Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

La Valutazione dell'Atleta - 08.05.2015

Metodi di valutazione della perfomance di forza
by

Luca Bonfanti

on 29 April 2016

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of La Valutazione dell'Atleta - 08.05.2015

LA VALUTAZIONE DELL'ATLETA
... LOW COST ...
COME VALUTARE LA FORZA
CONCLUSIONI
Dal SEMPLICE...
POCHI TEST ma ben mirati;
Raccolta DATI scrupolosa;
E POI...
INTRODUZIONE
Chi, Cosa, Come, Quando, Dove e Perché fare test?
Milano, Venerdì 08 Maggio 2015
Bonfanti Luca, PhD
"La somministrazione di carichi di lavoro determina modificazioni a breve e lungo termine sia a livello enzimatico e cellulare che a quello morfologico e strutturale.
Le valutazioni funzionali di tali modificazioni e cambiamenti si rendono quindi indispensabili ed insostituibili al fine di quantificarne le modificazioni stesse e gli adattamenti specifici.
Tali
VALUTAZIONI
sono definite
PROVE FUNZIONALI
"

VALUTARE
ALLENAMENTO
VALUTAZIONE
Test
Carichi di Lavoro
C. Bosco
Identifica un insieme di norme e criteri per poter esprimere giudizi su una data qualità.
VALUTARE
È l'analisi funzionale e biomeccanica della capacità di prestazione
Si identificano alcuni parametri,
INDICATORI
, espressione delle qualità stesse delle performance
PERCHÈ?
CONDIZIONI FISICHE
INDIVIDUALIZZARE
OBIETTIVI
PROGRAMMAZIONE
DIAGNOSI
TALENTO
in cui si trovano gli Atleti:
Al rientro da infortunio - controllare stato di riabilitazione
Dopo competizioni importanti e/o di "transito"
Al rientro dopo inattività
QUALITATIVAMENTE
e
QUANTITATIVAMENTE

i programmi di allenamento
CARICO
ESTERNO
--------- CARICO
INTERNO
Controllare i Risultati e la loro Evoluzione;
Creare un Programma limitando gli Errori;
Nuove Motivazioni e Nuovi Stimoli;
Incentivare il Lavoro.
Funzionale
Infortunio
Post- infortunio
Rientro campo
Castellini E. - Valutazione dell'atleta
I TEST
Procedura diagnostica, anche elementare, che produce un
RISULTATO
.
Dunque
ESERCIZIO
Questo risultato è un
DATO SENSIBILE
che è possibile
ANALIZZARE
.
Questi esercizi hanno protocolli di indagine specifici per ciascuna qualità e permettono di
MISURARE
:
CARATTERISTICA
INDICATORE
Test Diretti
Test Indiretti
I TEST
VALIDITÀ
RIPRODUCIBILITÀ
SPECIFICITÀ
Valuta nel modo più accurato caratteristiche ed indicatori che è previsto che il test debba diagnosticare.
L'indicatore scelto DEVE misurare la caratteristica prescelta della prestazione, cioè deve correlarsi ad essa.
Un Test per essere VALIDO deve restituire risultati di tipo quantitativo per trasformare i
CONCETTI STUDIATI
(forza, rapidità, tempo di reazione, ...)
DATI ANALIZZABILI
(kg, cm, sec, ...)
Castellini E. - Valutazione dell'atleta
Tuttavia la comunità scientifica internazionale accetta lavori che confrontano e validano test indiretti tra loro.
ATTENZIONE
Per VALIDARE un test indiretto È NECESSARIO confrontare i risultati ottenuti con il test stesso con il "GOLD STANDARD".
NON è corretto CONFRONTARE, a verifica di validità di un test, il risultato del test stesso con la prestazione sportiva ritenuta espressione di quella qualità indagata.
Una misura è
VALIDA
quando i dati rilevati (cerchi bianchi) sono significativamente correlati con il “
Valore vero
”(cerchio nero)
Concordanza tra le misure ripetute della stessa caratteristica e/o indicatore preso in considerazione
La riproducibilità, o ATTENDIBILITÀ, esprime dunque la possibilità di ottenere risultati simili (vicini) in prove successive.
Le prove devono essere eseguite nelle stesse condizioni sperimentali ed è importante standardizzare le procedure.
CONDIZIONI
CHE INFLUENZANO
VARIABILITÀ
VARIABILITÀ
RIPRODUCIBILITÀ
BIOLOGICA
OSSERVAZIONE
TRA
SOGGETTI
ENTRO
SOGGETTO
DA
STRUMENTO
DA
OSSERVATORE
VARI
OSSERVATORI
STESSO
OSSERVATORE
ATTENDIBILITÀ
OBIETTIVITÀ
La
validità
e la
riproducibilità
di un test
sono due caratteristiche diverse e
disgiunte che si comportano in modo
indipendente.
Si definisce specificità di un test diagnostico la capacità di identificare correttamente la caratteristica e/o l'indicatore ricercati. Se un test ha un'ottima specificità, allora è basso il rischio di incorrere in
errori di valutazione.
Esempio:
Popolazione di cani: sani e malati
Non tutti gli animali sani, sottoposti ad un test, risultano negativi
La specificità risponde alla domanda:
«Quanti, degli animali sani sottoposti al test, sono risultati negativi?».
Pertanto, la specificità di un test è la sua capacità di identificare correttamente gli animali sani. In termini di probabilità, la specificità è la probabilità che un animale sano risulti negativo al test
COME?
ATTENZIONE
Condizioni Ambientali
:
temperatura, umidità, vento, rumore, superficie;

