Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Punti di Vista

associazione culturale no profit
by

Sabrina Aguiari

on 23 January 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Punti di Vista

motivazione a:
condividere competenze
e professionalita' individuali per contribuire alla
sostenibilita' e inclusivita'
delle pratiche relazionali e produttive nella Tuscia

confrontarsi
con societa' civile, accademie, istituzioni locali e internazionali cercando opportuita' per trasformazioni positive

imparare
costantemente

offrire formazione di livello accademico creando un ambiente
inclusivo e accogliente, alternando
formazione formale e informale

mettere a disposizione
sia lavoro
manuale
, che
organizzativo
, che
progettuale
e di
analisi




gli ingredienti
competenze
diverse
incentrate sulla ricerca e la sperimentazione per lo
sviluppo sostenibile
:
-ecologia, sociologia, teorie di sviluppo, cooperazione internazionale, emergenze umanitarie, eguaglianza di opportunita' uomini/donne
-piena
indipendenza
da strutture politiche e di potere
-abbondanza di
collaborazioni e reti

sulla base di intenti e obiettivi comuni
le opportunita':
Dal
1992:

incontro e collaborazione spontanea tra persone diverse ma con punti essenziali in comune

il partenariato con i frati francescani della Provincia Romana OFM

la possibilita' di curare e gestire il Convento di S.Maria del Giglio in Bolsena


bisogno di:
creativita' ed espressione

vs. consumo e passivita
'

modus vivendi di integrazione con natura

vs. sfruttamento e inquinamento

condivisione ed esperienza di collaborazione

vs. individualismo e competizione

integrazione di attivita' teoretiche e manuali, produttive e di cura

vs. alienazione tra teoria e pratica, scale di valore tra i due estremi









Servizio Volontario Europeo
L'Occhio
del
riCiclone
cooperativa
sociale
dal 1996 al 2006
Per dieci anni accolt* e format* giovani volontar* da ogni parte d'Europa compresi paesi in preadesione + Turchia
- educazione a lingua e cultura italiana
- conoscenza del territorio del Viterbese e delle regioni di confine
- educazione a stili di vita sostenibili e alla convivenza rispettosa
- educazione alimentare, ambientale e alla cura di coltivazioni locali in maniera biologica
- avviamento alla comprensione e utilizzo di bandi europei rivolti ai giovani e su cultura e ambiente.

Volontar* SVE hanno collaborato alla cura e recupero del Convento. Correntemente accolti volontar* in collaborazione con WWOOF
Food Security Summer Courses
corsi estivi in collaborazione
con Tulane University di New Orleans
Dal 2007 vengono offerti corsi accademici con riconoscimento di crediti formativi per comprendere:

- i fattori determinanti la sicurezza alimentare, incluso il cambiamento climatico, la riduzione della biodiversita' e le pervasive disparita' di genere
- le policy, i meccanismi e l'evoluzione dell'aiuto alimentare
- i fondamenti dei programmi di emergenza umanitaria, incluse le metodologie di raccolta dati, i sistemi di gestione delle informazioni per la presa di decisione, la logistica, i modelli per la valutazione
- le caratteristiche dei sistemi locali vs. i sistemi globali del cibo, comprese le differenze (economiche, finanziarie, di impatto ambientale e governance) tra agricolture di piccola scala e biologiche ed agribusiness.





Laboratori di riciclo, stimoli di governance ambientale
1996 - 1999 - 2000 - 2004 - 2011
associazione culturale - dal 1996
un'esperienza g-locale di condivisione,
(auto-)trasformazione e formazione verso sviluppo sostenibile ed inclusivo

Un
luogo

speciale
e
bellissimo
per

* con-venire, incontrarsi,
formarsi
, ritrovar-si in gran semplicita'.

*
approfondire
e
ideare
interventi di
sviluppo sostenibile
, orientati verso l'aumento dell' inclusione, il miglioramento della qualita' collettiva della vita e dell'ambiente.

