Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

"Dalla proprietà alla funzione - i beni comuni come via per la partecipazione politica"

Intervento n.1 dell'associazione Democrazia Digitale al convegno "OPEN DATA DAY 2013" tenutosi a Tolentino il 23 febbraio 2013
by

Chiara Scolastica Mosciatti

on 26 February 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of "Dalla proprietà alla funzione - i beni comuni come via per la partecipazione politica"

Tolentino_Castello della Rancia
23 febbraio 2013 OPEN DATA DAY 2013 DEMOCRAZIA DIGITALE 1. Definizione del S.A.L.T.A (Sistema di Acesso Locale alla
Trasparenza Amministrativa) strumento informativo automatizzato atto presentare ai cittadini quanto previsto dalla vigente normativa sugli open data.
2. Pubblicazione del libro "S.A.T.A - per la definizione architetturale di un sistema
di accesso alla trasparenza amministrativa".
3. Proposta di Legge "Disposizione in Materia di pubblicazione e
riutilizzo dei dati e delle informazioni dell'aministrazione regionale".
4. Assistenza e supporto gratuito alle amministrazioni locali, per l'applicazione del
S.A.L.T.A.
5. Creazione dell'evento marchigiano "Open Data Day 2013"
Tolentino 23 Febbraio 2013 ATTIVITA' SVOLTE "DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PUBBLICAZIONE
E RIUTILIZZO DEI DATI E DELLE INFORMAZIONI
DELL'AMMINISTRAZIONE REGIONALE" Open data e trasparenza Cos'è_organismo di volontariato sociale con finalità assistenziali
e di tutela dei diritti civili
Cosa fa_lavora per diffondere la cultura della trasparenza stimolando il dibattito
fra le istituzioni; fornisce supporto tecnico per l'attuazione delle leggi
che richiedono la pubblicazione dei primi open data
Quando è nata_24 Settembre 2012
Dove ha sede_Tolentino (MC)
Perchè opera_per l'attuazione dell'AGENDA DIGITALE ITALIANA Nell'ottobre 2012 il Consigliere Massimo Binci (SEL) risponde per primo al sollecito di Democrazia
Digitale, presentando la proposta di legge dell'associazione. Nella relazione introduttiva il consigliere
Binci parla della "liberazione dei dati" come un'operazione che li renderà BENI COMUNI ossia patrimonio collettivo per la crescita della comunità "DALLA PROPRIETA' ALLA FUNZIONE" i beni comuni come via per la partecipazione politica | dal concetto di proprietà a quello di funzione "IL VALORE DEI BENI COMUNI" Stefano Rodotà, in un articolo apparso il 5 Gennaio 2012 su "La Repubblica", intitolato nota come stia velocemente cambiando il rapporto tra il mondo delle persone e il mondo dei beni, rapporto affidato tradizionalmente alla logica del mercato e quindi mediato dal concetto di proprietà.

La rinnovata attenzione verso il tema dei beni comuni, conseguenza soprattutto dello sforzo di riflessione imposto dalla crisi economica, ha spostato l'attenzione "una novità politica che i partiti soffrono, o avversano." (S. Rodotà "IL VALORE DEI BENI COMUNI" cit.) funzione ormai condivisa a diversi livelli: fornendo quindi gli strumenti per la quinta fase del
processo politico, la l'associazione si configura quindi come naturale officina per la pratica politica, unico strumento per la costruzione della democrazia. FILOSOFICO
intellettuali come Stefano Rodotà e Laura Pennacchi ne parlano da qualche anno

POLITICO
ivi citata la relazione del consigliere Binci

CIVICO
associazioni, iniziative e movimenti nati dal basso per difendere i beni comuni sono ormai frequenti e influenti, e sono capaci di mobilitare i cittadini dando loro continuità l'associazione sollecita le attività di 1. informazione
2. partecipazione
3. controllo
4. progettazione la quale solo grazie ad un percorso che attraversa le 4 fasi precedenti può arrivare ad essere strumento di 5. decisione libera scelta ** keep in touch! <-----that's url!! prezi by
Chiara*Scolastica*Mosciatti
Full transcript