Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Il colore

Percezione ed espressione
by

Marco Battaglia

on 3 March 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Il colore

La percezione Armonie e contrasti cromatici L'espressività dei colori Game over Start La percezione del colore I colori caldi e freddi Il colore nell'arte, nella pubblicità, nel design e nell'architettura. Il colore Percezione ed espressione Il colore I colori complementari I colori primari: blu, rosso e giallo
I colori primari sono quei colori che non si ottengono da altri colori e attraverso i quali si possono ottenere tutti gli altri.

I colori secondari: viola, verde e arancione
Mescolando a due a due i colotri primari si ottengono i secondari.

I colori terziari
Si ottengono mischiando un primario con un secondario. I colori industriali In commercio si trovano parecchie gradazioni di blu, giallo e rosso. L'industria ha trovato tre pigmenti che sono riconosciuti primari sia per la stampa, sia nella fotografia, sia nel cinema.
Rosso Magenta
Il gialllo cadmio
l blu cyan Le caratteristiche del colore Le caratteristiche che deiniscono e distinguono ogni colore sono il tono e la saturazione o purezza.
Tono: aggiungendo a un colore, quantità di un altro colore o di bianco o di nero si ottengono delle gradazioni o toni.
Saturazione o purezza: tutti i colori nel cerchio cromatico di Itten sono puri o saturi. Un colore è puro o saturo quando non contiene né bianco né nero e appare quindi più luminoso. L' accostamento dei colori determina nell'osservatore diversi effetti percettivi ed emotivi: colori simili tra loro possono generare effetti di armonia, quando invece i colori sono molto diversi o opposti si ha un contrasto cromatico.
Se accostiamo due colori complementari si ottiene un contrasto molto forte.
I colori complemantari sono quei colori che si trovano all'opposto nel cerchio cromatico:
giallo e viola
blu e arancione
rosso e verde
Le tre coppie si dicono complementari perchè si completano a vicenda. Esempio:
Viola (blu+rosso)per completare la terna dei colori primari manca il giallo = viola è complementare del giallo. Il bianco, il nero e il grigio Il bianco e nero si dicono "acromatici" (cioè privi di colore) perchè sono la somma e l'assorbimento di tutte le radiazioni luminose.
Nella pittura si chiamano "neutri".
Bianco e nero si usano anche per rendere più chiari o più scuri i colori.
Si possono ottenere dei grigi:
mescolando i tre colori primari
mescolando a due a due i colori complementari
mescolando il bianco e nero Colori ed emozioni Il colore ha un valore espressivo e simbolico per ciascuno; ma quel valore può essere riconosciuto da un intera collettività.
Ad esempio:
bianco e colori chiari (positività)
nero e colori scuri (negatività)
viola (malinconia)
azzurro (serenità)
Queste associazioni sono spesso utilizzate nella Pubblicità per rendere più attraenti i prodotti.
Detersivi per pavimenti, piatti, bagno: verde
Detersivi per biancheria: bianco e azzurro
Oggetti di lusso: nero e oro Quando un colore assume particolari significati pe run popolo, acquista il valore di simbolo. Per capire il linguaggio simbolico dei colori è necessario conoscerne il codice e quindi la cultura di appartenenza.
Nell'iconografia occidentale per esempio, il bianco si associa alla purezza e alla vita, mentre il nero è il colore del buio e della notte. In Oriente invece il colore del lutto è bianco.
Nel Medioevo fu importante anche per i pittori, infatti essi dipingevano:
il manto della Vergine di azzurro che simboleggia il cielo.
il fondo color oro che simboleggia la spiritualità I colori possono essere raggruppati in due grandi categorie a seconda delle sensazioni che suscitano:
colori caldi (comprendono tutta la gamma dal giallo al rosso; evocano il sole, il fuoco e l'estate)
