Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

World Migration Report

No description
by

Piero Onida

on 14 January 2014

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of World Migration Report

World Migration Report
Introduzione
Approccio e scopo del World Migration Report 2013
Migration and the development agenda
Quali sono i fattori che motivano una migrazione?
Trend Migratori
Area geografica di origine dei migranti
In termini assoluti, la maggior parte dei migranti internazionali è originario dei paesi del Sud,
Le rimesse dei migranti
Studi sulla migrazione: felicità e benessere
Negli ultimi due decenni è cresciuto l'interesse nel misurare la felicità e il benessere delle popolazioni
Fattori di influenza del benessere
La ricerca della ricchezza resta uno degli obbiettivi prevalenti per molti individui, ma "il denaro non compra la felicità"
Dimensioni del benessere dei migranti: la ricerca del Gallup World poll
Campione:
Profilo dei migranti
Aree di interesse
Nord
Sud
Metodologia d'analisi
Confronto fra autovalutazione del benessere dei migranti ed autovalutazione del benessere degli autoctoni
Confronto fra autovalutazione del benessere dei migranti ed autovalutazione del benessere di chi resta nel Paese d'origine (match-stayers)
Definizione di benessere
Benessere individuale
Conclusioni
È cambiato il modo in cui la politica guarda alle migrazioni?
"Molti politici continuano a guardare alle migrazioni internazionali come una minaccia alla sicurezza nazionale più che come un'opportunità di cooperazione e sviluppo. Non esiste una "comunità internazionale" con obiettivi comuni ed interessi in quest'area."
Evoluzione del
dibattito
Dal 2000 in poi
Question time
Castles (1999)
Migrare in cerca di opportunità e migrare per costrizione Chi sceglie di migrare, cosa troverà?
Effetto cumulativo delle migrazioni
I quattro tipi/percorsi di migrazione
Benessere delle popolazioni e dei migranti
Highlights
Le migrazioni influenzano lo sviluppo delle economie Effetti positivi ed implicazioni negative
Fattori Economici
Governance e servizi statali carenti
Squilibrio demografico
Conflitti
Calamità naturali
Ricongiungimenti
Guida al report
Fonti di informazione: Gallup world poll

Introduzione ai successivi capitoli
Dinamiche
Tipo di migrazione (permanente o temporaneo)
Status dei migranti (regolare o irregolare)
Grado di protezione dei diritti dei migranti
Pianificazione dei flussi
Portata dei flussi
Background socio-economico
Connessione tra migrazione e sviluppo
1. Focus sui quattro tipi di movimenti migratori
2. Importanza del benessere e della qualità della vita dei migranti
3. Quadro futuro di sviluppo
Concezione arcaica
Concezione moderna
Sviluppo
Sviluppo umano vs Sviluppo economico
Sviluppo umano non è solo Sud-Nord
Quattro percorsi migratori
Gli spostamenti Sud-Nord costituiscono meno della metà delle migrazioni
Categorizzazione dei Paesi
Benessere dei migranti
Interesse delle autorità politiche: Quattro esempi 1. Quarto Forum economico mondiale OCSE 2. Regno del Bhutan 3. Commissione per la misurazione delle performance economiche e del progresso sociale 4. Il Regno Unito
Diverse accezioni di benessere
Quadro futuro di sviluppo
Indicazioni per il dibattito
Sfide metodologiche
Non esiste una definizione concordata di benessere
Raccolta ed analisi dei dati: ricerche sulla felicità basate su sondaggi autovalutativi
Limiti delle indagini
Costruzione delle domande e loro ordine
Utilità per confronti internazionali inibita dalle diversità culturali
Gran parte della ricerca sulla felicità e sul benessere è condotta nei Paesi ricchi
Mancanza di dati raccolti nel tempo sui medesimi individui (es.: prima e dopo la migrazione)
Alcuni studi sostengono che la misura della felicità sia meno importante rispetto ad indicatori come il PIL pro capite, salute e povertà.

