Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

L' Essenza Architettonica Del Brunelleschi

No description
by

Luca Giorgetti

on 1 July 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of L' Essenza Architettonica Del Brunelleschi

Il ruolo dela MATEMATICA nella CUPOLA di SANTA MARIA del FIORE
L' ESSENZA ARCHITETTONICA DEL BRUNELLESCHI
H i s t o r i c a l S e t t i n g s
The evolution of the sorrounding walls in the city of Florence
The Andrea Bonaiuto's fresco in Santa Maria Novella (1355 ca) shows us the idea of a round dome before the project by Brunelleschi... That dome couldn't have supported the weight of the lantern!
The complex of Santa Maria del Fiore with Giotto's bell tower and the Batipstery
Filippo di Ser Brunelleschi Lippi
Filippo Brunelleschi (Firenze, 1377 - Firenze, 1446)
"Di ingegno tanto elevato che ben si può dire che ci fu donato dal cielo per dar nuova forma alla architettura"
"Non aveva lettere, ma era dotato di mirabil memoria e ragionava con il naturale della pratica e dell'esperienza"
L'artista scruta la sua opera finalmente compiuta in una scultura del 1834
di
Luigi Pampaloni
L' amico fidato
Donato di Niccolò di Betto Bardi detto il Donatello (Firenze, 1386 – Firenze, 13 dicembre 1466) amico fidato e consigliere di vita per il Brunelleschi, a partire dal 1402 intrepresero assieme un lungo viaggio a Roma per studiare e prendere spunto dall'architettura del mondo antico.
Scultura del Donatello sotto la Loggia degli Uffizi a Firenze
Ritratto di Donatello, anonimo del XVI secolo, Louvre
il GENIO
dell' ORAFO
Metodo di MERY - NAVIER
Lorenzo Ghiberti (Pelago, 1378 – Firenze, 1455)
Scultore e orafo contemporaneo
al Filippo ma sempre in contrasto tra di essi...
Si scontrarono durante la costruzione delle porte per il
Battistero e sebbene il Ghiberti partecipò alla
costruzione della Cupola,
nel 1425 fu licenziato
dal principale progettista.
Luca Giorgetti, classe V B cat - A.S. 2014/2015 - I.T.C.G. A. Oriani, Faenza
L' i n c a r i c o a f f i d a t o
Giorgio Vasari
(Arezzo, 30 luglio 1511 – Firenze, 27 giugno 1574)
Pittore, architetto e storico dell'arte italiano fu la figura chiave delle iniziative promosse da Cosimo I de' Medici, tra cui spiccano la costruzione degli Uffizi, la ristrutturazione di Palazzo Vecchio. Nel 1572 iniziò l'affresco per la Cupola di S.Maria del Fiore
1568

"Si può concludere che il disegno altro non sia che un'apparente espressione e dichiarazione di ciò che si ha nell'animo"

"E fu cosa bella il sentir le strane e diverse openioni in tale materia; perciò che chi diceva di far pilastri murati da ’l piano della terra, per volgervi su gli archi, e tenere le travate per reggere il peso; altri che egli era bene voltarla di spugne, acciò fusse più leggieri il peso: e molti si
accordavano a fare un pilastro in mezzo, e condurla a padiglione [...] Solo Filippo disse che si poteva voltarla senza tanti legni e senza pilastri o terra, con assai minore spesa di tanti archi e facilissimamente senza armadura. "
L'affresco fu terminato da Federico Zuccari, dopo la morte del Vasari
I sistemi costruttivi tra passato e presente e le innovazioni tecnologiche
“L’arco non si romperà se la corda degli archi di fori non toccherà l’arco di dentro”
-Leonardo Da Vinci-
Metodo empirico - grafico De Luc - Deran
per il dimensionamento
dei piedritti
Meccanismo di rottura per scivolamento della parte centrale (De La Hire e De Belidor)
Metodi basati
sulla meccanica del corpo rigido
Meccanismo di rottura flessionale della porzione centrale dell' arco (Coulomb e Mascheroni)
Criteri di Heyman
Comportamento di un arco a tutto sesto sottoposto a compressione
Comportamento di un arco a sesto ribassato che se sovraccaricato sino a rottura si lesiona in chiave all’ intradosso e in due sezione all’ estradosso con un angolo di 60°.
Nel caso in cui i centri delle pressioni S e H nelle tre sezioni di rottura coincidano con i limiti del terzo medio allora le reni formano un angolo < 60° con variazione triangolare del diagramma.
Applicato su archi simmetrici e simmetricamente caricati con lo scopo di individuare il percorso grafico della risultante dei carichi gravanti sull' arco.
Accenno
sul

Prima dell' avvento tecnologico si utilizzavano corde e pesetti
La curva catenaria nei secoli...
per determinarne il profilo cercato. La foto è un modello di Gaudì della Sagrada Familia, ottenuta con una moltitudine di curve catenarie che poi attraverso uno specchio si ribaltava l'immagine e si aveva così la percezione dell' elemento edilizio finito.
Il camminamento fra la Cupola interna
(a destra)
e quella esterna (a sinistra)
La disposizione dei mattoni nella Cupola
I mattoni posti a coltello secondo curve lossodromiche orotogonali, formando le cosiddette corde blande (parallele al piano terra nelle cupole di rotazione)
con andamento
curvilineo.
Il Brunelleschi inventò anche alcune macchine per facilitare le operazioni in cantiere
Il modello di gru a destra non fu inventato da Filippo ma fu Leonardo Da Vinci, il quale ne prese spunto lodando il costruttore della Cupola
La successione di Fibonacci, la spirale logaritimica
e la sezione aurea come si prensentano
in natura...
... in tutte queste immagini
che spaziano dalla più banale pigna
alla galassia, la spirale logaritmica richiama
visivamente
l' attenzione.
La spirale rappresentata nel piano cartesiano
Il rapporto aureo fu introdotto
dai pitagorici
come rapporto tra la diagonale e
il lato del pentagono regolare
- il rapporto fra due lunghezze disuguali, delle quali la maggiore è medio proporzionale tra la minore e la somma delle due -
Ringrazio
i professori qui presenti per l’ascolto, sperando che
l’ ambizione e la dedizione mi portino avanti nel mondo
dell’ architettura...
Full transcript