Loading presentation...

Present Remotely

Send the link below via email or IM

Copy

Present to your audience

Start remote presentation

  • Invited audience members will follow you as you navigate and present
  • People invited to a presentation do not need a Prezi account
  • This link expires 10 minutes after you close the presentation
  • A maximum of 30 users can follow your presentation
  • Learn more about this feature in our knowledge base article

Do you really want to delete this prezi?

Neither you, nor the coeditors you shared it with will be able to recover it again.

DeleteCancel

Make your likes visible on Facebook?

Connect your Facebook account to Prezi and let your likes appear on your timeline.
You can change this under Settings & Account at any time.

No, thanks

Bang Bang!

Un lavoro di: Micaela Abbonizio, Andrea Beretta, Jessica Franzon, Francesco Melega, Dario Sperotto
by

Andrea Beretta

on 21 May 2013

Comments (0)

Please log in to add your comment.

Report abuse

Transcript of Bang Bang!

Preiti Gioco d'azzardo e crisi economica Come catalogarlo? Gioco d'azzardo e crisi sembrano essere in Italia fortemente correlati, gli introti sono in continua crescita...
nonostante o GRAZIE alla crisi? Lo ha fatto perchè era stato rovinato dal gioco! e la crisi... non centra? 5% DEL PIL TERZA INDUSTRIA DEL PAESE (DOPO FIAT E ENI) Studio dell'EURODAP:
Cambia l'identikit del giocatore rispetto al passato... studenti, pensionati, casalinghe... OGNUNO DI NOI
La patologia del gioco può essere attivata dalla crisi. 800000 italiani hanno sviluppato una patologia con il gioco d'azzardo come è successo? A partire dagli anni '90 una serie di manovre e interventi liberalizzano e legalizzano il settore del gioco d'azzardo Il gioco d'azzardo si insinua in ogni spazio della quotidianità: TV Bar supermercati quotidiani internet 1 SLOT-MACHINE OGNI 150 ABITANTI 90MILIARDI ALL'ANNO OGGI: E il contesto? Le sale slot-machine Il gioco d'azzardo patologico o ludopatia è un disturbo del comportamento che rientra nella dipendenza senza sostanze la pubblicità Povero, vittima della crisi Malato, dipendente dal gioco d'azzardo Squilibrato, malato di mente Facciamo ordine! Seleziona ciò che è appropriato INDIVIDUANDO e STIGMATIZZANDO ciò che è inappropriato EMARGINAZIONE ed ESTINZIONE NORMA Internalizzazione
ORDINE Bauman: Idea di Ordine Performativo ESCLUSI
e
BANDITI Individui che non raggiungono
gli standard normali COLPA:
esclusione
sugli attori stessi Coloro che
infrangono
le regole ESCLUSIONE=SUICIDIO SOCIALE
e non
esclusione sociale Atto Etico: coloro che lo compiono si sentono nobili e giusti e si credono difesori della legge e dell'ordine, guardiani della morale
“ … i poveri sono coloro che non sono nutriti, vestiti e calzati come si deve, ma soprattutto gente con PERICOLOSE TENDENZE CRIMINALI come chiunque non voglia o non possa adeguarsi alla norma …”


NEUTRALIZZAZIONE ED ESPULSIONE: alternativa all’integrazione Bang Bang!!! Micaela Abbonizio, Andrea Beretta, Jessica Franzon, Francesco Melega, Dario Sperotto Instabilità e disagio emotivo Problemi di autostima e crisi d'identità Senso di impotenza
Lesione del senso identitario Precariato, disoccupazione, instabilità lavorativa Crisi economica
quali effetti sull'individuo? Comprende:
Perdita del ruolo sociale
Perdita di entrate economiche (ansia e impotenza)
Cambiamento strutturazione del tempo quotidiano
Cambiamento interazioni sociali
Cambia l'immagine di sé e l'immagine pubblica di sè Perdita di lavoro= evento complesso e multidimensionale Situazione che predispone/aggrava/slatentizza Aggessività etero e/o autodiretta Depressione crisi Quale rapporto? Disturbi ansioso/depressivi Forme di dipendenza psicologica Disturbi psico-somatici “ … sono gli scarti prodotti dal gioco, rifiuti che il gioco non smette di sputare fuori. Sono il prezzo da pagare perché il gioco possa andare avanti. E’ importante che si produca abbondante materiale di scarto perché i giocatori abbiano l’occasione di vedere cosa succede agli esclusi e siano pronti a sopportare la difficoltà e la durezza del gioco … “