Condizioni fisiche soggetto
:
salute, riposo, alimentazione, stile di vita, stato emozionale,
riscaldamento adeguato;

Tempo
:
orario della giornata (sveglia, pranzo, cena);

Strumenti ed attrezzature
:
precisione, calibrazione costante;

Rilevatore
LABORATORIO
VANTAGGI
SVANTAGGI
Standardizzazione più semplice
Maggior precisione dei risultati
Tempi di esecuzione lunghi
Apparecchiature costose
CAMPO
VANTAGGI
SVANTAGGI
Tempi di esecuzione più brevi
Apparacchiatura (più) economica
Standardizzazione complessa
Valutazione più soggetti
Difficoltà risultati precisi
RIPETIBILI
STANDARDIZZABILI
Specifici?
SPECIFICI
Ripetibili?
Standardizzabili?
DOVE?
CHI?
A seconda dei soggetti da esaminare occorre cambiare di volta in volta le attenzioni nella scelta e nell'esecuzione di uno o più test.
ATLETA
SANO
ATLETA
INFORTUNATO
ATTENZIONE:
Agonista
Amatore
Giovane e/o Bambino
La valutazione mira ad individuare le capacità prestative e/o la prestazione?
ATTENZIONE:
Post-infortunio: valutazione trattamento
Post-trattamento: valutazione condizione per impostazione piano recupero
Castellini E. - Valutazione Funzionale dell'atleta
Test Massimale?
Test Sotto-massimale?
QUANDO?
Valutare per programmare
FUNZIONALE
PERFORMANCE
ANTROPOMETRICA
POSTURALE STATICA
POSTURALE DINAMICA
ORGANICA
MUSCOLARE
METABOLICA
ALATTACIDO
AEROBICO
LATTACIDO
Statura
Peso Corporeo
Peso Ideale
BMI
Plicometria
Bioimpedenziometria
Lunghezze Anatomiche
Circonferenze
Generale
Specifica
Analitica
Stabilometria
Mobilità Articolare
Flessibilità Muscolare
Stabilizzazione Muscolare
Equilibrio
Coordinazione
Analisi sistema nervoso:
Simpatico e Parasimpatico
Biofeedback
Variabilità Cardiaca
Test Diretti:
Test Indiretti:
Biopsia muscolare (tipo di fibre e capacità ATPasi, CPchinasi)
Metaboliti ematici
Risonanza Magnetica (RM)
Test di Bosco - 15 sec.
Sprint (fino 60m)
Test Diretti:
Test Indiretti:
Lattatemia
Misurazione parametri fisiologici:
es:- Debito di Ossigeno
Test Diretti:
Test Indiretti:
Consumo di Ossigeno
Test massimali:
Cooper, Leger, Bruce, Yo-Yo Endurance Test
Test sub-massimali:
Walking Test
CHE REGOLE?
SPOSTAMENTO
FORZA
VELOCITÀ
ACCELERAZIONE
MASSA
TEMPO
LAVORO
POTENZA
[m]
[sec]
[kg]
[m/s]
[N]
(F=m*a)
[m/s ]
2
(L=F*V)
[W]
(L=F*s)
[J]
VALUTAZIONE
MISURAZIONE
VALUTAZIONE
Misurazione
Valutazione
&
Accertamenti di natura quantitativa con risultati espressi in termini numerici
Procedimento sistemico che mira a determinare in quale misura gli obiettivi sono stati determinati
Castellini E. - Valutazione dell'atleta
Test massimale
è una prova che porta l'individuo ad un livello di intensità lavorativa massimale dove la fatica o la comparsa di sintomi impediscono un ulteriore incremento di intensità.
Questo tipo di test è controindicato nella popolazione sedentaria,
nei soggetti anziani e/o portatori di patologie importanti.
Test sotto-massimale
è una prova che porta il soggetto al raggiungimento di una predeterminata intensità di esercizio.
Questo tipo di test è adattabile anche a bambini, anziani,
sedentari e ammalati.
CHE COSA?
ALCUNI
ESEMPI
D'USO
FORZA
RELAZIONE
FORZA/VELOCITÀ
TEST DIRETTI
TEST INDIRETTI
Biopsia Muscolare (metodo cruento)
RM (metodo incruento)
EMG e IEMGs (metodo incruento)
Test Isometrico: dinamometri isometrici
Test Isocinetico: dinamometri isocinetici
accellerometri, cronometri, tabelle
