Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Copia di uNITA' DIDATTICA DI APPRENDIMENTO

No description
by

simone biondi

on 28 June 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Copia di uNITA' DIDATTICA DI APPRENDIMENTO

uNITA' DIDATTICA DI APPRENDIMENTO
designed by Péter Puklus for Prezi
UNITA' DIDATTICA DI APPRENDIMENTO
"EDUCHIAMO LA SALUTE"
L'unità didattica descritta è stata realizzata in forma ipotetica, non proviene da un'esperienza precedente.
Utenti destinatari
:
scuola secondaria di secondo grado, liceo scientifico a indirizzo biologico, 4° anno.
Ragazzo con disabilità:
Soggetto affetto da sindrome di Down:
buono sviluppo delle capacità coordinative,
deambulazione propria,
riesce a svolgere quasi tutte le attività pratiche.
ASSI E COMPETENZE TRASVERSALI
ASSE STORICO-SOCIALE
ASSE SCIENTIFICO-TECNOLOGICO
MACROAMBITI DI COMPETENZA
SALUTE E BENESSERE
Classe formata da 20 alunni:

Il clima della classe è buono
e collaborativo, siamo nel secondo quadrimestre.
13 ragazze e 7 ragazzi tra cui
un ragazzo soggetto dalla
sindrome di Down.
COMPETENZE CHIAVE DI
CITTADINANZA
agire in modo autonomo e responsabile
collaborare e partecipare
imparare ad imparare
OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO
CONOSCENZE:

Conoscere le conseguenze di una scorretta alimentazione e le informazioni sulle dipendenze e sulle sostanze illecite (fumo, doping, droghe, alcool),
Conoscere le procedure per la sicurezza e per il primo soccorso,
Conoscere le problematiche legate alla sedentarietà dal punto di vista fisico e sociale.
ABILITA':

Per mantenere lo stato di salute scegliere di evitare l'uso di sostanze illecite e adottare principi igienici e alimentari corretti,
Adottare comportamenti funzionali alla sicurezza nelle diverse attività, applicare le procedure del primo soccorso
Assumere comportamenti fisicamente attivi in molteplici contesti per un miglioramento dello stato di benessere.


UNITA' D'APPRENDIMENTO:
1) Introduzione al concetto di salute e benessere;
2) Lezione sul primo soccorso
3) Lezione sull'educazione alimentare;
4) Lezione sul doping;
5) Lezione sulla prevenzione dalla dipendenza di droghe;
6)
Lezione sulla prevenzione dalla dipendenza di alcool;
7) Analisi delle varie esperienze.
INTERDISCIPLINARIETA':
INSEGNANTE DI CHIMICA
INSEGNANTE DI BIOLOGIA
U.D. numero 6
"Prevenzione dalla dipendenza di alcool"
OBIETTIVO D'APPRENDIMENTO:
Capire quali cambiamenti fisici e sensoriali sono provocati dall'abuso dell'alcool.

USCITA DIDATTICA PRESSO
UN CENTRO DI RECUPERO


TEMPO PREVISTO: TRE ORE

PRESENZA DELL'INSEGNANTE DI
SOSTEGNO E DELL'INSEGNANTE
DI BIOLOGIA
STRUMENTI UTILIZZATI
Smartphone
Cronometro
Cuffie
acustiche
FASE INIZIALE
Trasferimento dalla scuola al centro di recupero
Incontro con l'operatore che illustrerà in breve quali sono gli effetti dannosi causati dall'alcool.
Gli aspetti analizzati dall'operatore sono:
rendere gli studenti consapevoli dei diversi rischi legati all’abuso di alcol;
far acquisire agli stessi alcune informazioni inerenti l’abuso di alcol;
riflettere sui comportamenti corretti e scorretti legati all’uso e all’abuso di alcol;
CARTA EUROPEA SULL'ALCOOL
5 PRINCIPI ETICI
Tutti hanno diritto ad una famiglia, una comunità ed un ambiente di lavoro protetti da incidenti, violenza ed altri effetti dannosi che possono derivare dal consumo di bevande alcoliche.

Tutti hanno diritto a ricevere, fin dalla prima infanzia, un'informazione ed un'educazione valida e imparziale sugli effetti che il consumo di bevande alcoliche ha sulla salute, la famiglia e la società.

