terra santa di trovare pace e ricchezze.


Cosa portò alle crociate?
Contesto Storico

Chi partecipò alle crociate?
Una mappa per riassumere...
Per riflettere insieme...
Lo storico Alessandro Barbero ci racconta com'erano visti i crociati dai bizantini e dai musulmani nella sua lezione "l'Occidente visto dagli altri".
conclusioni
Attraverso le crociate medievali l'Europa occidentale ha cambiato volto l'importanza del denaro; e, di queste, la più importante è stata la quarta, che ha permesso ai veneziani di monopolizzare i traffici sul Mediterraneo orientale per circa due secoli, fatta salva la compartecipazione della Francia, che aveva sostenuto il principale sforzo bellico contro bizantini e musulmani.
Conclusioni
1) Il risultato di maggior rilievo fu la conquista delle vie commerciali mediterranee, che prima erano controllate da Bisanzio e dai paesi arabi.

2) Le città dell'Italia settentrionale (Venezia, Genova e Pisa) assunsero un ruolo dominante nel commercio con l'Oriente.

3) Si introdussero in Europa occidentale nuove industrie e manifatture e nuove colture agricole.

4) La classe dei feudatari vide aggravarsi la propria crisi, sia perché impiegò molte risorse ottenendo scarsi vantaggi, sia perché contemporaneamente si rafforzò una nuova classe, la borghesia.

5) Le classi popolari, dopo gli innumerevoli sacrifici senza contropartita, si orienteranno verso religioni eretiche, ispirate all'uguaglianza evangelica.

6) I crociati distrussero le ultime tracce di fratellanza tra cattolici e ortodossi e, saccheggiando Costantinopoli, apriranno le porte agli invasori turchi.
Bilancio delle Crociate
Perché si iniziò a combattere?
Il pretesto per scatenare la guerra santa contro gli
infedeli
fu la caduta di Gerusalemme in mano turca (1070). Infatti verso la fine del XI sec. la Siria, la Palestina e quasi tutta l'Asia Minore erano cadute sotto il dominio dei turchi Selgiuchidi, una popolazione di origine mongolica e di religione islamica.
Di conseguenza il pontefice
Urbano II
durante il Concilio di Clermont-Ferrand rispose alla richiesta di aiuto dell’imperatore bizantino, Alessio Comneno, minacciato dai turchi, invitando l’occidente a intervenire militarmente e promettendo la remissione dei peccati con indulgenze plenarie a chiunque partecipasse alle spedizioni militari.
Grazie dell'attenzione e ora buono studio...
Full transcript