Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Mussolini e il fascismo in Italia

No description
by

Veronica Zanasi

on 6 May 2015

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Mussolini e il fascismo in Italia

Mussolini e il fascismo in Italia
Benito Mussolini
Fasci italiani di combattimento
300 esponenti, molti di essi futuristi e reduci di guerra
il movimento acquista consensi
proprietari terrieri, imprenditori e esponenti del ceto medio
appoggiano il movimento
poiché si pone
in contrasto con il socialismo
da movimento a partito
1921. Alle elezioni i fascisti partecipano alla lista del "Blocco Nazionale" insieme a liberali e nazionalisti: è un grande successo
1883. Nasce in Romagna da una maestra e un artigiano
23 marzo
1919.
Mussolini fonda a Milano il movimento dei
Fasci italiani di combattimento
1912. Giornalista, è direttore dell' "Avanti", quotidiano del Partito Socialista.
1914. Espulso dal partito socialista per aver appoggiato la tesi interventista, fonda un proprio giornale:
"Il Popolo d'Italia"
il giovane Benito Mussolini
il programma iniziale contiene idee vicine al socialismo ma è caratterizzato da
nazionalismo e militarismo

il termine "fascismo" deriva dal fascio littorio, un fascio di verghe con un'ascia al centro che nell'antica Roma i littori portavano come insegna del potere dei magistrati da loro protetti
dilaga il fenomeno dello
squadrismo
: ex militari si univano in "squadre d'azione" operando violenze sugli avversari politici
Novembre 1921. Fondazione del Partito Nazionale Fascista (PNF)
28 ottobre 1922. Marcia su Roma. Il Presidente del Consiglio Luigi Facta chiede al Re lo stato d'assedio ma Vittorio Emanuele III appoggia Mussolini e lo nomina Primo Ministro.
i primi passi del nuovo governo
Istituzione della Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale
1924. Alle elezioni il "
listone"
(lista fascista) ottiene la maggioranza dei voti in un clima di intimidazioni e violenze
Il deputato socialista Giacomo Matteotti denuncia in Parlamento tali violenze ed è rapito presso casa propria dagli squadristi ed ucciso il 10 giugno 1924.
Lo sdegno per il delitto Matteotti porta alla Secessione dell'Aventino (i partiti dell'opposizione lasciano il Parlamento) nella speranza di un intervento del Re.
Gennaio 1925. Mussolini rivendica la responsabilità del delitto Matteotti: ha inizio il regime fascista.
Mussolini instaura la dittatura
1925-1926. Leggi eccezionali (dette "leggi fascistissime"):
1. potere concentrato nelle mani del Duce (Mussolini)
2. i poteri del Parlamento passano al Gran Consiglio
del Fascismo
3. sono sciolti tutti i partiti e sindacati non fascisti
4. abolite le libertà di stampa, associazione, sciopero
5. istituiti un Tribunale Speciale per la Sicurezza dello Stato e una Polizia segreta (OVRA)
6. il nuovo Codice Penale ripristina la pena di morte
7. a capo dei comuni un podestà nominato
dal governo al posto di un sindaco eletto
8. confino e carcere per gli esponenti antifascisti
Le riforme e la conciliazione con la Chiesa
La "Battaglia del grano" per migliorare la poduzione
agricola mirando all'autosufficienza italiana
La "Carta del Lavoro" per la tutela dei lavoratori
I Patti Lateranensi (1929):
1. sovranità del Papa sulla Città del Vaticano
2. il cattolicesimo è religione di Stato
3. insegnamento della religione cattolica nelle scuole
4. validità civile del matrimonio religioso cattolico
Vittorio Emanuele III, Pio XI, Benito Mussolini
L'Italia fascista negli anni '30
1929-1932.
Crisi
e
disoccupazione
: il regime interviene con opere pubbliche per dotare il Paese di infrastrutture e dare lavoro ai disoccupati.
LA POLITICA SOCIALE
asfaltate le strade
importanti, migliorate le
ferrovie, edifici
pubblici in "stile littorio"
opere pubbliche
campo agricolo
esaltazione della
figura del contadino

legato alle terra e alle tradizioni
Battaglia
del Grano
bonifiche e fondazione di nuove città
AUTARCHIA
= autosufficienza, soprattutto in campo alimentare, per evitare importazioni. Si trattava di una manovra antieconomica ma dopo la crisi prevalgono le tendenze protezionistiche.
L'Italia fascista negli anni '30
LA CONQUISTA DELL'ETIOPIA
Aspirazioni nazionaliste
obiettivo è l'
Etiopia
1935
. L'
Italia invade l'Etiopia
e viene condannata a sanzioni economiched alla Società delle Nazioni
9 maggio
1936
è proclamato l'Impero Italiano
popolarità del
Duce rafforzata
prestigio e posti di lavoro
opere pubbliche MA repressione
COLONIZZAZIONE
L'Italia fascista negli anni '30
ALLEANZA CON HITLER e LEGGI RAZZIALI
1936. "
Asse Roma-Berlino"
la
Germania aveva offerto appoggio
nella guerra coloniale in Etiopia
comuni ideali
antisocialisti
Hitler da sempre
ammira
Mussolini
1936
. Insieme
appoggiano i franchisti
nella guerra civile spagnola
PREMESSE
CONSEGUENZE
1938
. Anche l'Italia introduce
Leggi Razziali
contro gli ebrei:
- divieto di prestare servizio militare
- divieto di frequentare scuole pubbliche o insegnarvi
- divieto di svolgere alcune professioni
- divieto di assumere domestiche "ariane"
cfr.
http://www.cdec.it/dsca/Leggi/Elenco.htm
leggi impopolari: distacco tra regime e popolo
Il Partito controlla la vita degli italiani
- adunate di partito
- saluto fascista
- uniforme per gli impiegati dello Stato
- obbligo di usare il "voi" (invece del "lei" borghese)
INNOVAZIONI:
- assistenza alla maternità e all'infanzia
- pensione per gli operai
- colonie marine e montane per i figli dei lavoratori
- tredicesima mensilità
- enti mutualistici (per infortuni e malattia)
- settimana lavorativa di 40h
- assegni per famiglie numerose/tassa sul celibato
- IMI (Istituto Mobiliare Italiano) e IRI (Istituto per la Ricostruzione Industriale) per aiutare le aziende in difficoltà
Impero Italiano
(Nel 1939 diventerà
"Patto d'acciaio"
)
Full transcript