* la Pluriversita' e' un
gruppo-luogo
dove si fa ricerca su esperienze locali sia della Tuscia che
di altri territori per capire meglio i fattori di riuscita di iniziative collettive e sostenibili.
Pluriversita' di Punti di Vista
• favorire la conoscenza e l’incontro di culture, tradizioni, religioni, nella convinzione che nessun punto di vista, nessuna visione del mondo sia capace di spiegazioni esaustive della realtà;

• promuovere uno
sviluppo sostenibile
che abbia al proprio centro il rispetto dei diritti umani e la preservazione dell'ambiente, nella consapevolezza dell'interdipendenza delle scelte locali e individuali sul piano globale e collettivo.

• proporre un approccio con la
natura improntato al rispetto
e al senso di armoniosa appartenenza ad essa;

• valorizzare e
far conoscere il territorio
, incluse le tradizioni locali legate all’alimentazione e all’utilizzo delle risorse naturali;

• promuovere un modello di
turismo responsabile
destinato anche ai meno abbienti, rispettoso delle culture e della natura, orientato all’incontro e guidato dal desiderio di conoscenza;

• promuovere un
modello educativ
o che abbini formazione formale e informale e incoraggi l’incontro e l’aggregazione sociale.

Obiettivi

Laboratori aperti per bambini e bambine per costruire oggetti, giochi, opere d'arte, strumenti musicali con materiali e oggetti di riciclo, con l'obiettivo di sensibilizzare a guardare gli oggetti – e l’energia, il lavoro, il materiale necessario – in maniera diversa e più attiva.
Percorsi con istituzioni per riflettere su governance dei rifiuti

Idea centrale con variante in diversi luoghi e diversi attori, tra cui:
- Much to do about Rubbish (Bolsena 1998)
- I gioielli di S-Cartier (due tornate, Roma 2004 e Viterbo 2000)
- Spazzasuono (Bolsena 2011)

CONTATTI

Associazione Culturale Punti di Vista
sede operativa: Convento S.MAria del Giglio - Bolsena

www.conventobolsena.org
www.facebook.com/conventobolsena

tel. 0761 799066
puntidivista@pelagus.it -conventobolsena@gmail.com

Sabrina Aguiari - Sonja Cappello

Sfide ambientali e modelli di sviluppo: azioni locali nello scenario globale
2008

Due incontri con workshop e dibattiti tra esperti internazionali, amministratori provinciali europei, studenti universitari di 18 paesi per esplorare le soluzioni locali al cambiamento climatico
e le sfide di una trasformazione dell'economia basata sul petrolio verso alternative fondate su energie rinnovabili.

ETRUSCAN - Under The Etruscan Sun: Environmental friendly Transport to RedUceSevere Climate change ANthropic factors
2010 - 2013
Iniziativa per la dimostrazione dell'efficacia dell'uso delle energie rinnovabili locali per il trasporto su strada anche extraurbano.

Realizzazione di due prototipi di bus ibridi (ciascuno con un motore elettrico e un motore termico, alimentato a biodiesel) e di due impianti fotovoltaici per ricarica + due impianti di piccola scala per la produzione di biodiesel da olii esausti di ristorazione). Ampia campagna educativa ed informativa: nelle scuole, verso le amministrazioni locali, nelle fiere di settore, nelle piazze della provincia, attraverso workshop, convegni, articoli, interviste, tavole rotonde, stand e partecipazione a eventi pubblici.