Felicità vista come fattore secondario per i più poveri (Teoria della gerarchia dei bisogni)

Necessità di individuare cosa realmente conti per lo sviluppo
Studio di Easterlin
La felicità aumenta con il crescere del reddito, ma una volta raggiunta una certa soglia la felicità aumenta sempre meno
Possibile spiegazione:
Idea di ricchezza relativa
Legami tra reddito e status sociale

confronto sociale
Teoria della vivibilità
Studio che riafferma il ruolo predominante della ricchezza economica come maggior fattore della felicità
Paesi ricchi più vivibili perchè gli uomini possono soddisfare maggiormente i loro bisogni
Studio di Stevenson e Wolfers
La felicità cambia nel tempo e in tandem con la crescita economica
Fattori relati alla felicità
Ricerche dimostrano che chi è soddisfatto del proprio lavoro è più felice, ma anche essere più felici determina un aumento della soddisfazione lavorativa

Capacità di cambiare le circostanze
Predisposizione genetica
Cambiamento consapevole del proprio stato d'animo
Benessere dei migranti rispetto a quello della popolazione dei Paesi di destinazione
In media meno felici rispetto alla popolazione autoctona (a parità di reddito, salute, istruzione)
Possibilità di raggiungere alto livello di benessere economico, ma perdita di status sociale
Separazione delle famiglie e difficoltà di approccio con le nuove culture
Benessere dei migranti rispetto a quello della popolazione di origine
Differenza di felicità tra chi emigra e chi resta,
a seconda del Paese di origine
Ricerche sugli emigrati dell'Europa dell'est verso ovest, confermano un aumento della felicità rispetto a coloro che restano;
In America Latina, invece, fenomeno dei "frustrati vincenti"
Benessere delle famiglie
Cresce poco se le rimesse contribuiscono
minimamente ad aumentare il livello del reddito

Generalmente i costi della separazione sono compensati dalle rimesse
Circostanze della migrazione
Influenzano nel livello della felicità

Chi migra in ricerca di asilo può vedere o un aumento di felicità o una sua diminuzione a seconda di traumi subiti
Legami tra traumi pre-migrazione e salute mentale nel reinsediamento
Difficoltà post-migrazione: perdita status sociale, difficoltà di insediamento e livello di integrazione nella comunità ospitante
150 Paesi ed aree geografiche (98% della popolazione adulta mondiale)
466.689 adulti (441.901 autoctoni 24.788 migranti di prima generazione)
Variabili: età, sesso, livello di istruzione
Periodo di indagine
2009-2011
Paese d'origine
Durata della permanenza
Differenze di genere
Età
Livello di Istruzione
51 Paesi del Nord
137 Paesi del Sud
newcomers (27%)
long-timers (73%)
Definizione nel Gallup world
poll
Concetto che comprende tutte le dimensioni dello sviluppo umano
Impiego
Relazioni Sociali
Situazione economica individuale
Salute
Benessere nella comunità
Benessere esperienziale
esperienza soggettiva
emozioni, sentimenti
Benessere valutativo
Valutazione individuale dei fattori importanti nella vita di una persona (standard di vita, lavoro, salute ecc.)
Benessere valutativo:
Autovalutazione della vita odierna e futura
Metodologia:
Agli intervistati viene domandato di collocare la loro vita in una scala da 0 (peggiore vita possibile) a 10 (migliore vita possibile
Benessere esperienziale
Esperienze positive e negative durante la giornata
Metodologia:

Agli intervistati viene domandato di esprimersi riguardo ad alcuni sentimenti positivi e negativi che si possono provare durante la giornata (felicità, divertimento, stress, rabbia, ecc.)
Elementi essenziali del benessere
Benessere finanziario
Benessere lavorativo
Benessere nel contesto della carriera lavorativa e dell'impiego
Il benessere finanziario individuale viene valutato attraverso l'analisi della situazione economica personale e l'assetto sociale in cui si vive.
Indicatori
Reddito familiare
Capacità di permettersi beni di prima necessità
Standard di vita:
Grado di soddisfazione
Indicatori
Status occupazionale
e
Soddisfazione lavorativa
Spirito imprenditoriale
Percezione degli ostacoli all'avvio dell'attività lavorativa
Benessere nella comunità
Il benessere della comunità fa riferimento alla qualità delle relazioni nella comunità in cui si vive.
Benessere fisico
Il benessere fisico si riferisce al benessere nel contesto della salute fisica e mentale
Benessere sociale
Il benessere sociale si riferisce al contesto delle relazioni personali e alle reti sociali.
Sicurezza personale
Fiducia nelle istituzioni
Corruzione negli affari
e nel governo
Attaccamento alla comunità e percezione della diversità
Quattro dinamiche migratorie:
Sud-Nord , Sud-Sud , Nord-Nord, Sud-Nord
Secondo la classificazione usata dalla Banca Mondiale, nel 2010, la maggior parte delle migrazioni internazionali è rappresentata dagli spostamenti Sud-Nord (45%), seguita dagli spostamenti fra i paesi del Sud (35%)
ma in termini relativi, sono i paesi del Nord ad avere una quota più alta di emigrati.
Caratteristiche dei migranti:
Genere
La maggior parte dei migranti è di genere maschile, ad eccezione del flusso migratorio Nord-Nord, in cui la maggioranza è di genere femminile.
Rotte migratorie
Su una classifica delle 20 principali rotte migratorie, poco più della metà segue le dinamiche Sud-Sud, poco meno della metà riguarda gli spostamenti Sud-Nord, mentre le restanti rotte comprendono flussi Nord-Nord
Caratteristiche dei migranti:
ETÀ
Al Nord abbiamo una forte prevalenza di immigrati in età lavorativa (25 – 49 anni),
Al Sud gli immigrati sono soprattutto giovani al di sotto dei 24 anni e adulti al di sopra dei 50 anni
Caratteristiche dei migranti:
QUALIFICHE LAVORATIVE
La maggior parte dei migranti, sia al Nord che al Sud, è scarsamente qualificata.
Secondo i dati del DIOC-E (Database on immigrants in non-OECD countries), il 44% dei migranti è poco qualificato, il 33% è mediamente qualificato e il 22% è altamente qualificato.
Focus on:
Migrazioni Nord-Sud
Sebbene il flusso migratorio Nord-Sud rappresenti una piccolissima percentuale del totale, negli ultimi 10 anni vi sono stati diversi dati (non empirici) che evidenziano un forte incremento di questa dinamica migratoria.
Cause:
opportunità economiche,
opportunità di lavoro,
migrazione di ritorno,
migrazione post-pensionamento.
Conseguenze della migrazione Nord-Sud:
Effetti positivi:
Stimolo alle industrie locali,
Apportare capitale umano e capitale finanziario,
Condivisione di conoscenze e tecnologie
Effetti negativi:
Incremento dei prezzi,
Pressione su servizi sociali già deboli.
La dinamica Nord-Sud ha importanti impatti nei paesi di destinazione: sulla cultura, sulla società e sugli individui; ma si tratta di una dinamica ancora poco indagata che richiederà in futuro, maggiori approfondimenti.
La maggiore quota di rimesse viene inviata dai paesi del Nord verso i paesi del Sud, dunque all’interno del flusso migratorio Sud-Nord: i migranti inviano dal 43% al 62% del totale mondiale.
Reti sociali
opportunità di
incontrare persone
avere parenti e
amici su cui contare
in caso di necessità
amici o parenti
in altri Paesi
Soddisfazione salute personale
problemi di salute
che impediscono le
normali attività
soddisfazione
salute personale
soddisfazione
disponibilità e
qualità della
sanità
possedere
un'assicurazione
sanitaria
Benessere dei bambini
In generale, coloro che vivono al Nord sono più ottimisti rispetto a coloro che risiedono al Sud, sia riguardo al rispetto nei confronti dei bambini, sia riguardo le opportunità di apprendimento e di crescita.
Nord
Sud
- i migranti sono più ottimisti dei native- born

-i newcomers sono più ottimisti dei long-timer
( l’ottimismo tende a diminuire col passare del tempo)
- i migranti sono meno ottimisti dei native-born

- i long-timer sono i più pessimisti
World Migration Report
HLD on International Migration and Development
Global Forum on Migration and Development
Controversie nel dibattito
Perchè non si parla di migrazioni nel MDG?
Interessi politici ed economici
Razzismo
Interessi elettorali
Controversie nel dibattito
Benessere o sopravvivenza?
Proposte politiche realizzabili
Realtà dei fatti
Contributions of the report

Contributo teorico fornito dall'economista Daniel Kahneman
Full transcript