Tutti i bambini e gli adolescenti hanno il diritto di crescere in un ambiente protetto dagli effetti negativi che possono derivare dal consumo di bevande alcoliche e, per quanto possibile, dalla pubblicità di bevande alcoliche.

Tutti coloro che assumono bevande alcoliche secondo modalità dannose o a rischio, nonché i membri delle loro famiglie hanno diritto a trattamenti e cure accessibili.

Tutti coloro che non desiderano consumare bevande alcoliche o che non possono farlo per motivi di salute o altro hanno diritto ad essere salvaguardati da pressioni al bere e sostenuti nel loro comportamento di non-consumo.
FASE CENTRALE
Inizialmente ascoltare l'esperienza vissuta di un ragazzo che è in fase di recupero all'interno del centro

Successivamente far fare esercizi pratici ai ragazzi utilizzando alcuni strumenti che simulino l'uso di alcool.
(per mettere "in situazione" il ragazzo)


(munito di palestra)
PRIMO ESERCIZIO:
Mettere i ragazzi a coppia, un
ragazzo che attraverso uno smartphone emette uno stimolo uditivo e l'altro ragazzo che deve cercare di seguire il suono pur essendo bendato
SECONDO ESERCIZIO:
Viene svolto sempre a coppie, al buio: un ragazzo cambia posto senza farsi sentire, l'altro ragazzo gira su se stesso fino a quando l'insegnante non accende la luce, in quel momento nel più breve tempo possibile il ragazzo che girava su se stesso deve raggiungere il compagno.
Questo per simulare come sia l'equilibrio, sia l'orientamento e anche la capacità di reazione sono rallentati in un soggetto che ha abusato di alcool.
TERZO ESERCIZIO:
Anche in questo caso a coppie, un ragazzo ascolta, grazie all'utilizzo delle cuffie e di uno smartphone, la musica e l'altro ragazzo gli da gli ordini dei movimenti che deve fare.
Questo per far capire
come anche gli stimoli esterni vengano percepiti in maniera diversa.
METODOLOGIA
LEZIONE FRONTALE

METODO DELLA SCOPERTA GUIDATA
FASE FINALE
In questa fase, sia gli alunni, che i ragazzi presenti nella centro di recupero fanno una semplice staffetta (dandosi il "cinque" al momento dell'arrivo) mischiandosi tra di loro.
Ho pensato a questa cosa come momento puramente ludico per concludere l'esperienza.
RIFLESSIONI
Gli ultimi dieci minuti di questa uscita didattica sono dedicati al momento di riflessione in relazione a questa esperienza, sia degli studenti sia dei ragazzi che stanno effettuando il corso di recupero presso il centro.
VALUTAZIONE COMPETENZE DI CITTADINANZA
VALUTAZIONI COMPETENZE DISCIPLINARI
STANDARD
Adotta comportamenti attivi, in sicurezza, prevenzione e promozione della salute per il proprio benessere.
LIVELLI
3. Adotta autonomamente, in sicurezza, comportamenti attivi per migliorare il proprio stato di salute consapevole della loro utilità per il benessere;
2. Adotta comportamenti attivi, per la sicurezza
e la prevenzione della salute e conosce l'utilità della pratica motoria riferita al benessere
1. Guidato, assume comportamenti attivi e in sicurezza, per migliorare la propria salute e il proprio benessere.
SCHEDA DI AUTOVALUTAZIONE
è stata interessante secondo me questa esperienza?
la riproporrei ad altri alunni l'anno prossimo?
mi è piaciuto fare attività con ragazzi che stanno all'interno di un centro di recupero?
ho capito quali cambiamenti sensoriali può avere il mio organismo se abuso dell'alcool?
mi ha colpito ascoltare l'esperienza diretta che ha avuto un ragazzo che ha abusato di alcool?
è stato difficile eseguire esercizi modificando gli stimoli percettivi?
SI TOTALMENTE
SI ABBASTANZA
IN MODO LIMITATO
POCO O NULLA
GRAZIE PER
L'ATTENZIONE
Simone Biondi
Apprendere uno stile di vita corretto, legato al benessere e al ruolo che l'educazione fisica ha in questo contesto.
(60 min)
(60 min)
(60 min)
Full transcript