I temi focalizzati sono stati in particolare cambiamento climatico, mobilità alternativa come strumento di mitigazione, sfide nella ricerca dell’alternativa al petrolio. I due bus sono rimasti di proprietà pubblica (Università della Tuscia e Provincia di Viterbo) e funzionano come navetta per studenti universitari e come bus a disposizione delle scuole della Provincia per escursioni didattiche a basso impatto ambientale.
www.lifeetruscan.eu
- calendario degli eventi, programmi, video interventi, video navette, prodotti informativi


CON IL SUPPORTO DELLO STRUMENTO FINANZIARIO LIFE+ DELLA UE
The politics of food:
gender roles and environmental change
2010


Seminario con partecipanti (docenti universitari ed esponenti della societa' civile attiva nella
protezione ambientale e la promozione sostenibile del territorio
) provenienti da tutta Europa realizzato attraverso il programma Grundtvig per scambiare conoscenze sull’azione delle politiche per la
globalizzazione dei sistemi del cibo
, il loro impatto su ambiente e sugli individui tenendo in considerazione le differenze di genere.
Il workshop e’ stata anche un’occasione per scambiare idee su pratiche da attuare per diffondere comportamenti alimentari e agricoli più sostenibili.


MoM'Art
-Francia-
ConventoAperto
dal 1992

Cura continua, recupero, miglioramento, manutenzione
e apertura del Convento. Dal 2001
casa per ferie.
Luogo di incontro e formazione con proposte anche
realizzate in collaborazione con altri attori

ConventoAperto a
disposizione di associazioni e gruppi
interessati allo
sviluppo sostenibile
e inclusivo,
all'educazione permanente, alla crescita nel rispetto
di se' e de* altr*, alla convivenza
pacifica e in armonia con l'ambiente

Attivita' con comitati e gruppo locali
per
feste religiose e momenti
di aggregazione popolare

Accoglienza di pellegrin*:
un servizio denso
di valore. Rispetto per pellegrin*, la cui
esperienza incarna in modo diretto
molti aspetti dell'esperienza di Punti di Vista:
semplicita' - fiducia - confidenza - leggerezza e piccolo impatto - ricerca - spiritualita' ariosa

e anche:
condivisione - apertura oltre l'ideologia - ricerca dei punti comuni - semplicita' - ascolto reciproco - creativita' - crescita - relazione - essenzialita' - centralita' delle persone e
dell'ambiente - rete - parita' maschi/femmine
scambio costruttivo - convivialita'.







Coop.
sociale
Labor
a Bolsena
Molti alumni e alumnae sono ora occupati in progetti di sviluppo sostenibile locale (es: promozione delle produzioni alimentari femminili attraverso farmers' market, promozione eccellenze alimentari italiane in Europa) o nella cooperazione internazionale
(WFP, FAO, WV, etc.)
Women Reclaiming
Sustainable Livelihoods
2011-2012

Workshop con autori/autrici per la scrittura di omonimo libro, con peer review, pubblicato da Palgrave.

Riflessioni a portata globale sui punti critici da affrontare verso l’uguaglianza di genere

internazionali

Tulane University (New Orleans)
International Institute for Social Studies
(The Hague)
West Sydney University
World Vision International
World Food Programme
Food And Agriculture Organization
Internation Land Coalition
GeoCatalog
World Wide Opportunities on Organic Farms
...
locali

Provincia di Viterbo
Universita' della Tuscia

Comitato S.Antonio
Movimenti e gruppi
della societa' civile locale
Comuni locali
Produttori biologici locali
Reti di agricoltura familiare
...
nazionali

Universita' La Sapienza
Pangea Fondazione Onlus
Befree
Intersos
Centro Studi di Slow Food
Centro Turistico Giovanile
...
collaborazioni
progetti futuri:
- consolidare la Pluriversita'
- combinare agroecologia,
innovazione tecnologica
soft
e
open
,
empowerment di donne,
valorizzazione del territorio,
economia locale, e ricerca partecipata.
innovazione sociale
esiste se:
- innova la
struttura
della societa'
e i suoi equilibri di potere
- innova i
valori
dell'economia e le
opportunita'
di accesso alle risorse
- ricerca tecnologia
soft
e
open access
- allo
sfruttamento
sostituisce
collaborazione
e inclusione di tutt* e in particolare non discrimina le donne
- innova il rapporto con
ambiente
e risorse
Full transcript