“… la loro emarginazione e criminalizzazione sono un provvedimento sanitario: si fanno scendere i prodotti di scarto giù per far sparire il cattivo odore, così … (i buoni cittadini) non dovranno preoccuparsi della loro salute.” un modello che affronta il non sempre lineare rapporto tra i contenuti della rappresentazione del mondo che gli individui appartenenti ad una comunità hanno elaborato e quelli che sono proposti dai mezzi di comunicazione di massa
Il modo in cui i fruitori della comunicazione definiscono le questioni più importanti, i problemi più urgenti, sarebbe il risultato di un processo che si origina nell'enfasi e nella priorità che i mezzi di comunicazione concedono ad ogni notizia. Agenda Setting È possibile ipotizzare che il posto occupato dalla singola notizia, lo spazio dedicatole e l'enfasi con cui i suoi contenuti sono proposti influenzino il modo in cui l'ascoltatore costruisce una propria personale agenda ed entro questa colloca la notizia appresa.
I mezzi di comunicazione di massa sono ritenuti i principali agenti capaci di incidere sugli ingressi nella hit parade della notizia cosi come si realizzano nella mente dell'opinione pubblica. Inizialmente verrebbero quindi forniti gli elementi con cui riepire la nostra agenda, ed in seguito tali elementi verrebbero anche ponderati e disposti in ordine a seconda della loro importanza.
I media, nella prospettiva dell'agenda setting, indicano appunto quali sono le informazioni a cui occorre prestare attenzione e qual è la loro importanza relativa in un dato momento (McCombs & Shaw, 1993). La principale tecnica consiste semplicemente nel ripetere frequentemente ciò che si vuole porre in primo piano. Mediante la frequenza di comparsa e la continuità temporale della presentazione, un dato tema o una certa notizia diventa un elemento sottolineato nell'agenda del pubblico. Ovviamente anche lo spazio accordato e l'ordine rispetto alle altre notizie presentate giocano un ruolo fondamentale. Le modalità grazie alle quali è possibile manipolare la rilevanza di una notizia, o più in generale di un argomento, sono numerose... A differenza della teoria dell'agenda setting, la teoria della coltivazione prevede che i media ci dicano non solo quali siano le cose a cui pensare, ma anche, e soprattutto, in che modo dobbiamo pensare ad esse
L'enfasi dello studio è riposta nella pervasività degli effetti dei media nella società moderna Teoria della coltivazione Effetto Werther Teorie dell'apprendimento sociale: condotte imitative L'espressione effetto Werther si riferisce al fenomeno per cui la notizia di un suicidio pubblicata dai mezzi di comunicazione di massa provoca nella società una catena di altri suicidi Disuguaglianze distributive e relazionali Stratificazione sociale Meritocrazia, individualismo, ascesa sociale Capitalismo Legittimità
Stabilità
Permeabilità dei confini fra gruppi Mobilità individuale
Creatività sociale
Cambiamento sociale Strategie identitarie Social Identity Theory (SIT) (Tajfel, 1979) Gli individui che riescono in questo processo (Token) alimentano l'illusione che il sistema sia meritocratico e i confini fra gruppi siano aperti Finchè i confini tra gruppi non sono quasi completamente chiusi (2%) si tenta la mobilità individuale Contesto intergruppi in cui i confini tra gruppi avvantaggiati e svantaggiati non sono completamente chiusi, ma in cui esistono severe restrizioni all'accesso alle posizioni avvantaggiate legate all'appartenenza di gruppo Tokenismo (Wright, Taylor & Moghaddam, 1990) Definiscono tutte le relazioni intergruppi come seguenti un medesimo percorso temporale I. Relazioni intergruppo chiaramente stratificate basate su categorie scritte
II. Emerge l'ideologia individualistica, i confini sono percepiti come permeabili anche se la straficazione è ancora basata su caratteristiche scritte
III. Mobilità individuale, sistema meritocratico o tokenismo
IV. Fallimento mobilità individuale, presa di coscienza che la stratificazione sia illegittima
V. Relazioni intergruppi competitive, sfida aperta per modificare lo status quo Five Stage Model (Taylor & McKirnan, 1984) «Non vi maravigliate che non si sappino le cose delle età passate, non quelle che si fanno nelle provincie o luoghi lontani: perché, se considerate bene, non s’ha vera notizia delle presenti, non di quelle che giornalmente si fanno in una medesima città; e spesso tra ‘l palazzo e la piazza è una nebbia sì folta o uno muro sì grosso che, non vi penetrando l’occhio degli uomini, tanto sa el popolo di quello che fa chi governa o della ragione perché lo fa, quanto delle cose che fanno in India; e però si empie facilmente il mondo di opinioni erronee e vane».

Francesco Guicciardini, Ricordi, 1528.
Full transcript