Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Le Farfalle Non Abitano Nel Ghetto (Shoah) (Modificato)

Shoah 27.1.45
by

Manuel ...

on 28 January 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Le Farfalle Non Abitano Nel Ghetto (Shoah) (Modificato)

Da Manuel Seidita
Le Farfalle Non Abitano Nel Ghetto
Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento perchè rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perchè mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali e fui sollevato perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perchè non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me e non c'era rimasto nessuno a protestare. (Bertold Brecht)
Il 24 febbraio 1920, tra i fumi di una birreria, Hitler espose al Partito dei Lavoratori Tedeschi, di cui faceva parte dal luglio 1919, il proprio programma incentrato sull’antisemitismo e sul principio di “ristabilire la disciplina militare e inculcare nuovamente nella truppa i sentimenti nazionali e patriottici”. Nell’aprile 1920 il Partito cambiò nome e divenne Partito Nazionalsocialista dei Lavoratori.
Il programma politico di Hitler era chiaro: egli predicava la superiorità della razza ariana, incarnata dai popoli tedeschi, su tutte le altre. Per raggiungere questo scopo voleva l’annientamento delle razze inferiori che avevano contaminato la purezza germanica e la conquista di uno spazio vitale in cui tornare a far prosperare gli eletti ariani. Con le leggi di Norimberga del 15 settembre 1935, Hitler diede ufficialità alle proprie idee antisemite già espresse nel Mein Kampf. Da quel momento gli ebrei divennero ufficialmente cittadini inferiori per legge e nascita. Numerose furono le leggi che scandirono la loro vita “diversa”, come quella per cui dovevano frequentare solo luoghi a loro riservati (esistevano addirittura panchine solo per ebrei) o quella per cui dovevano premettere ai nomi propri Israel, se maschi, o Sarah, se femmine
Ma la notte tra il 9 e il 10 novembre 1938 venne anche scatenata una vera e propria caccia all’uomo contro gli ebrei, in cui furono bruciate centinaia di sinagoghe, distrutte gran parte delle loro proprietà e uccise 90 persone: dalla quantità dei vetri rotti rimasti per le strade, quella notte fu chiamata “Notte dei cristalli” (Kristallnacht). Da allora ebbero inizio le deportazioni nei campi anche degli ebrei arrestati nel corso delle azioni punitive.
Milioni di ebrei bambini ,uomini ,donne e vecchi furono messi su grandi treni e costretti a lunghi viaggi,senza comunicare loro la destinazione….
Il campo di concentramento di Auschwitz fu uno dei tre campi principali che formavano il complesso concentrazionario situato nelle vicinanze di Auschwitz (in polacco Oświęcim), in Polonia. Facevano parte del complesso anche il campo di sterminio di Birkenau, situato a Birkenau (in polacco Brzezinka), il campo di lavoro di Monowitz, situato a Monowitz, (in polacco Monowice) ed i restanti 45 sottocampi costruiti durante l'occupazione tedesca della Polonia[1].
Il complesso dei campi di Auschwitz[2] svolse un ruolo fondamentale nei progetti di "soluzione finale del problema ebraico" - eufemismo con il quale i nazisti indicarono lo sterminio degli ebrei (nel campo, tuttavia, trovarono la morte anche molte altre categorie di internati) - divenendo rapidamente il più grande ed efficiente centro di sterminio nazista. Auschwitz, nell'immaginario collettivo, è diventato il simbolo universale del lager.
Costretti a dormire in camere anguste e fredde,senza mangiare in attesa di compiere inconsapevoli il loro ultimo viaggio..
Le camere a gas….dove venivano portati e uccisi in massa da gas ,che veniva fatto inalare loro, da docce “speciali”
Sei milioni di ebrei persero cosi’ la vita e di loro si cancellarono le tracce,cremando i corpi in grossi forni crematori.
Sono Manuel….sono diverso..diverso da tutti e tutti sono diversi da me….MA NON VOGLIO ESSERE DIVERSIFICATO….!!!!!!!!!!!
…."Non voglio raccontarvi nessuna storia oggi, perche’ questa la conoscete gia’ tutti e purtroppo non solo e’ accaduta davvero , ma non ha neppure il lieto fine che di solito accompagna tutti i racconti, come nella migliore tradizione.
Vorrei soltanto condividere con voi queste immagini ed invitarvi ad aprire gli occhi, non quelli che vi fanno vedere….ma quelli che vi fanno sentire, provare emozioni e decidere cos’è giusto e cos’è sbagliato…Perche’ tutto quello che e’ successo in quegli anni E’ SBAGLIATO e non deve piu’ succedere….ne’ fuori, ne’ dentro di voi….non lasciate che le vostre paure abbiano il sopravvento e vi spingano a combattere il diverso …perche’ la differenza non e’ una sottrazione , ma una somma di tante opportunita’ da condividere e scambiarsi"…

”Manuel Seidita”
Vedere il file "ASCANIO CELESTINI - La scuola che insegna la fila indiana" sulla cartella
Vedere su file "Docuweb Per non dimenticare Il giorno della memoria della Shoah" sulla cartella
Full transcript