Test "Relazione Forza/Velocità"
meccanici, idraulici, elettrici
macchine isocinetiche
F=m*a
N=kg*m/s
2
F max: Test RM
F esp: Test di salto
Tabella Massimali Diretti
Tabella Massimali Indiretti
Formule calcolo Massimale:
Formula Brzycki:
1RM = carico sollevato/1.0278-(0.0278 * N° rip.)
TEST DI SALTO
Seargent Test
Abalakov Test
Vertek
Optojump, Optogate
Pedane di Forza
Sistemi Opto-elettrici
Elettrogoniometri
COSA VALUTARE?
Stiffness
MASSIMALE
FORZA ESPLOSIVA
EFFICENZA MUSCOLARE
ATTENZIONE
Muscolo Target
Gruppo Muscolare
Catena Muscolare
Ex Specifici
Squat, Panca Orizzontale, Lat M, Pullover, Military P, Leg Ext, Leg Curl
TEST DI SALTO
h = (tempo di volo)² x 1,226
Bosco C, Belli A, Astrua M, Tihanyi J, Pozzo R, Kellis S, Tsarpela O, Foti C, Manno R, Tranquilli C.
A dynamometer for evaluation of dynamic muscle work.
Eur J Appl Physiol Occup Physiol. 1995;70(5):379-86.
CMJ BL
DROP JUMP
CMJ tra 5 e 60 sec
STIFFNESS
SEARGENT
ROCKET
SQUAT JUMP
SQUAT JUMP BW
CMJ
CMJ1 LEG
CMJ 1 LEG BL
SPOSTAMENTI A/P E L/L
REATTIVITA’ (Semplice/Complessa)
ANALISI
CINEMATOGRAFICA
PUNTI CHIAVE
Frequenze campionamento:
Riprese con videocamere ad alta velocità.
media
alta
200-500 fps
Gesti molto rapidi (es. salto)
60-90 fps
Gesti rapidi
Test Indiretti
TEST DI SALTO
Riprese ad alta frequenza di campionamento (240 fps)
La valutazione cinematografica nel caso specifico dei test di salto permette di valutare l'altezza di salto
Cronometraggio al centesimo di secondo
J Strength Cond Res. 2014 Feb;28(2):528-33.
Balsalobre-Fernández C1, Tejero-González CM, del Campo-Vecino J, Bavaresco N.
The concurrent validity and reliability of a low-cost, high-speed camera-based method for measuring the flight time of vertical jumps.
STAGIONE
AGO
GEN
Valutazione
IN ITINERE
Valutazione
METÀ CAMPIONATO
NOV
Valutazione
IN ITINERE
MAR
Valutazione
FINALE
GIU
Valutazione
INIZIALE
NOT PLANNING IS FAILING!!!
Statistica di Riferimento
Media, Mediana, Moda
Deviazione Standard
Coefficiente di Variazione
Correlazione
Correlazione Test-retest
: necessita di 2 sole prove e la utilizzo per studiare la riproducibilità di un risultato sullo stesso campione di soggetti oppure nella fase di validazione di uno strumento.
T-test
: indica se la differenza tra i valori ottenuti in più prove identiche è statisticamente significativa.
Stagione
Periodi
Settimane
Giornata
Seduta
KINOVEA
Programma per visualizzare riprese a media ed alta frequenza di campionamento.
Slow motion, Topic Pictures ed altre applicazioni
per effettuare analisi video con differenti obiettivi
Misurare spostamenti, tempi, velocità, accellerazioni
con la possibilità di esportare tutti i "dati" in software per l'analisi statistica
OPEN SOURCE
LET'S TRY...
http://www.kinovea.org/
Casio Exlim
Longomatch
Chronojump
e con i software aggiuntivi possiamo ampliare il lavoro
Optojump Next
Al COMPLESSO...
LA VALUTAZIONE DETERMINA LA NOSTRA METODOLOGIA DI LAVORO
I DATI DEVONO SEMPLIFICARE IL LAVORO
ATTENZIONE ALLA DIFFICILE GESTIONE DI UN NUMERO IMPORTANTE DI DATI.
STRUTTURAZIONE TABELLA
AGGIORNAMENTO SISTEMATICO
STORICO
CREAZIONE DI INDICI
CREAZIONE DI VALORI DI NORMA INDIVIDUALI/SQUADRA
SPOSTAMENTO
FORZA
VELOCITÀ
ACCELERAZIONE
MASSA
TEMPO
LAVORO
POTENZA
[m]
[sec]
[kg]
[m/s]
[N]
(F=m*a)
[m/s ]
2
(L=F*V)
[W]
(L=F*s)
[J]
Qualitativa
Quantitativa
Full transcript