colori freddi (comprendono tutta la gamma dall'azzurro al viola, evocano l'acqua, la notte, il ghiaccio e l'inverno).
I colori caldi sembrano avanzare verso chi guarda, mentre quelli freddi sembrano arretrare.
L'accostamento di colori caldi e freddi genera un forte contrasto.
Un colore caldo accostato ad uno freddo sembra più caldo e viceversa. Il colore deriva dalla luce. La luce del sole ci appare bianca, ma in realtà è composta da 7 gradazioni di colori.
Questa scoperta si deve al fisico inglese del XVII secolo Isaac Newton: egli sperimentò che un raggio di luce fatto passare attraverso un prisma di cristallo si scompone in sette raggi colorati (viola, indaco, blu, verde, giallo, arancio e rosso)
Il fenomeno della scomposizione della luce è visibile anche in natura quando, dopo un temporale, la luce del sole passando attraverso le gocce d'acqua rimaste sospese nell'aria, si scompongono dando vita all'arcobaleno. L'insieme dei raggi colorati si chiama "spettro solare". Lo spettro solare non è composto da sette colori nettamente definiti ma da diverse gradazioni che si fondono l'uno con l'altro.
Quando la superficie di un oggetto viene illuminata, assorbe alcune componenti della luce e ne riflette altre, che il nostro occhio percepisce come colofe. Dunque noi vediamo le cose che ci circondano come colorate, ma in realtà il colore non è una proprietà delle cose, bensì l'impressione che l'occhio riceve nel momento in cui gli oggetti sono colpiti dalla luce. Il cerchio di Itten Il cerchio di Itten p un sistema cromatico utile per comprendere la classificazione dei colori.
il triangolo equilatero contiene i tre colori primari
ad ogni coppia di colori primari corrisponde uno dei colori secondari, posizionati sui lati del triangolo equilatero.
Nel cerchio esterno divisi in 12 sezioni, oltre ai colori primari e secondari, sono collocati i colori terziari, ottenuti mescolando un primario con un secondario. I fenomeni fisici riguardano i colori che compongono la luce, ma il discorso è diverso per i colori che usiamo per dipingere (cioè i pigmenti colorati). Per esempio se la somma dei colori dello spettro solare produce la luce bianca, mescolando i colori a tempera si ottiene un grigio-nero. La simbologia dei colori Le terre Le terre sono i colori derivati da sostanze minerali naturali.
Si può ottenerli anche mescolando fra loro i tre secondari:
viola+arancio=bruno
arancio+verde=ocra
verde+viola=verde oliva
Questi sono colori caldi Il suono dei colori L’arte astratta tende ad eliminare qualsiasi riferimento alla realtà. Realizza composizioni attraverso forme semplici e colori, ai quali viene attribuito un valore non collegato a cose reali.
Kandinsky spiegò che ogni forma, linea e colore possiede un valore espressivo, che può essere associato a uno strumento musicale e a un suono. L’artista russo intuisce che possono diventare immagini della mente anche le emozioni suscitate dalla musica. Comincia così la produzione di quadri e acquerelli che intitola Improvvisazioni e Composizioni, come fossero opere musicali.
Kandinskij nelle sue variazioni usa linee diagonali e secondo toni originati dal blu, rosso, giallo, in diverse gradazioni e sfumature. I toni più chiari corrispondono ai toni più alti in musica e i toni più scuri a toni più bassi.
Fa corrispondere il giallo alla tromba, l’azzurro al flauto, il blu al violoncello, al contrabbasso e all’organo, il verde al violino. Sostiene che il rosso richiama alla mente le fanfare, il rosso di cinabro la tuba o il cembalo, l’arancione una campana. Che il viola suona come un corno inglese .
Ogni forma a sua volta, come il colore, ha una precisa corrispondenza: al cerchio associa il blu, al triangolo il giallo, al quadrato il rosso. Il bianco corrisponde alle pause in musica e il nero al silenzio assoluto.
Full transcript